5 Ottobre 2021 di Elisabetta Agrati Elisabetta Agrati

La Galleria Deodato Arte di Milano ospita la prima mostra in una galleria italiana dell’artista Marco Glaviano. Intitolata A life of photoshoots, ripercorre oltre quarant’anni di carriera di uno dei più noti fotografi di moda contemporanei, siciliano d’origine ma newyorkese d’adozione.

Marco Glaviano: non solo moda

Collaboratore di alcune delle riviste di moda più patinate, come Vogue America e Harper Bazaar, e dei più grandi stilisti, con i suoi scatti Glaviano ha reso immortali le top model che, negli anni ’80 e ’90, incarnavano l’immagine della bellezza stessa. Cindy Crawford, Paulina Porizkova, Claudia Schiffer, Eva Herzigova… A loro è dedicata la sezione Icons, una trentina di immagini scattate dal 1984 al 2011 con protagoniste le supermodelle.

Marco Glaviano

© Marco Glaviano

La mostra riunisce anche un centinaio di polaroid storiche e inedite. Scatti personali nati fuori dal set, mai resi pubblici prima di questa occasione, che permettono di cogliere la verità, l’essenza, il dietro le quinte più autentico di un mondo effimero come quello della moda.

Spiega Marco Glaviano: “Le polaroid sono testimonianze di un’immagine non modificata. Oggi la prima reazione di chi vede una foto di una bella donna è ‘ma è Photoshop!’. La polaroid non mente. Stanno diventando sempre più di moda, tantissimi fotografi scelgono le polaroid perché ci liberano da questo pregiudizio per cui è tutto finto. La polaroid non esiste più tecnicamente, però ha assunto questa valenza di documento ‘vero’”.

A queste immagini si affiancano poi scatti privati che svelano alcune passioni del fotografo, come quella per il jazz, e mostrano luoghi esotici, spesso set di shooting per stilisti e magazine. Il risultato è un appassionante viaggio, non solo fisico, ma soprattutto nei ricordi di questo grande artista.

Marco Glaviano

Nato a Palermo nel 1942, studia Architettura all’Università di Palermo e, in quel periodo, inizia a sviluppare il suo interesse per la fotografia. Negli stessi anni lavora in teatro come set designer e scenografo ed entra a far parte di un gruppo jazz. Con loro, durante gli anni Sessanta, partecipa a numerosi Jazz Festival, dove inizia a scattare le prime fotografie di altri musicisti.

Nel 1967 decide di perseguire la carriera di fotografo e si trasferisce prima a Roma, per un breve periodo, poi a Milano, dove apre lo studio in cui vivrà e lavorerà per otto anni.

Durante i primi anni ’70 le sue fotografie iniziano ad apparire sulle più importanti riviste di moda europee, in particolare Vogue Italia. Questa fama crescente lo porta in ultimo a New York, dove si stabilisce nel 1975. Qui firma prima un contratto di esclusività con Vogue America e, tra il 1982 al 1994, con Harper Bazaar. Ha all’attivo più di 500 copertine ed editoriali per le più prestigiose pubblicazioni internazionali.

Info

La mostra sarà ospitata dal 13 ottobre al 13 novembre 2021 dalla Galleria Deodato Arte (via Nerino 2, Milano). Inaugurazione mercoledì 13 ottobre 2021 alle ore 18.30; sarà presente l’artista.

Maggiori informazioni: www.deodato.com

Lascia un commento