Colore

La scienza del colore #3

Il colore è una componente così naturale della nostra percezione che troppo spesso lo diamo per scontato. Come fotografi, ci limitiamo a reagire a soggetti e scene che troviamo attraenti o provocatori. Il colore, invece, il più delle volte è semplicemente lì: fa parte della scena. In questa rubrica, analizzeremo più approfonditamente questo elemento fotografico cruciale. Scopriremo come plasmarlo e animarlo affinché ci aiuti a creare immagini migliori, vedremo come funziona in termini sia di creazione sia di percezione e studieremo come sceglierlo, regolarlo e anche modificarlo e adattarlo alla nostra visione.

3#Il calore del colore

Tutti gli esseri umani sono “programmati” per reagire ed essere influenzati dal colore. A volte la nostra reazione può essere innescata da esperienze naturali o riferimenti culturali, ma questa influenza è visibile in ogni genere di oggetti e situazioni che incontriamo nella nostra vita quotidiana. La psicologia del colore è sempre all’opera nella pubblicità, per esempio: le aziende usano il verde per convincerci che i loro prodotti sono freschi ed ecologici, o la potenza del rosso per farci percepire qualcosa come emozionante e dinamico. Anche nelle immagini il colore dominante, che sia nativamente
nel soggetto o nella scena o che sia creato dalla temperatura della luce, gioca un ruolo importante nel modo in cui vengono percepite dagli osservatori. Possiamo enfatizzare un’atmosfera semplicemente cambiando la temperatura.

Nello scatto “caldo” qui sopra, con la donna che osserva il tramonto, la scena appare dolce e avvolgente. L’atmosfera è positiva ed energica. Basta però portare il bilanciamento del bianco verso il lato azzurro della scala delle temperature per cambiare la storia che viene raccontata. Man mano che le fredde tonalità blu sostituiscono quelle dorate, la scena diventa più calma, la luce della sera si fa meno invitante e l’atmosfera parla di solitaria contemplazione.
È una semplice dimostrazione del fatto che l’uso del colore può avere un effetto profondo sul mood degli scatti e sulle emozioni che questi suscitano nell’osservatore.

Il bilanciamento del bianco

La temperatura colore è una proprietà fisica della luce misurata in gradi Kelvin (K). La luce naturale ha una temperatura che varia nei diversi momenti della giornata e anche la luce artificiale emette temperature diverse. Il bilanciamento del bianco corrisponde a un punto specifico della scala della temperatura del colore. Quando impostiamo un certo bilanciamento, stiamo correggendo una dominante innaturale, per restituire alla scena il suo aspetto “normale”, oppure
per rendere la scena deliberatamente più calda o più fredda.

Automatico

Calore Automatico

In Auto WB, la fotocamera formula un’ipotesi su quale potrebbe essere la temperatura corretta. Va benissimo in luce standard o mista, ma in alcuni casi, per esempio al tramonto, rischia di cancellare buona parte dell’atmosfera naturale.

Luce diurna

Calore Luce diurna

Spesso questa opzione è una buona scelta e assicura risultati naturali. Qui ha preservato il calore della scena – che ovviamente in questo caso significa anche introdurre una forte dominante arancione sulla pelle della modella.

Fluorescenza

Calore - Fluorescenza

Studiata per correggere le dominanti delle luci artificiali in interni, questa impostazione raffredda considerevolmente la temperatura della scena: qui ha lasciato azzurre le ombre, ma ha inondato di magenta i toni della pelle e della pietra.

Nuvoloso e Ombra

Calore - ombre

Entrambe queste impostazioni riscaldano la scena: in casi come questo, in cui c’è già un intenso calore naturale, il risultato può essere eccessivo. Sono utili per enfatizzare i tramonti e sostenerne i colori, ma qui l’effetto è davvero esagerato!

Personalizzato

Carole personalizzato

Possiamo impostare un bilanciamento personalizzato con una lettura della scena che porti a un risultato neutro, oppure scegliere una specifica temperatura del colore a fini creativi (qui 2.800 K per ottenere un’interessante “mix” di toni).

Seguici per gli altri appuntamenti della rubrica, oppure leggi il servizio completo su Digital Camera Magazine. #208. Lo trovi in edicola o in versione PDF qui. E se hai perso il primo appuntamento, recuperalo al link qui sotto:
La scienza del colore #1

La scienza del colore #2


Latest from Digital Camera

0 0,00
Go to Top