25 Agosto 2021 di Redazione Redazione

Impariamo a congelare il movimento con l’impostazione di sincronizzazione automatica del flash su tempi veloci.

La sincronizzazione automatica del flash

Sarà successo anche a noi… Solleviamo il flash a scomparsa della nostra fotocamera e il tempo di posa rimane inchiodato su 1/200 di secondo! Proviamo allora con un flash esterno e il risultato non cambia.

Succede perché la velocità di sincronizzazione del flash (il tempo di posa più rapido durante il quale il sensore d’immagine sarà completamente esposto alla luce del flash) è tipicamente 1/200 o 1/250 di secondo. Non c’è possibilità di impostare un tempo più breve, a meno di passare alla modalità Manuale. Tuttavia, facendolo, metà fotogramma apparirà nero e metà esposto. Questo dipende dal fatto che il ritardo nell’apertura tra la prima e la seconda tendina dell’otturatore è così breve che è visibile solo una parte del sensore quando scatta il flash.

Come possiamo dunque aggirare l’ostacolo? Alcuni flash includono una funzione di sincronizzazione del lampo su tempi brevi. Ad esempio, ci sono modelli di Nikon come l’SB-500 che, grazie all’opzione Auto FP, anziché un solo lampo ne emette molti in una frazione di secondo esponendo così l’intero fotogramma. Il flash produce una minore quantità di luce, ma è l’ideale per i ritratti sportivi e d’azione.

Passo passo…

flash

1 – Prepariamo l’attrezzatura

Colleghiamo al flash esterno un trigger wireless compatibile TTL. Montiamo il trasmettitore sulla fotocamera. Sistemiamo il flash e il trigger su uno stativo. Accendiamo quindi i vari dispositivi in quest’ordine: flash esterno, trigger del flash, trasmettitore della fotocamera e infine la fotocamera stessa.

2 – Impostiamo la modalità Auto FP

Noi abbiamo usato una reflex Nikon. Per impostarla sull’opzione Auto FP, apriamo il Menu, andiamo al Menu Personalizzazioni (icona della matita), poi su Bracketing/Flash (e) e Tempo sincro flash (e1). Scegliamo la voce 1/250s Auto FP e diamo l’OK. La fotocamera è pronta a scattare in modalità sincro Auto FP.

flash

3 – Facciamo un giro di prova

Mettiamo i soggetti in posizione, pronti a saltare. Il nostro atleta saltava due ostacoli e noi volevamo fotografare il secondo. Ci siamo così messi alla sua sinistra e abbiamo sistemato lo stativo con il flash a sinistra della fotocamera, per illuminare il soggetto da destra.

4 – Apriamo il diaframma

Per evitare il “mosso”, il tempo di posa deve essere breve. A questo scopo, passiamo all’esposizione Manuale con la ghiera delle modalità e impostiamo un diaframma aperto come f/2.8 o f/4. La poca profondità di campo risultante favorirà lo stagliarsi dell’atleta sul fondo.

flash

5 – Scegliamo un tempo di posa rapido

Rimaniamo a ISO 100, salvo che la foto non sia chiaramente sottoesposta. In tal caso impostiamo ISO 200 o 400. Ora selezioniamo un tempo di posa rapido. Noi siamo partiti da 1/320 di secondo. Lo sfondo appariva ancora troppo chiaro per un look naturale, quindi siamo passati a 1/640 per scurirlo.

6 – Rifiniamo il lavoro

Blocchiamo le impostazioni e, sincronizzato il flash, scateniamo la creatività nella composizione. Incliniamo la fotocamera per aumentare il dinamismo. Se stiamo fotografando un corridore, lasciamo spazio sul lato del fotogramma verso il quale sta correndo – la linea dell’orizzonte deve scendere in quella direzione.

Lascia un commento