Fotografia sportiva: gli scatti di Alessandro Trovati nella mostra permanente allo Sport Photography Museum di Milano.

11 Novembre 2021 di Elisabetta Agrati Elisabetta Agrati

È nato a Milano uno spazio interamente dedicato alla fotografia sportiva. Voluto da Federicapaola Capecchi, curatrice di fotografia e coreografa, e Alessandro Trovati, fotografo sportivo tra i più importanti sulla scena internazionale, lo Sport Photography Museum si propone come punto di riferimento per la ricerca, la formazione, la storia, la conservazione e l’archiviazione della fotografia sportiva.

Alessandro Trovati e la fotografia sportiva

A inaugurare il museo è la Mostra Permanente di Alessandro Trovati. Un percorso attraverso le immagini più iconiche scattate nel corso della sua lunga carriera.

Da Mohammed Farah e Usain Bolt (Rio 2016) a Yuri Chechi (Atene 2004), da Simone Beals (Rio 2016) a Michael Fred Phelps, da Sofia Goggia (Pyeongchang 2018) all’Hockey femminile (Londra 2012), le fotografie di Trovati ci permettono di rivivere momenti indimenticabili che lo sport ci ha regalato. Lasciando allo stesso tempo intravedere le emozioni, la passione ma anche le fatiche di chi si trova dietro l’obiettivo.

Perché sono tante le sfide imposte dalla fotografia sportiva, come ci ha raccontato lo stesso Alessandro Trovati in questa intervista che vi riproponiamo.

Info

Diverse le attività proposte dallo Sport Photography Museum nei prossimi mesi, tra mostre e workshop.

Maggiori informazioni: www.sportphotographymuseum.com

Lascia un commento