17 Settembre 2021 di redazionesf

Vuoi ottenere foto più nitide? Ecco tecniche e trucchi per raggiungere la massima nitidezza possibile con la tua Nikon!

Foto più nitide… anche in situazioni particolari

Fotografare al buio

Quando scattiamo con poca luce e la fotocamera ha difficoltà a mettere a fuoco, possiamo usare l’illuminatore AF incorporato per schiarire il soggetto, oppure la luce guida infrarossa di un flash Nikon Speedlight. Per farlo, dobbiamo essere in modalità AF-S.

Scattare in modalità AF-C

Quando scattiamo in questa modalità, dobbiamo prendere l’abitudine di lasciare alla macchina il tempo di mettere a fuoco prima di scattare. In caso contrario la fotocamera aprirà l’otturatore prima di aver messo correttamente a fuoco. È una buona abitudine anche in AF-S, in cui la modalità predefinita blocca lo scatto finché il fuoco non risulta agganciato. Premiamo il pulsante di scatto con leggero anticipo per evitare poi ritardi “fatali”.

Conviene impostare la fotocamera perché dia priorità alla messa a fuoco anziché allo scatto. In Impostazioni Personalizzate Autofocus>Opzioni di priorità AF-C, selezioniamo Messa a fuoco anziché Scatto + messa a fuoco.

Metodo della messa a fuoco

Cosa facciamo quando non abbiamo un punto AF in corrispondenza del soggetto? Possiamo attivare il punto più vicino al soggetto, mettere a fuoco e ricomporre usando il pulsante di blocco della messa a fuoco sul dorso del corpo macchina (il pulsante AFL/AEL oppure il pulsante AF-On riconfigurato via menu Impostazioni). L’impostazione della messa a fuoco sarà mantenuta fintanto che teniamo premuto il blocco, indipendentemente da cosa facciamo con il pulsante di scatto.

Modi autofocus: le aree AF di Nikon

Non ci sono solo AF a punto singolo o area AF auto. Altre modalità di area AF potrebbero essere più adatte al nostro stile. Solo alcune Nikon offrono tutti questi “modi” e le spiegazioni che seguono sono basate sul funzionamento in modalità AF continuo (AF-C). Sperimentiamo tutte le possibilità per capire quali combinazioni sono più indicate per il nostro metodo di lavoro.

AF a punto singolo

In questo caso, è attivo un solo punto AF e la nostra Nikon mette a fuoco su qualsiasi cosa corrisponda alla sua posizione nel mirino. Possiamo cambiare il punto attivo attraverso il multi-selettore.

Tracking 3D

È simile alla modalità precedente, nel senso che è attivo un solo punto AF, selezionabile con il multi-selettore. Quando premiamo il pulsante di scatto, il sistema mette a fuoco e in più aggancia il soggetto sfruttando il riconoscimento del colore e cerca di seguirlo nell’inquadratura, anche se ricomponiamo. È un’ottima alternativa alla modalità a punto singolo.

AF ad area dinamica

È attivo un singolo punto AF su cui possiamo intervenire con il multi-selettore. A seconda dell’opzione scelta (9, 21 o 51), i corrispondenti punti AF intorno a quello attivo (quindi 8, 20 o 50 altri punti) sono usati per seguire il movimento del soggetto.

AF a gruppo

La macchina fotografica attiva una griglia di cinque punti AF che possono essere spostati nell’inquadratura e mettono a fuoco sull’oggetto più vicino all’interno dell’area coperta. Non è sempre un metodo particolarmente efficace. Per esempio, se fotografiamo un animale selvatico nascosto in un cespuglio, il sistema con tutta probabilità aggancerà le foglie del cespuglio più vicine a noi al posto del vero soggetto dello scatto.

Area AF auto

La Nikon cerca di rilevare automaticamente il soggetto e metterlo a fuoco. In modalità AF-C continua anche a inseguirlo all’interno dell’inquadratura.

 

Leggi anche
Foto più nitide con la nostra Nikon! #1
Foto più nitide con la nostra Nikon! #2
Foto più nitide con la nostra Nikon! #3

Lascia un commento