Scopriamo come inserire una leggera vignettatura e intervenire in modo mirato sui nostri scatti grazie al Filtro radiale.

10 Novembre 2021 di Redazione Redazione

Scopriamo come inserire una leggera vignettatura e intervenire in modo mirato sui nostri scatti grazie al Filtro radiale.

Il Filtro radiale

Il Filtro Radiale di Camera Raw e Lightroom consente di generare vignettature e di procedere con interventi mirati di forma circolare. Per esempio, è particolarmente utile nell’editing dei ritratti, qualora si voglia attirare l’attenzione dell’osservatore sul volto del soggetto piuttosto che su gli altri elementi sullo sfondo.

vignettatura

Nella nostra foto di partenza (qui sopra), il lichene arancione e le pareti colorate possono distrarre. Possiamo rimediare oscurando leggermente gli angoli dell’inquadratura. “Incorniciando” il volto, infatti, questo apparirà più luminoso e diventerà il vero punto di attrazione dell’immagine. Una vignettatura più marcata, invece, creerà un look rétro simile a quelli tanto di moda prodotti dai filtri di Instagram. 

Il Filtro Radiale, in realtà, può fare molto di più. In combinazione con Maschera intervallo, ci permette di intervenire in maniera mirata su un’area dell’immagine (circolare o ellittica a seconda delle esigenze). Con la possibilità di circoscrivere le modifiche alle zone contenenti un colore specifico o caratterizzate da un certo livello di luminosità.

Perché usare la vignettatura? 

La vignettatura in una foto si concretizza quando la fotocamera rileva meno luce sui bordi, che di conseguenza appaiono più scuri.

A livello tecnico si tratta di un difetto, ma talvolta può essere considerato un buon miglioramento. Quando guardiamo una foto, i nostri occhi sono attratti di più dalle aree chiare. Oscurando i bordi, attiriamo quindi l’attenzione sugli elementi più importanti.

La vignettatura e le regolazioni passo passo

1 – Le basi

Piazzato vicino al Pennello di regolazione e al Filtro graduato, il Filtro radiale è uno dei tre strumenti di Camera Raw per le regolazioni selettive. È disponibile anche nel modulo Sviluppo di Lightroom. Il tool consente di apportare modifiche circolari ai toni dell’immagine basati su una transizione (basta trascinare un’area circolare sulla foto). Come ogni modifica in Camera Raw, anche questa non è distruttiva e può essere rimodulata in ogni momento.

2 – Cursori dei toni

Le modifiche tonali sono determinate dai cursori sulla destra. Di solito è meglio iniziare con un paio di regolazioni approssimative, per esempio abbassando il valore di Esposizione. Una volta definita l’area di lavoro, sarà possibile agire di nuovo sui cursori per regolare con più accuratezza i toni.

Clicchiamo su “+” e “-” per aumentare o diminuire la forza dell’intervento di un valore pari a 0,5. Facendo doppio clic sulla freccia centrale le impostazioni tornano a zero.

3 – Opzioni del Pennello 

Dopo aver portato a termine una regolazione circolare, possiamo mettere a punto ciò che viene incluso o escluso, sfruttando lo strumento Pennello. Premiamo [Y] per sovrapporre una maschera, così da vedere l’area su cui stiamo lavorando (qui in verde). Dopo aver selezionato il Pennello e le opzioni “+” o “-”, scegliamo la dimensione (con le parentesi quadre [ oppure ]) e il colore per aggiungere o sottrarre alla maschera.

vignettatura

4 – Il cerchio

Per creare una circonferenza, trasciniamo da un punto centrale verso l’esterno. L’area circolare determina cosa è incluso nella regolazione. Riposizioniamo il punto centrale tenendo premuto [Spazio] mentre lo spostiamo fuori.

Teniamo premuto [Maiusc] e trasciniamo per vincolare le proporzioni. Facendo doppio clic sull’immagine, l’ellisse si aggancia ai bordi della cornice. Quando si aggiunge un Filtro radiale, per ciascuno si accende un pin.

5 – Maschera intervallo

Questa funzione offre un controllo preciso sull’area di lavoro, azzerando determinati toni o campionando colori specifici. Se utilizzata con Filtro radiale, può isolare e regolare qualsiasi cosa, purché sia un colore uniforme (in questo caso i vestiti).

Selezioniamo in modo approssimato un’area iniziale con il Filtro radiale, campioniamo i colori all’interno ([Maiusc]+clic per diverse tonalità) e modifichiamo l’area.

6 – Esterno o Interno

Quando la voce Esterno è spuntata, qualsiasi punto oltre il cerchio esterno viene influenzato al 100% dalle modifiche tonali gestite dai cursori. Il tutto con una diminuzione graduale verso l’interno. Se vogliamo ottenere l’effetto contrario, scegliamo Interno. Possiamo premere [X] per alternare le due condizioni. Sopra, troviamo l’opzione Sfumatura che controlla la transizione della circonferenza (morbida o brusca).

Leggi anche
Color grading: come funziona lo strumento Split tone

Lascia un commento