Colore

La scienza del colore #5

Il colore è una componente così naturale della nostra percezione che troppo spesso lo diamo per scontato. Come fotografi, ci limitiamo a reagire a soggetti e scene che troviamo attraenti o provocatori. Il colore, invece, il più delle volte è semplicemente lì: fa parte della scena. In questa rubrica, analizzeremo più approfonditamente questo elemento fotografico cruciale. Scopriremo come plasmarlo e animarlo affinché ci aiuti a creare immagini migliori, vedremo come funziona in termini sia di creazione sia di percezione e studieremo come sceglierlo, regolarlo e anche modificarlo e adattarlo alla nostra visione.

5#Oltre la realtà

fragola in blu

Di solito accettiamo i colori che vediamo come un dato di fatto. Non siamo obbligati a farlo! Una vena purista ci avverte che, se manipoliamo i colori, usciamo dal campo della fotografia ed entriamo in quello dell’arte digitale, vero? Eppure non abbiamo problemi a inserire un fondale colorato dietro uno still-life o un ritratto… E allora, che male c’è nel cambiare qualsiasi altro colore per proporre una nostra visione personale? Photoshop offre tutto quel che ci serve per farlo!

1 – Selezioniamo l’oggetto

Seleziona

Ci sono molti modi per eseguire una selezione in Photoshop CC: uno che funziona sempre, indipendentemente dal soggetto, è effettuare una rapida selezione di massima con lo strumento Lazo e poi affinarla pennellando manualmente i margini con una Maschera di livello. Per cominciare, prendiamo lo strumento Lazo e disegniamo l’area che vogliamo modificare, restando sempre all’interno dei suoi bordi. Una volta tornati al punto di partenza, la selezione è completa e viene circondata da una linea tratteggiata lampeggiante.

2 – Cambiamo il colore

Cambiamo colore

Con la selezione attiva, apriamo il pannello Livelli (Finestra>Livelli). Facciamo clic sull’icona Crea un nuovo livello di regolazione e scegliamo Tonalità/saturazione dalla lista. Muoviamo il cursore Tonalità per cambiare il colore della selezione. Se lo portiamo su +/- 180°, otteniamo il colore opposto sulla ruota cromatica, ma possiamo scegliere qualsiasi tinta ci piaccia. In alcuni casi noteremo che il nuovo colore non appare “naturale”: è necessario regolare anche Saturazione e Luminosità per mantenere il dettaglio e rendere “reale” l’effetto.

3 – Rifiniamo i bordi

Rifiniamo i bordi

Ora dobbiamo affinare i margini dell’area per includere i bordi del soggetto. Controlliamo che il livello Tonalità/ Saturazione sia attivo, poi selezioniamo lo strumento Pennello e scegliamo una punta rotonda e morbida dal selettore nella barra delle opzioni. Impostiamo Opacità 100% (tasto [0]) e premiamo [D] per impostare il colore di primo piano su bianco. Definiamo le dimensioni del pennello con i tasti [ e ] e pennelliamo i contorni rigidi della selezione, muovendoci verso l’esterno per arrivare
ai bordi del soggetto. Per fare un lavoro preciso, è necessario zoomare e stringere bene sulla zona.

4 – Salviamo l’immagine

Salviamo

Una volta eseguite e affinate le modifiche, lasciamo l’immagine su più livelli. Andiamo su File>Salva con nome e salviamo come un file Photoshop PSD. In questo modo i livelli resteranno intatti, insieme alla Maschera di livello sul livello Tonalità/saturazione. Una volta salvato il file PSD, torniamo a File>Salva con nome e salviamo di nuovo come JPEG della massima qualità. Fatto questo, torneremo alla nostra immagine su più livelli e potremo anche crearne una versione diversa cambiando il colore del soggetto: basterà muovere i cursori del livello Tonalità/saturazione.

Seguici per gli altri appuntamenti della rubrica, oppure leggi il servizio completo su Digital Camera Magazine. #208. Lo trovi in edicola o in versione PDF qui. E se hai perso il primo appuntamento, recuperalo al link qui sotto:
La scienza del colore #1

La scienza del colore #2
La scienza del colore #3
La scienza del colore #4


Latest from Digital Camera

0 0,00
Go to Top