8 Maggio 2021 di Andrea Rota Nodari Andrea Rota Nodari

Oggi vogliamo sottolineare l’importanza del punto di vista personale in fotografia. Lo facciamo attraverso due scatti di nostri lettori, Mauro Cirigliano e Raffaele Di Rosa. Entrambi immortalano il Kirkjufell, la montagna islandese forse più fotografata. Ma lo fanno scegliendo un punto di vista personale e alternativo, capace di conferire originalità alle immagini.

Il punto di vista di Mauro Cirigliano

Racconta Mauro: «Ero ai piedi del monte Kirkjufell. Stavo cercando uno scatto un po’ diverso da quelli che tipicamente si vedono in giro di questa splendida location. Arrivato sul posto, non ho mai visto così tante stelle! Ho atteso l’ora giusta per scattare, facendo posizionare l’arco stellato proprio dove volevo che fosse. Ho dato, inoltre, il tempo ad Andromeda di sbucare alla destra del Kirkjufell».

«All’improvviso, il cielo ha iniziato a tingersi del verde dell’aurora boreale alla sinistra del monte, facendo da coda alla Via Lattea. A destra, il grazioso paesino di Grundarfjordur ha completato l’arco, con le sue flebili luci calde, a illuminare delicatamente gran parte del primo piano». Una panoramica splendida (foto in alto), tecnicamente ineccepibile e allo stesso tempo capace di emozionare. (qui altre foto di Mauro)

Il Kirkjufell di Raffaele Di Rosa

Spiega Raffaele: «Kirkjufell è uno dei luoghi simbolo dell’Islanda e, come tale, anche uno dei più immortalati. Non è facile trovare una punto di ripresa che non sappia di “già visto”. Motivo per cui ho cercato di concentrarmi maggiormente sulle cromie del luogo e sull’utilizzo dei tempi lunghi. Dando un tocco personale a un luogo comunque sempre magico».

punto di vista

Kirkjufell, luogo magico © Raffaele Di Rosa

Un solido treppiede, un forte filtro ND per bloccare la luce diurna e consentire la lunga esposizione necessaria a trasformare l’acqua della cascata in una morbida spuma. È tutto quel che è servito a Raffaele per ottenere questo elegante scatto in una location effettivamente stravista ma sempre affascinante.

Ottimo il trattamento dei colori in post-produzione che ha consentito all’autore di mantenere un look “naturale” senza virare nella classica foto cartolina. (qui altre foto di Raffaele)

 

Se vuoi condividere le tue immagini con la redazione, iscriviti gratuitamente qui.

Lascia un commento