fotografare in bianco e nero

Fotografare in bianco e nero: tutti i segreti #3

Fotografare in bianco e nero non significa semplicemente togliere il colore dalle nostre immagini. Occorre pensare in bianco e nero e “aggiustare” composizione e impostazioni della fotocamera per arrivare al risultato perfetto. Seguiteci in questa rubrica e fotografare in bianco e nero diventerà un gioco da ragazzi!

Fotografare in bianco e nero #3

Oggi scopriamo come impostare la nostra macchina fotografica per fotografare in bianco e nero.

Le fotocamere digitali ci permettono di scattare anche solo in b/n. Ma il consiglio è di fare sempre foto a colori e convertirle poi in post-produzione. Così facendo potremo contare su una maggiore flessibilità. Se, a differenza di quanto ci aspettavamo, in mono l’immagine finale non funziona, avremo comunque in archivio una versione a colori della stessa per successive elaborazioni.

La scelta migliore per chi vuole avere fin da subito un’idea dello scatto in bianco e nero è quella di attivare lo Stile foto Monocromatico. Inoltre, è opportuno scattare in RAW invece che in JPEG. Sullo schermo della fotocamera avremo così un’anteprima dell’immagine senza colore utilissima per valutare la scena. Ma nel file originale sulla memory card ritroveremo intatte tutte le informazioni riguardanti il colore stesso.

fotografare in bianco e nero

1 – ISO

Scegliamo il valore di sensibilità in grado di regalarci la migliore qualità possibile in quella determinata situazione. ISO 100 è perfetto.

2 – Modi di scatto

Scegliamo una modalità specifica a seconda dell’occasione. Ma se abbiamo tempo di pensare preferiamo l’opzione manuale (M).

3 – Bilanciamento del bianco

Preferiamo i preset piuttosto che la funzione Auto. Se un colore è troppo dominante nella scena, cambiamo preset.

4 – Live View

Troviamo conferma che una scena funzionerà anche in bianco e nero attivando lo Stile foto Mono e la modalità Live View.

Fotografare in bianco e nero con i filtri

Modifichiamo le immagini in b/n allo scatto sfruttando i filtri ottici che già possediamo. Quelli circolari “a vite” sono più facili da usare e portano via meno spazio in borsa rispetto ai modelli a lastrina, sebbene questi ultimi, con il loro portafiltri, rendano un po’ più pratico montare e smontare i singoli filtri.

fotografare in bianco e nero

Il filtro polarizzatore (a sinistra) rende più vividi i cieli blu e fa spiccare maggiormente le nuvole nella conversione in bianco e nero.  Montiamo il filtro rosso (al centro) per schiarire i rossi e far apparire più scuri i cieli blu e gli elementi verdi come foglie ed erba. Il filtro verde (a destra) arricchisce la gamma tonale della vegetazione. Nei ritratti invece scurisce la pelle accentuandone i difetti.

 

Leggi anche Fotografare in bianco e nero: tutti i segreti #2


Latest from LATESTHIGHLIGHTS

0 0,00
Go to Top