29 Dicembre 2020 di Redazione Redazione

Teleobiettivi, o tele, sono tutte le ottiche che presentano una lunghezza focale superiore ai 70 mm. “Tele” in greco significa “lontano” e, non a caso, i teleobiettivi sono in grado di far apparire soggetti lontani molto più vicini di quanto realmente siano. I teleobiettivi risultano perciò ideali quando non puoi avvicinarti fisicamente al soggetto e pressoché indispensabili per la fotografia sportiva o per scattare foto alla fauna selvatica. Sono utili anche per paesaggi e ritratti: il punto di vista alternativo e l’angolo di campo ristretto possono infatti ridare freschezza ai soggetti più banali.

Il teleobiettivo è normalmente più ingombrante e più pesante di un grandangolo o di un obiettivo standard, quindi potresti aver bisogno di servirti di un treppiede o di un monopiede che lo supportino. Come regola generale, cerca di non scattare a mano libera con un tempo più lento dell’inverso della lunghezza focale del tuo teleobiettivo. Vale a dire, se stai utilizzando un obiettivo con una lunghezza focale di 200 mm, non utilizzare una velocità di scatto inferiore a 1/200 di secondo senza l’ausilio del treppiede. Se poi il tuo obiettivo è dotato di stabilizzatore d’immagine (IS), attivalo. Ricorda inoltre che il teleobiettivo restituisce una profondità di campo molto più ridotta. Prova a scattare un ritratto impostando un diaframma di f/2.8 o f/4 a 200 mm e otterrai un bello sfondo sfocato che darà risalto al tuo soggetto.

1 – Ripresa ravvicinata

I teleobiettivi ingrandiscono il soggetto, facendolo apparire più vicino. Per questo sono perfetti per riprendere soggetti che risultano o troppo lontani, come nello sport, o impossibili da avvicinare, come nel caso degli animali più selvatici.

2 – Sfoca gli sfondi

Uno degli effetti collaterali più interessanti che puoi ottenere usando un teleobiettivo è la riduzione della profondità di campo. È ideale per sfocare gli sfondi, permettendo ai tuoi soggetti di emergere con più impatto.

3 – La messa a fuoco

Lo svantaggio dell’estrema riduzione di profondità di campo alle focali tele lunghe è che occorre fare molta più attenzione affinché il punto di fuoco sia agganciato sull’elemento giusto all’interno dell’inquadratura.

Schiaccia la prospettiva

Contrariamente all’opinione comune, cambiare obiettivo o lunghezza focale non cambia la prospettiva… L’unica cosa che davvero influisce sulla prospettiva è la distanza che intercorre tra te e il tuo soggetto. I teleobiettivi sono molto utili per comporre inquadrature in cui è necessario far apparire i diversi elementi molto più vicini gli uni agli altri di quanto non siano in realtà. Nell’immagine qui sopra, per esempio, il teleobiettivo ha compresso la prospettiva a tal punto da far sembrare sullo stesso piano le rovine del castello e il treno a vapore, in realtà molto distanti tra loro.

Lascia un commento