30 Luglio 2021 di Redazione Redazione

Ecco come creare un set fai-da-te con due luci e della carta per realizzare un bellissimo ritratto del nostro gatto nel salotto di casa.

Allestire il set

Il trucco per ottenere risultati professionali è fare in modo che la luce si diffonda uniformemente sulla pelliccia del gatto e sul fondale.

ritratto

1 – Fondale bianco
Uno sfondo bianco è l’ideale per controllare la luce, oltre a fornire allo scatto un look pulito e ordinato (il gatto difficilmente sarà tranquillo).

2 – Due luci
Due luci servono a produrre un’illuminazione impeccabile, garantendo che il soggetto e il fondo siano esposti correttamente.

3 – Giochi e cordine
Teniamo a portata dei giocattoli o delle cordine. I gatti, quando saltano e ruzzolano, sanno assumere pose incredibili con il loro corpo.

4 – Un modello… professionista
Per fare un grande scatto, ci vuole un grande soggetto. I gatti sono tutti belli, certo, ma qualcuno sa essere più fotogenico di altri…

Il ritratto passo passo

ritratto

1 – Impostiamo lo scatto continuo

Ora veniamo alla parte difficile: il gatto si muoverà di continuo. È inutile aspettare che si metta in posa. Quindi scattiamo a ripetizione, attivando lo scatto continuo. Possiamo selezionarlo tramite i menu o i relativi controlli sulla parte alta del corpo macchina della fotocamera.

2 – Scegliamo l’obiettivo

Montare un grandangolo da vicino permette di ottenere foto caricaturali in cui sembra che il gatto abbia una testa gigantesca e un corpo minuscolo, come un cucciolo. Ma molti gatti scapperanno avvicinandosi troppo, quindi potrà servirci un’ottica con focale più lunga.

3 – Posizioniamo le luci

Per ottenere la miglior illuminazione, disponiamo le due luci una a destra e una a sinistra rispetto alla fotocamera, rivolte con un angolo di 45° gradi in direzione del gatto e del fondale. Impostiamo i flash a un quarto della potenza, in modo da avere un tempo di ricarica più breve di quello che avremmo usando gli illuminatori a piena potenza.

4 – Selezioniamo l’esposizione corretta

Se non c’è tanta luce ambiente nel set, occorre impostare la più rapida velocità di sincronizzazione del flash possibile (nel nostro caso 1/200 di sec). Per tenere a fuoco tutta la figura del gatto, abbiamo usato il diaframma f/8 a ISO 200 per dare alla foto un pizzico di esposizione in più, senza introdurre eccessivo rumore.

5 – Abbassiamoci

Inginocchiarsi può funzionare se si possiede un teleobiettivo, ma con le ottiche più “larghe” sarà necessario abbassarsi al livello degli occhi del gatto. Questo piccolo trucco può fare la differenza, in quanto aiuterà chi poi guarderà il ritratto a immedesimarsi di più nel soggetto.

6 – Catturiamo diverse pose

Un gatto seduto che guarda in camera, con quegli occhi che sembrano “pregarci”, scioglierà anche il cuore più duro. Ma i mici sono straordinariamente buffi quando saltano, corrono, cadono o digrignano i denti come tigri. Cerchiamo quindi di catturare tutte le pose possibili.

Forse ti interesseranno anche i 10 comandamenti della dog photography

Lascia un commento