13 Luglio 2021 di Elisabetta Agrati Elisabetta Agrati

Prosegue fino al 1° agosto 2021 a Trani Radar, festival internazionale di fotografia giunto alla sua terza edizione. Obiettivo del festival è promuovere e divulgare il linguaggio della fotografia. Valorizzando nel contempo il patrimonio artistico e culturale della città, con il coinvolgimento attivo di professionisti e talenti del settore provenienti da tutto il mondo.

Festival di fotografia contemporanea

Sono otto le esposizioni ospitate al Palazzo delle Arti Beltrani. Hayati di Karim El Maktafi, che indaga sulle identità delle “seconde generazioni” di immigrati. Valparaiso dell’artista Francesco Merlini. La mostra è già esposta nella collettiva “Atlanti, Ritratti e altre storie. 6 giovani fotografi europei” prodotta da Fotografia Europea a Palazzo Da Mosto a Reggio Emilia. Charlie surfs on Lotus Flowers di Simone Sapienza, una rappresentazione metaforica delle società dello spettacolo in Vietnam dove, nonostante l’ordine e il controllo imposto dal potere comunista, la nuova generazione vuole cavalcare l’onda del nuovo sviluppo economico.

E ancora, La natura delle cose dell’artista visiva Novella Oliana con un’installazione di video e immagini sul mito di Leucotea. Cosmodrome di Raffaele Petralla, See Naples and die di Sam Gregg, Asphodel songs di Mathias Benguigui e Agathe Kalfas e Domani nevica di Anna Adamo.

festival

Come visitare le mostre

È possibile visitare le mostre di Radar e l’intera Struttura museale, compresa la Pinacoteca Ivo Scaringi, dal martedì alla domenica, ore 10.00-13.00 e 16.00-20.00. La prenotazione è obbligatoria a questo link.

Radar è ideato e finanziato da Spaziotempo, scuola di fotografia e filmmaking, con il contributo della Città di Trani e i patrocini della Regione Puglia, Puglia Promozione, Palazzo delle Arti Beltrani e Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia BAT.

www.palazzodelleartibeltrani.it

Lascia un commento