22 Febbraio 2021 di Redazione Redazione

Per la rubrica dedicata ai progetti creativi oggi scopriamo come dar vita a uno still-life scomposto, con gli ingredienti di un hamburger ripresi mentre fluttuano nell’aria. È un’immagine oggi molto popolare, in fotografia gastronomica così come nelle pubblicità dei ristoranti. È uno scatto complesso, che richiede buona tecnica sia allo scatto sia in Photoshop.

still-life

Si comincia allestendo una leggera struttura di fil di ferro, che deve accogliere ogni componente del nostro hamburger. Dopo lo scatto, dovremo rimuovere la griglia e riprendere un’ultima inquadratura vuota. Il passaggio successivo, infatti, sarà in Photoshop, dove uniremo gli scatti e rimuoveremo i fili ai margini. Non lasciamoci spaventare: in realtà, è più facile di quanto sembri e, una volta presa la mano, potremo applicare l’effetto a tantissime ricette!

Progetto #9: Still-life fluttuante

1 – Appendiamo il fondale

Diamo forma al nostro set a partire dallo sfondo: qui come fondale abbiamo utilizzato un telo completamente nero. In alternativa, possiamo anche costruire una scena più ricca di contesto. Un piano di lavoro, una cucina o un tavolo da pranzo possono funzionare molto bene.

2 – Montiamo i supporti

Montiamo due stativi (o qualsiasi altro tipo di supporto verticale) paralleli ai due lati del tavolo. Aggiungiamo un peso sulla base per maggiore stabilità. Possiamo anche legarli sotto il piano del tavolo, per evitare che possano anche solo minimamente spostarsi.

3 – Costruiamo la griglia

Usiamo del sottile filo di ferro o di alluminio modellabile e leghiamone un pezzo intorno ai due stativi. Tagliamo e ripetiamo, fino a tirare una coppia di cavi per ogni ingrediente. Cerchiamo di tenere tutti i fili i più tesi possibile.

4 – Prepariamo il cibo

Affettiamo gli ingredienti che intendiamo usare. Per questo hamburger, sono stati usati cipolla rossa, lattuga riccia, pomodoro, cetriolini, formaggio, panino e burger. A portata di mano, c’erano anche senape e ketchup. Scegliamo le verdure più fresche e colorate che troviamo.

5 – Disponiamo gli ingredienti

still-life

Fissiamo ogni ingrediente su un livello separato, cercando di distanziarli bene. Conviene lavorare dall’alto in basso, così, se qualcosa cade, non tira giù tutto. Stiamo molto attenti e controlliamo che ogni nuovo ingredienti non copra la visuale del precedente.

6 – Scattiamo

Montiamo la fotocamera sul treppiede, allestiamo le luci e fotografiamo la nostra pila di ingredienti. Stiamo attenti a non spostare il treppiede: alla fine dovremo scattare un’inquadratura sovrapponibile del set completamente vuoto. Dopo il primo scatto principale con tutti gli ingredienti impilati, realizziamo anche qualche inquadratura in più, con anelli di cipolla e cetriolini tenuti sospesi a diversa altezza su un altro pezzetto di fil di ferro. Quindi, rimuoviamo tutto e scattiamo un’inquadratura con solo il tavolo e il fondale. Ci sarà utile per rimuovere i cavi in Photoshop. Potremo, infatti, combinare il set vuoto e usare semplicemente una maschera per nascondere quello che non deve vedersi.

L’editing dello still-life in Photoshop

1 – Prendiamo il lazo

Apriamo gli scatti degli ingredienti e del set vuoto e portiamo il primo sul secondo. Prendiamo lo strumento Lazo e selezioniamo gli ingredienti.

2 – Mascheriamo

still-life

Nel pannello Livelli, facciamo clic sull’icona Aggiungi maschera di livello. Prendiamo lo strumento Pennello e coloriamo di nero i cavi intorno al cibo.

3 – Nascondiamo

Creiamo un nuovo livello. Prendiamo lo strumento Toppa e spuntiamo Campiona tutti i livelli. Selezioniamo parti di cavi e trasciniamo per pulirle via.

4 – Perfezioniamo il cibo

Usiamo lo strumento Toppa anche per ritoccare qualsiasi difetto o elemento disordinato sul cibo. Apriamo gli scatti aggiuntivi, come lo schizzo di senape.

5 – Integriamo gli extra

Prendiamo la senape con lo strumento Lazo e copiamola, poi andiamo su Selezione> Seleziona e maschera. Selezioniamo e definiamo Output in: Maschera di livello.

6 – Ridiamo corpo al burger

Alla fine dell’elaborazione, uniamo tutto in un unico livello con la combinazione di tasti [Cmd/Ctrl+Maiusc+Alt+E] e poi andiamo su Filtro>Fluidifica per… rimpolpare il burger!

Scopri anche il Progetto #8 e crea un’illusione ottica

Lascia un commento