tempo di posa

Tempo di posa: tutto quello che devi sapere #5

Scopri che cos’è il tempo di posa e quale ruolo gioca nella nitidezza delle tue immagini.

Tempo di posa: lunghe esposizioni

Alcune scene possono essere esaltate dall’uso di una lunga esposizione che introduce un deliberato effetto mosso. I paesaggi con acqua in movimento, per esempio, possono spesso beneficiare dell’effetto di questo trattamento. L’acqua diventa fluida e lattiginosa e l’atmosfera si fa dolce e rilassante.

Per esporre abbastanza a lungo, dobbiamo scattare con poca luce. In genere dobbiamo anche ridurre la sensibilità ISO e l’apertura del diaframma. Possiamo avere un po’ più di libertà con le impostazioni se ricorriamo a un filtro a densità neutra. Si tratta di un filtro che taglia la quantità di luce che entra nell’obiettivo, permettendoci di esporre a lungo anche in pieno giorno o di aprire il diaframma per ridurre la profondità di campo. I filtri ND intensi possono ridurre la quantità di luce di 6 stop o più. Una normale esposizione si allunga da una frazione di secondo a qualche minuto. Quindi, diventa perfetta per trasformare il mare increspato in uno stagno immobile o per far “svanire” le auto di passaggio.

tempo di posa

Per questa tecnica dobbiamo usare la posa B e misurare da soli la durata dell’esposizione. Questo genere di immagini funziona solo se c’è un contrasto netto tra le aree mosse e quelle nitide, quindi è indispensabile il treppiede.

La posa B

Se abbiamo bisogno di esporre più di 30 secondi, ricorriamo alla posa B. Su alcune fotocamere è un’impostazione della ghiera delle modalità. Su altre l’ultima opzione della gamma dei tempi di scatto, dopo i 30 secondi. Con la posa B l’otturatore resta aperto finché teniamo premuto il pulsante di scatto (preferibilmente, per evitare vibrazioni, con un comando remoto o un’app dedicata).

Usiamo il flash

Il lampo di luce del flash è troppo veloce per essere influenzato dalla durata dell’esposizione, ma ci sono due cose da ricordare.

La prima è che non possiamo impostare un tempo più veloce di quello di “sincronizzazione” della nostra fotocamera (in genere intorno a 1/200 di secondo). Può essere un problema con il flash in luce diurna perché rischiamo un’esposizione troppo lunga e quindi una sovraesposizione. Può aiutare usare un’unità flash dotata di opzione HSS.

tempo di posa

La seconda cosa da sapere è che usare il flash a priorità di diaframma, quando la luce è poca, può introdurre un mix di nitidezza e sfocatura. Se la fotocamera adotta un tempo lento per registrare la luce ambientale, può registrare il movimento come un alone mosso intorno alla figura resa nitida dal lampo del flash.

 

Leggi anche
Tempo di posa: tutto quello che devi sapere #1
Tempo di posa: tutto quello che devi sapere #2
Tempo di posa: tutto quello che devi sapere #3
Tempo di posa: tutto quello che devi sapere #4


Latest from Digital Camera

0 0,00
Go to Top