26 Marzo 2021 di Redazione Redazione

Fotografare in bianco e nero non significa semplicemente togliere il colore dalle nostre immagini. Occorre pensare in bianco e nero e “aggiustare” composizione e impostazioni della fotocamera per arrivare al risultato perfetto. Seguiteci in questa rubrica e fotografare in bianco e nero diventerà un gioco da ragazzi!

Fotografare in bianco e nero #1

La prima cosa da fare è “allenare” il nostro occhio a guardare il mondo escludendo del tutto il colorePer cominciare, un buon esercizio è quello di osservare con attenzione le foto dei grandi maestri del genere. A partire da un nome come Henri Cartier-Bresson. Ci accorgeremo che nelle loro immagini ci sono alcuni temi che ricorrono più spesso. Una volta eliminata la distrazione del colore, infatti, forme, strutture, motivi e texture presenti nella scena acquisteranno una nuova – fondamentale – importanza.

1 – Forma

fotografare in bianco e nero

Descrive l’aspetto bidimensionale degli oggetti. Individuare le forme di questi ultimi e sapere come meglio organizzarle all’interno dell’inquadratura è fondamentale per la riuscita dello scatto in b/n. Un buon esercizio è quello di riconoscere e fotografare forme note negli oggetti tutto attorno a noi.

Aspetti da considerare:
• Contorni principali
• Toni contrastanti

2  – Struttura

fotografare in bianco e nero

Descrive l’aspetto “3D” degli oggetti e come le varie loro parti sono interconnesse. Come il soggetto è illuminato e dove la luce e l’ombra si intersecano. Fornisce indicazioni riguardo la tridimensionalità del soggetto. Qui, per esempio, le ombre guidano lo sguardo verso il centro dell’immagine.

Aspetti da considerare:
• Senso della profondità
• Variazioni tonali

3 – Motivi

fotografare in bianco e nero

La distribuzione e la ripetizione di forme a costituire dei motivi (troveremo spesso scritto “pattern”, in inglese) fornisce una potente arma all’arsenale del fotografo. In questo caso, per esempio, il contrasto di due edifici dallo stile differente e i pattern prodotti dalle finestre del palazzo più moderno formano un’interessante giustapposizione. La foto a colori offre un bel colpo d’occhio. Eliminiamo però i colori per avvicinare i toni degli edifici. Lo scontro tra i due stili architettonici così è ancora più pronunciato e d’impatto di quanto non fosse nell’originale.

Aspetti da considerare:
• Uniformità delle forme
• Distribuzione delle forme
• Differenti tipi di forma
• Variazioni tonali

4 – Texture

fotografare in bianco e nero

Che sia riferito a materiali lisci o irregolari, questo termine riconduce alla “sensazione tattile” di un oggetto e ci invita a raggiungerlo e toccarlo. A colori, questa antica colonna romana presenta tutti gli effetti del tempo che ci si aspetterebbe di vedere, ma la versione in bianco e nero si adatta meglio al soggetto.

Aspetti da considerare:
• Levigatezza o ruvidezza delle superfici
• Variazioni nelle texture
• Distribuzioni tonali

 

Leggi anche Fotografare in bianco e nero: tutti i segreti #2

Lascia un commento