30 Aprile 2021 di Elisabetta Agrati Elisabetta Agrati

Nikon celebra e sostiene il talento delle fotografe. Lo fa aderendo a uno dei premi di fotografia più ambiti al mondo, il Marilyn Stafford FotoReportage Award 2021. Fondato nel 2017 da Marilyn Stafford è gestito da FotoDocument, azienda no profit che opera nel mondo dell’arte. L’intento è premiare le fotografe che documentano problematiche sociali, economiche e ambientali di cui poco si parla.

Un intento sostenuto da Nikon che conferma, così, il suo impegno a coltivare il talento femminile nel settore della fotografia e a far luce su alcune delle questioni globali più urgenti. Attraverso questo prestigioso concorso si vuole evidenziare al contempo come le donne stiano aiutando ad affrontare questi temi grazie al potere della loro fotografia.

Fornire ai fotografi di tutto il mondo l’attrezzatura necessaria per raccontare le loro storie è il cuore delle attività Nikon. Che in questo modo supporta anche coloro che stanno seguendo le orme della stessa Marilyn Stafford per guidare un vero cambiamento nel mondo attraverso immagini stimolanti.

Nikon e il Marilyn Stafford FotoReportage Award

Pionieristica fotoreporter, Marilyn Stafford ha iniziato la sua carriera di fotogiornalista negli anni Sessanta. Il suo lavoro che documenta i rifugiati algerini in Tunisia era stato pubblicato nel 1958 nella famosa prima pagina del The Observer, portando la loro situazione all’attenzione del mondo.

Il premio messo in palio, pari a 2.000 sterline, permetterà a una fotografa professionista di completare il proprio progetto fotografico documentaristico. Allo stesso tempo, il concorso fornisce alle fotografe di tutto il mondo una piattaforma per promuovere il loro lavoro nel campo del fotogiornalismo.

nikon

© Nicky Quamina-Woo

A vincere l’edizione 2020 era stata Nicky Quamina-Woo con il progetto As The Water Comes. Un lavoro lungo e complesso sugli effetti dei cambiamenti climatici in Senegal e le soluzioni locali utilizzate per combatterli.

Come partecipare

Il concorso è aperto a fotografe in qualsiasi fase della loro carriera e di qualsiasi nazionalità che stanno lavorando su progetti documentaristici che mostrano soluzioni positive ai problemi del mondo, sia a livello locale sia globale, al fine di contribuire a un fotogiornalismo costruttivo.

Un panel internazionale, composto tra gli altri da Andrea Bruce, fotoreporter di fama mondiale, comproprietario dell’agenzia fotografica NOOR e ambasciatore Nikon, Donna De Cesare, pluripremiata fotoreporter e professoressa associata all’Università del Texas, Nina Emett, direttrice e fondatrice di FotoDocument e fotografa documentarista, e Marilyn Stafford e sua figlia Lina Clerke, valuterà le immagini. Le candidature devono pervenire entro le ore 17.00 del 24 maggio.

Maggiori informazioni a questo link

Lascia un commento