8 Ottobre 2021 di Redazione Redazione

Grazie alle più recenti tecnologie wireless, possiamo separare il flash dal corpo macchina. Ecco come fare e quali sono i vantaggi…

Flash o trasmettitore?

Il controllo radio richiede due unità: master e slave. Serve una sola unità master per controllare una serie di slave e può essere un flash con capacità master o un trasmettitore.

Alcune reflex possono usare il flash a scomparsa come unità master in un sistema ad attivazione ottica. Il vantaggio del flash è che permette sempre di aggiungere un lampo di luce in più, se necessario. Il flash master tra l’altro non deve per forza essere sulla slitta a caldo. Possiamo anche usare un cavo di collegamento e posizionarlo meglio rispetto al soggetto senza perdere la funzionalità di master. Se non abbiamo invece bisogno della sua luce, possiamo impostarlo affinché emetta solo il segnale radio.

Un trasmettitore dedicato offre lo stesso livello di controllo, senza luce aggiuntiva. Si collega alla slitta a contatto caldo ed è più leggero di un flash esterno.

Qui vediamo a confronto il flash Canon 600EX II-RT e il trasmettitore ST-E3-RT Speedlite…

flash

Collegamento

Per collegare unità master e slave basta premere questo pulsante finché la luce del collegamento diventa verde.

Display

I piccoli schermi contengono molte informazioni. Qui, il flash indica che è in modalità slave ottico (l’icona con il lampo), mentre il trasmettitore è in modalità master radio (l’antenna).

Autofocus

Un altro vantaggio del flash è la possibilità di usare una luce guida per l’autofocus quando scattiamo con poca luce. Non tutti i trasmettitori (compreso questo) hanno questa funzione.

La terza via

Flash e trasmettitori radio progettati dalle case produttrici di fotocamere di solito sono piuttosto costosi e, ovviamente, funzionano solo nell’ambito dei prodotti di quel marchio. Per fortuna, il mercato oggi abbonda di prodotti di terzi ragionevolmente economici.

In maggioranza, si tratta di coppie con trasmettitore da collegare alla slitta a contatto caldo e ricevitore da agganciare al piede di un flash esterno. Alcuni modelli sono detti “ricetrasmettitori” e possono essere usati come unità master o slave, a seconda della configurazione. Ci sono anche flash esterni che possono fungere da unità master o da slave all’interno di questi sistemi.

Per ogni flash che intendiamo usare dobbiamo acquistare un ricevitore o un trasmettitore. Possiamo usare un terzo sistema per dare compatibilità radio a un flash che abbiamo già, a condizione che sia compatibile.

 

Leggi anche
Flash radiocomandato: ecco cosa sapere #1

Lascia un commento