6 Maggio 2021 di Redazione Redazione

Una rubrica dedicata alle foto più famose. Quelle che hanno cambiato per sempre il nostro modo di pensare la fotografia. E che sono entrate nell’immaginario collettivo.

Le foto più famose #14

Il mondo sofisticato e ovattato della fotografia di moda, basato più sull’immaginario che sull’immagine, diventa con Martin Munkácsi anche ironico e trasgressivo. Le fotomodelle, sempre abili nel tenere la posa ferma, improvvisamente si animano. La ragazza che vediamo non è solo un’indossatrice, ma una complice del fotografo. Lo incalza e lo sfida a scattare l’attimo irripetibile, in questo caso un salto.

Un comportamento certamente inaccettabile per le signore a cui era rivolta la fotografia. Ma allo stesso tempo così spontaneo da conquistare le pagine delle riviste più glamour. Munkácsi usa lo stile del fotografo sportivo a favore della moda, mostrando una donna dinamica e moderna, inserita nella società. Scatta i suoi servizi in esterni, usando la luce naturale e dando quel senso di realtà che prima mancava.

Una chiave di lettura che sarà da allora seguita nella fotografia di moda. Questa immagine, come molte altre realizzate da Munkácsi, saranno di ispirazione per Richard Avedon, che si dichiarò ammiratore del fotografo ungherese sin da ragazzo. E per Cartier-Bresson che vide nelle sue fotografie quell’attimo colto al volo che anche lui cercherà sempre di fermare.

L’autore

foto più famose

Martin Munkácsi (1896-1963). Ungherese, lavora in Germania negli anni ’20 e, con l’avvento del nazismo, negli USA. Fotografo di sport, ciò lo rese un eccellente interprete di moda sportiva. A New York nello staff di Haper’s Bazaar realizzò ritratti alle star cinematografiche. Anche se presto dimenticato, morì in piena povertà, molti sono i fotografi che trassero ispirazione dalla sua fotografia.

Leggi anche Le foto più famose #13: Heartfield

Lascia un commento