6 Marzo 2021 di Elisabetta Agrati Elisabetta Agrati

Un seme di collina è il nuovo libro fotografico di Nerina Toci, giovane fotografa albanese. Curato da Davide di Maggio ed edito da Fondazione Mudima, è un progetto work in progress che comprende una selezione di fotografie realizzate tra il 2017 e il 2020 in Sicilia.

Il volume ben esemplifica l’evoluzione artistica della fotografa. Dopo aver gradualmente eliminato la propria figura dagli scatti, Toci cerca, infatti, di catturare l’identità universale attraverso l’esperienza del sensibile.

L’interesse antropologico – con la costante riflessione sulla figura femminile, sul senso del luogo e del confine – sposta la funzione della fotografia da quella estetica a quella reale. La vera risposta sta non nel catturare e possedere la realtà, ma nell’accettazione della sua esistenza.

libro fotografico

Ritratto di Nerina Toci

Davide di Maggio, curatore del volume, dice di Nerina Toci: «Il fotografo blocca un istante in eterno, lei apre quell’istante all’infinito. Le sue fotografie non hanno a che fare con l’effimero della nostra società, ma hanno piuttosto quella “perennità” delle opere che si tramandano nel tempo. Il tempo non è un limite ma diventa suo alleato. La realtà che la circonda non le interessa, la sua è una instancabile ricerca di un mondo che non trova, ma che è ben chiaro nella sua lucidissima immaginazione e che riesce a esprimere nelle sue fotografie anche grazie a un grandissimo talento. Questa è la forza di Nerina Toci, il suo fascino, il suo magnetismo».

Info sul volume

libro fotografico

Titolo: Un seme di collina
Autore: Nerina Toci
Editore:Fondazione Mudima
Pagine: 178
Prezzo: € 30

Il libro è acquistabile sul sito di Fondazione Mudima e in libreria.

Lascia un commento