Pixreplay, il social network per vendere foto

Pixreplay-apertura

“Divertimento” è la parola chiave di Pixreplay, il nuovo social media tutto made in Italy. La piattaforma è stata creata, da Sergio e Piero De Tomi, triestini, poco più che ventenni, laureando in Letteratura e Comunicazione il primo e ingegnere informatico il secondo.Pixreplay 1I fratelli De Tomi hanno creato una piattaforma pensata per dare valore agli scatti degli appassionati di fotografia italiani e internazionali (il sito è bilingue), vendendoli a prezzi molto competitivi a chiunque ne abbia bisogno per progetti di comunicazione o per illustrazione editoriale. La compravendita viene effettuata per mezzo di un doppio sistema di crediti e di transazioni con denaro: “I molti livelli di coinvolgimento dei fotografi è l’elemento di novità su cui puntiamo – spiega Sergio – oltre alla classifica dei fotografi, ci sono due sezioni importanti. Nella prima è possibile organizzare tornei a tema aperti a tutti gli iscritti al sito. Le votazioni sono fatte dagli utenti e si guadagnano crediti da spendere nell’acquisto di foto. C’è poi la sezione delle sfide in cui è possibile votare la più bella tra coppie di foto proposte, in una sorta di testa a testa”.

[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’Magnum Photo’ unit=’list’]


Da vent’anni si occupa di cultura fotografica e consumer technology. Ha diretto testate storiche nel settore, come Almanacco Fotografare, Foto-Notiziario, Digital Lifestyle, ImageMAG e Foto-News. A fine anni ’90 ha ideato e lanciato alcune tra le prime pubblicazioni on-line legate al mondo imaging e hi-tech. Grazie alle diversificate esperienze nel campo della comunicazione, oggi si divide fra l’attività giornalistica e l’ideazione di nuove operazioni editoriali, progetti speciali e infoprodotti digitali.

Lascia un commento

Latest from News

fotografia mezzo busto in studio. Paul Wilkinson

Quanto chiedere

Un giorno un cliente mi ha detto: «Guarda che chiedi meno della
Mulini a vento

Viaggi e Paesaggi #3

Panorami come quello qui sopra sono il “soggetto” dei fotografi paesaggisti: i
0 0,00
Go to Top