Steve McCurry: un'intervista esclusiva

Intervista esclusiva

Il famoso fotografo ci racconta delle sue fonti di ispirazione e dell’insaziabile curiosità. E spiega perché la fotografia è ancora così importante…

Intervista esclusiva a Steve McCurry

Steve, cosa ti ha attirato verso la fotografia?
Sono cresciuto a Philadelphia, Pennsylvania, dove ho vissuto per buona parte della mia gioventù. Mio padre era un ingegnere, ma era anche un grande appassionato di fotografia. Da ragazzino avevo una mia macchina fotografica, ma ho cominciato a esserne davvero interessato solo al college. Ho seguito un corso di fotografia artistica e mi sono innamorato della fotocamera e della possibilità di girare il mondo fotografando. Ho capito che poteva essere un ottimo strumento per aiutarmi a viaggiare, esplorare e vedere il mondo in cui viviamo.

Inizialmente puntavi a fare il regista. Com’è successo che, invece, hai cominciato a lavorare con le immagini fisse?
Mentre studiavo regia, ho cominciato a dedicarmi molto alla fotografia e a lavorare per il giornale della scuola e sono scivolato sempre più verso la fotografia di scena. Ho iniziato a studiare i libri di Dorothea Lange e Walker Evans. Finita la scuola, non mi sono più occupato di regia.

Ci sono fotografi che ti hanno ispirato particolarmente ai tuoi esordi?
Uno dei fondatori dell’agenzia Magnum, Henri Cartier-Bresson, è tra le mie più grandi ispirazioni. Era uno straordinario narratore. Le sue immagini sono eleganti e ben composte ed era un ottimo ritrattista. Credo che le sue immagini non siano invecchiate di un giorno dal momento in cui le ha scattate. Era un documentarista, era sul posto per fotografare l’assassinio di Gandhi e altri importanti accadimenti di tutto il mondo. Era davvero un fotografo molto intelligente, un artista. Molte persone possono fotografare guerre e miseria, ma fotografare la vita quotidiana di una città o un Paese, le persone normali, nel modo in cui lo ha fatto lui, ecco, quello è un vero dono.

L’articolo completo sul nuovo numero di Digital Camera, in edicola e disponibile anche online. Clicca qui 

A novembre, McCurry sarà in Italia

A novembre, McCurry sarà in Italia per presentare il libro Steve McCurry. Una vita per immagini.
Ecco le date, gli indirizzi e gli orari per incontrare il fotografo:

Torino – sabato 17 novembre, ore 17, presso La centrale Lavazza, Via Bologna, 32;

• Milano – domenica 18 novembre, ore 11, presso il Piccolo Teatro Grassi, in occasione di Bookcity 2018

 


Latest from Grandi Autori

0 0,00
Go to Top