composizione

Le regole d’oro della composizione #2

Migliora le tue immagini partendo dalla composizione. Seguici in questa nuova rubrica e scopri tutte le tecniche essenziali per mettere sempre al posto giusto gli elementi cruciali dell’immagine.

Composizione: interazioni creative

Le regole base del posizionamento di oggetti e punti focali sono ottime in moltissime situazioni di scatto. Ma possono dare solo una struttura di base alle immagini. Pensare al modo in cui le diverse aree, gli oggetti e i soggetti interagiscono gli uni con gli altri e aggiungono elementi descrittivi o narrativi ci permette invece di andare oltre.

I legami sono spesso ovvi, evidenti e letterali. Si presentano per esempio come linee o elementi che collegano due zone dell’inquadratura. Ma possono anche essere più effimeri o allusivi, come echi di forme e rimandi che portano avanti il senso di una storia. Possiamo anche usare due soggetti o due colori per creare contrasto, aggiungere impatto e persino introdurre una dissonanza rispetto alla narrazione apparente.

Quando lavoriamo con legami e contrasti, pensiamo al modo in cui di norma leggiamo un’immagine. Nelle culture occidentali, quasi tutti leggiamo da sinistra a destra e nello stesso modo tendiamo a studiare una fotografia. Significa che la distribuzione degli elementi nell’immagine ci appare più gradevole se la naturale progressione muove da sinistra a destra (ovviamente, in altre culture è vero l’opposto).

composizione

1 – Linee di entrata

Le due curve che entrano dall’angolo in basso a sinistra e dal basso al centro creano forti linee guida che conducono al centro dell’inquadratura. Sono intersecate dalla forte diagonale, che muove da destra a sinistra e permette all’osservatore di creare un proprio personale percorso visuale nella scena.

2 – Ostacoli verticali

La diagonale principale porterebbe fuori dall’inquadratura, ma viene interrotta e contrastata dalle forti linee verticali dei grattacieli sulla sinistra. Questa barriera impedisce allo sguardo di scivolare fuori e lo incoraggia a tornare a esplorare l’area centrale dell’immagine.

3 – Punto focale

La torre illuminata è un perfetto punto focale perché si staglia proprio alla fine della lunga diagonale. L’occhio segue la linea e si posa qui un momento prima di reimmergersi nell’esplorazione dell’immagine.

4 – Linee verticali

L’orizzonte è frastagliato dalle linee verticali di palazzi e grattacieli. Ognuna di queste linee richiede un po’ di tempo per studiare forme e dettagli delle diverse zone. L’occhio non riesce a scivolare lungo l’orizzonte e svicolare subito verso la destra.

5 – Composizione: i contrasti di colore

I toni tenui delle nuvole creano un delicato contrappunto alla vivacità delle linee nella metà inferiore dell’inquadratura. Le nuvole creano diagonali sfumate che dall’alto puntano verso i punti focali creati dagli edifici al centro dell’inquadratura.

6 – Diagonale potente

La diagonale creata dalla sopraelevata che entra nell’angolo in basso a destra accompagna lo sguardo attraverso tutta l’inquadratura, permettendogli di esplorare la città. Finisce in una curva delicata, che torna ad attrarre verso il centro della scena.

 

Leggi anche
Le regole d’oro della composizione #1


Latest from LATESTHIGHLIGHTS

0 0,00
Go to Top