27 Aprile 2021 di Redazione Redazione

Vi proponiamo quattro tecniche che vi permetteranno di valorizzare il primo piano nella fotografia di paesaggio. Un bel primo piano, infatti, incoraggia l’osservatore a far proseguire lo sguardo all’interno della composizione. Così che le nostre immagini abbiano più impatto!

Pronti? Cominciamo con le prime due tecniche.

Fotografia di paesaggio e primo piano

1 – Paesaggi “stratificati”

Proviamo a cercare “paesaggi stratificati”. Nella foto in alto vediamo un primo piano chiaramente definito (erba gialla), secondo piano (cespuglio rosso) e sfondo (castello e cielo). Quando inquadriamo il primo piano d’interesse, sperimentiamo sempre varie angolazioni. L’immagine sotto mostra gli stessi elementi, ma il bilanciamento è tutto sbagliato. Il soggetto di sfondo risulta così isolato nell’angolo in alto a destra.

fotografia di paesaggio

Al contrario, l’utilizzo di un punto di ripresa inferiore spinge l’erba lunga verso l’alto, spezzando così la monotonia del cielo. Quando scattiamo con dettagli ravvicinati e soggetti lontani, usiamo un’apertura stretta (f/16). In questo modo manterremo tutto a fuoco.

2 – Fotografia di paesaggio e prospettiva

fotografia di paesaggio

Includere un primo piano interessante conferisce ai paesaggi un senso di scala e profondità. Ma niente ci impedisce di distorcerlo “esagerando” la prospettiva. Abbiamo solo bisogno di un’ottica grandangolare. Quando portiamo l’obiettivo vicino a un soggetto in primo piano, come la piccola roccia qui sopra, possiamo renderne i dettagli innaturalmente grandi. Nel nostro caso, la combinazione di una lunghezza focale di 20 mm e un angolo di ripresa molto basso rende questo piccolo gradino di roccia simile a una parete incombente.

fotografia di paesaggio

Teniamo però presente che tutta la scena deve essere nitida. Più il punto di attenzione è vicino alla fotocamera, meno profondità di campo avremo. A tal proposito, potrebbe essere molto difficile ottenere una definizione completa attraverso tutta la scena.

Se questo è il caso, concentriamoci sul punto più vicino e scattiamo. Quindi passiamo al prossimo regolando di nuovo il fuoco. Continuiamo fino a quando avremo una foto nitida di tutte le varie parti che compongono la scena. Non ci resterà che unirle in Photoshop.

Lascia un commento