1 Aprile 2021 di Redazione Redazione

Una nuova rubrica dedicata alle foto più famose. Quelle che hanno cambiato per sempre il nostro modo di pensare la fotografia. E che sono entrate nell’immaginario collettivo.

Le foto più famose #4

Parigi come non si era mai vista. Il XIX è il secolo delle grandi invenzioni e Parigi ne è la capitale. Nadar è il fotografo più noto, in Francia, e non solo, sempre pronto a nuove sfide.

Affascinato dai progressi dello studio del volo, nel 1858 investe una somma considerevole per costruire un pallone aerostatico di 6000 mc. Lo battezza Le Géant e lo usa per fotografare dall’alto. Le prime riprese sono sul piccolo villaggio di Bicetre. Ma subito il suo interesse, e il suo pallone, si spostano su Parigi. Abbiamo, grazie a Nadar, le prime fotografie aeree della storia. L’uomo può finalmente vedere da un nuovo punto di vista. La notizia è tale che le caricature di Nadar mentre si sporge dalla mongolfiera fanno il giro del mondo.

L’uso della luce nei ritratti

Ma Nadar era famoso soprattutto per i suoi ritratti. La sua capacità di calibrare le luci rendendole morbide e al tempo stesso precise lo rese inimitabile. Inoltre, aveva la capacità di aspettare per lo scatto che l’atteggiamento del soggetto divenisse spontaneo e confidenziale. Il fondale, spesso un semplice telo, insieme all’uso di cappe e mantelle, permetteva giochi di ombre che esaltavano la profondità dei chiaroscuri rendendo i suoi ritratti unici.

L’autore

foto più famose

Nadar, pseudonimo di Gaspard-Félix Tournachon (1820-1910). Giornalista, caricaturista, repubblicano e di sinistra, ma soprattutto fotografo. Oltre che all’invenzione della fotografia aerea si dedicherà anche a quella sotterranea utilizzando, per la prima volta nella storia, la polvere di magnesio come fonte di luce artificiale. Il suo progetto di un pantheon della Parigi contemporanea lo portò a immortalare il mondo politico, intellettuale e artistico della metà dell’800. Grazie a questo ancora oggi conosciamo i veri volti della società del tempo.

Leggi anche Le foto più famose #3: Disdéri

Lascia un commento