28 Maggio 2021 di Elisabetta Agrati Elisabetta Agrati

Dal 4 al 27 giugno Padova torna a ospitare il Festival Internazionale di Fotogiornalismo – International Month of Photojournalism. In programma mostre, workshop, letture portfolio e talk. Tra gli ospiti d’eccellenza, il giornalista Domenico Quirico, sopravvissuto a un sequestro in Siria durato cinque mesi.

Promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova e dall’Università degli Studi di Padova, il Festival Internazionale di Fotogiornalismo si conferma così una delle rassegne più importanti tra quelle dedicate al giornalismo per immagini.

fotogiornalismo

Zakhem, Giulio Piscitelli

Commenta Riccardo Bononi, fotogiornalista e direttore artistico del Festival Internazionale di Fotogiornalismo: «L’idea che sta alla base della nascita di IMP Festival è la convinzione che il fotogiornalismo oggi sia il più rapido accesso alle storie e ai dibattiti internazionali in grado di connettere i quattro angoli del Mondo. Una modalità per rendere ciascuno partecipe e consapevole del proprio ruolo fondamentale anche nelle questioni più controverse e geograficamente lontane».

Festival Internazionale di Fotogiornalismo: gli autori

Saranno trenta gli autori internazionali a guidare il pubblico nelle esposizioni allestite nelle più prestigiose sedi museali ed espositive della città.

fotogiornalismo

Habibi, Antonio Faccilongo

Tra le esposizioni principali, la mostra targata MAGNUM Photos con l’Afghanistan di Lorenzo Meloni. In una mostra inedita, il Premio Pulitzer Lorenzo Tugnoli svela i lager libici, mentre Diego Ibarra Sanchez, corrispondente del New York Times a Beirut, racconta l’educazione dei bambini da tutto il mondo.

E ancora, l’attenzione si sposta sui diritti delle madri a El Salvador attraverso l’intimità dello sguardo della fotografa americana Nadia Shira Cohen. Sulle ultime proteste di Hong Kong negli scatti di Miguel Candela. Sul cambiamento climatico nella Valle dell’Omo grazie agli scatti di Fausto Podavini.

fotogiornalismo

The Black Line, Annalisa Natali Murri

Il Festival Internazionale di Fotogiornalismo ospita poi una retrospettiva sul fotogiornalista polacco scomparso nel 2016 Krzysztof Miller. E una monografica dedicata a Tony Gentile, autore del celebre ritratto di Falcone e Borsellino, la fotografia italiana più pubblicata al mondo. Ma non solo.

Le principali sedi espositive ospiteranno le mostre personali di Fulvio Bugani (Cuba), Antonio Faccilongo (Cisgiordania), Giulio Piscitelli (Afghanistan), Annalisa Natali Murri (Repubblica Dominicana), Marta Bortoli (Nuova Zelanda). E ancora Laura Liverani (Giappone), Raffaele Petralla (Siberia), Valentina Piccinni e Jean-Marc Caimi (Italia).

Tanti gli eventi in programma

Alle mostre si affiancheranno tre workshop con alcuni dei più affermati autori sulla scena internazionale. Oltre a letture portfolio con i photo editor delle maggiori testate italiane, talk e conferenze.

Durante l’intera durata del Festival Internazionale di Fotogiornalismo saranno allestite dieci ulteriori esposizioni legate al Circuito Best Talents 2021. I migliori talenti dell’anno – Francesco Faraci, Lorenzo Zoppolato, Rosa Mariniello, Pierluigi Ciambra, Alberto Campello, Alessandro Scattolini, Elisa Modesti, Luca Rossi, Marco Carmignan e Sara Bianchi – ci porteranno in viaggio dalla Serbia alla steppa siberiana.

Maggiori informazioni: www.impfestival.com

Lascia un commento