Paesaggi perfetti con il Filtro graduato

Paesaggi perfetti

Fra i tanti tool che Photoshop fornisce attraverso il plug-in Adobe Camera Raw (ACR), uno dei più utili per il fotografo digitale è senza dubbio il Filtro graduato. Perfetto per migliorare le foto paesaggistiche, lo strumento agisce creando una transizione lineare su un’area dell’immagine da noi stabilita: tutta la zona coinvolta, a partire dal punto di partenza scelto, verrà influenzata dalle regolazioni tonali da noi impostate, proseguendo poi con una graduale sfumatura dell’effetto lungo la linea tracciata cliccando e trascinando il puntatore.

Filtro graduato è utilissimo, per esempio, quando serve bilanciare una scena “ad alto contrasto”. Con i paesaggi, infatti, ci troviamo spesso di fronte al problema di riuscire a catturare i dettagli sia nel cielo più luminoso sia nelle aree più in ombra del terreno. Certo, per ottenere una foto già perfetta in fase di scatto è sufficiente usare un filtro graduato “fisico” montandolo davanti all’obiettivo, ma qualora non fosse possibile, Camera Raw potrà venirci in aiuto, tanto più con ampi margini di personalizzazione: non gestiremo solo l’esposizione, ma anche contrasto, bilanciamento del bianco, nitidezza e tanto altro ancora.

Come ottenere cieli più drammatici: impariamo a recuperare i dettagli dalle aree più sovraesposte

  • Attiviamo lo strumento. Apriamo la nostra foto di partenza in Adobe Camera Raw. Eseguiamo le classiche regolazioni dei toni nel pannello Base e avviamo poi lo strumento Filtro graduato. Una volta raggiunto il relativo menu, facciamo clic un paio di volte sull’icona “-” di fianco al cursore Esposizione per portare il valore a -1,00.

  • Applichiamo il filtro. Facciamo clic sulla parte centrale del cielo e trasciniamo in basso il cursore, fino all’orizzonte. Premendo [Maiusc], le linee saranno perfettamente orizzontali. È possibile, se serve, modificare la lunghezza e l’angolo delle rette. Premiamo [Y] in qualsiasi momento per attivare la sovrapposizione della maschera così da capire dove sta agendo il filtro.

  • Modifichiamo i toni. Usiamo i cursori nel pannello di destra per sistemare i toni dell’immagine. Usiamo Esposizione per schiarire o scurire l’area coperta dal Filtro graduato (qui portato su -0,50). Proviamo poi a muovere i cursori Contrasto, Chiarezza e Riduzione Foschia – rispettivamente su +7, +29 e +30 – per evidenziare meglio i dettagli.

  • Usiamo Maschera intervallo. Le nostre regolazioni stanno oscurando le aree del terreno che vogliamo rimangano inalterate. In Maschera intervallo scegliamo l’opzione Luminanza. Teniamo premuto [Alt] e agiamo sul cursore nero affinché le zone più scure siano protette dall’elaborazione. Perfezioniamo poi il tutto tenendo premuto [Alt] e muovendo il cursore Sfumatura.

  • Sottraiamo all’effetto. Se abbiamo bisogno di perfezionare ciò che è stato modificato con il Filtro graduato, possiamo usare la funzione Pennello che permette di elaborare a mano libera il risultato dell’intervento già effettuato. Facciamo clic sull’opzione Pennello in alto a destra, quindi clicchiamo sull’icona del pennello con il “-” subito sotto. Premiamo [Y] per attivare la sovrapposizione della maschera, quindi dipingiamo con il cursore laddove serva eliminare dalla foto le modifiche precedenti.

  • Aggiungiamo un altro Filtro graduato. Sentiamoci liberi di aggiungere tutti i filtri che vogliamo. Facciamo clic sull’icona “-” accanto a Esposizionein modo da resettare tutte le impostazioni precedenti, poi seguiamo la stessa procedura dei passi del tutorial precedenti.


Latest from Prove Tecniche

0 0,00
Go to Top