Giovani contadini, 1914 - © August Sander/ Courtesy photographyschool.nl
Giovani contadini, 1914 - © August Sander/ Courtesy photographyschool.nl

August Sander: il più importante ritrattista tedesco del XX secolo

August Sander

August Sander (1876-1964) è riconosciuto come il più importante ritrattista tedesco del XX secolo. Negli anni ’20 a Colonia si unì al Gruppo degli Artisti Progressivi: ha inizio il suo progetto di realizzare un ritratto della società contemporanea.
Dove vanno questi tre giovanotti con indosso gli abiti dei giorni di festa? Sono tre contadini, nel 1914. Sono solo tre uomini dei tanti che compongono il popolo della Germania di quel tempo. In quel ventennio stretto tra la guerra che portò alla fine dell’impero prussiano e l’inizio della dittatura hitleriana, August Sander indaga scrupolosamente tra gli abitanti del suo Paese. Uomini del XX secolo è un’antologia visiva dei tipi sociologici che compongono la Germania: contadini, muratori, pasticceri, filosofi, banchieri, politici e via via tutta la società. Ognuno è descritto meticolosamente: per il suo abbigliamento, per il suo atteggiamento, per l’ambiente che lo circonda. A ognuno è data l’attenzione più alta, la dignità del proprio ruolo nella società. Annullata la propria identità, ognuno diventa il prototipo dell’iconografia moderna, ma allo stesso tempo testimone della diversità che compone la società. Un’operazione documentaristica e concettuale allo stesso tempo, in cui Sander mostra la reciproca influenza tra individuo e società, rende questo progetto davvero unico. Nel 1929, sessanta di questi ritratti sono pubblicati nel volume Antlitz der Zeit (Il volto del nostro tempo). È solo una piccola parte dell’intero progetto che Sander voleva completare in circa 500-600 ritratti, divisi in 7 gruppi sociali. Con la sua lunga indagine August Sander dimostra quanto sia vario il popolo tedesco, composto da una eterogeneità che non può essere accettata dal regime nazista. Nel 1936 il libro sarà sequestrato, molte delle lastre originali distrutte. Nel 1942 Sander si trasferisce in campagna con quanto resta del suo archivio, il suo studio crollerà sotto i bombardamenti su Colonia del 1944. Ancora oggi ciò che è giunto fino a noi del suo lavoro rimane uno dei progetti più interessanti della Storia della Fotografia.

Immagine in evidenza
Giovani contadini, 1914 – © August Sander/ Courtesy photographyschool.nl