Gabriele Basilico, Milano ritratti di fabbriche, via Giuseppe Ripamonti, 1978

Salviamo uno degli edifici ritratti da Gabriele Basilico

L’Associazione Cooperativa Cuccagna lancia la petizione Salviamo un edificio simbolo della Milano industriale: si tratta del piccolo edificio di via Giuseppe Ripamonti divenuto un’icona di Milano ritratti di fabbriche di Gabriele Basilico, lavoro realizzato tra il 1978 e il 1980 che riunisce circa duecento scatti di altrettanti siti industriali. Situato nell’area dell’ex-scalo Romana che ospiterà il nuovo Villaggio olimpico, l’edificio è in avanzato stato di degrado ed è, con tutta probabilità, destinato alla demolizione. Con questa petizione, l’Associazione Cooperativa Cuccagna chiede che l’edificio – simbolo delle fabbriche della periferia milanese, per la maggior parte localizzate intorno agli scali ferroviari, che furono il motore dello sviluppo della città nel XX secolo – sia conservato come spazio pubblico, restaurato e utilizzato a scopo culturale, in particolare per quanto riguarda la fotografia e la storia del lavoro e dell’industria milanese.

L’intenzione è anche quella di dedicare il piccolo edificio di via Giuseppe Ripamonti proprio a Gabriele Basilico, maestro della fotografia che ha profondamente amato Milano, sua città natale. Il suo lavoro di documentazione fotografica, a partire da Milano ritratti di fabbriche, è proseguito con Precursors of Postmodernism. Milano 1920-1930, Immagini del Novecento. Milano architetture 1919-1939, Interrupted City, Nightscape/Milan e Milan, Berlin, Valencia, contribuendo a far conoscere la città ai suoi stessi abitanti e al mondo intero.

Quello di Basilico è “l’ultimo ritratto possibile di quella città anche e ancora operaia la cui identità si sarebbe per sempre mutata”. Roberta Valtorta

Per firmare la petizione promossa dall’Associazione Cooperativa Cuccagna clicca qui.


Latest from LATESTHIGHLIGHTS

0 0,00
Go to Top