trucchi per la fotografia paesaggistica
© Nick Walker

4 trucchi per la fotografia paesaggistica

Ecco 4 trucchi per la fotografia paesaggistica che ti permetteranno di rendere davvero speciali le tue immagini. Dalla scelta degli obiettivi alla composizione, impara a distinguerti nell’ambito di uno dei generi fotografici più gettonati.

1 – Profondità di Campo

La nitidezza all’interno di tutta la scena è un punto chiave di ogni immagine di paesaggio. Per esempio, le rocce che hai scelto come punto d’interesse in primo piano dovrebbero risultare nitide come gli elementi lontani all’orizzonte. Per ottenere un simile livello di nitidezza, dovrai utilizzare un diaframma molto chiuso come f/22. Con un diaframma chiuso, un’area maggiore, sia davanti sia dietro il punto di messa a fuoco, apparirà nitida. Ma attenzione, lavorare a diaframmi più chiusi in genere significa anche avere tempi d’esposizione più lenti, in questo caso ti servirà un treppiede per avere tutto nitido.

2 – Trova lo “sweet spot” del tuo obiettivo

Cos’è lo sweet spot? È l’apertura di diaframma alla quale il tuo obiettivo è più nitido. Trovare questa apertura, che in genere sta tra f/8 e f/11, ti mette in condizioni migliori per ottenere immagini più nitide. Per limitare la diffrazione, meglio non utilizzare mai un diaframma più chiuso di f/16.

trucchi per la fotografia paesaggistica
© Nick Walker

3 – Usa il tuo treppiede saggiamente

Investi nel miglior treppiede che ti puoi permettere. Se il tuo treppiede non è dei più robusti, ci sono alcune tecniche che puoi utilizzare per migliorare le cose. Se stai usando un obiettivo lungo, e ha un collare per il treppiede, avvita questo al treppiede, non la fotocamera. Otterrai una miglior distribuzione dei pesi. Puoi anche stabilizzare un treppiede leggero appendendo la tua borsa fotografica alla colonna centrale.

4 – Fotografia paesaggistica: gli obiettivi migliori

Un obiettivo grandangolare e un tele non possono mai mancare nella tua borsa fotografica. Ti consentiranno di fotografare qualsiasi panorama. Ogni professionista comincia a lavorare con questi due obiettivi di base. Poi nel tempo è possibile arricchire l’attrezzatura con più specialistici obiettivi decentrabili e altri a focale fissa.

 

Scopri anche tutti i trucchi per la fotografia sportiva, la fotografia naturalistica e il ritratto.


Latest from LATESTHIGHLIGHTS

0 0,00
Go to Top