A blot on the landscape © Miss Aniela

Ritratti più creativi in 10 mosse

Vuoi rendere più creativi i tuoi ritratti e sperimentare nuove possibilità? Inizia da questi 10 passi.

1 – Immagina le tue scene

© Miss Aniela

Per esempio sfruttare la distorsione che puoi ottenere con una lente di ingrandimento tenuta dal soggetto, come nella foto qui sopra, permette di trasfigurare un ritratto carino in qualcosa di particolare. In questo caso, il blu della pupilla ingigantita diventa il tono più attraente della palette dell’intera immagine, mentre il riflesso nel vetro aggiunge un’altra dimensione.

2 – Sii curioso e chiedi…

Se trovi una location che ti piace, non farti problemi a chiedere se puoi utilizzarla per i tuoi scatti. Dipende dai tuoi gusti, ma può essere un’idea anche una casa abbandonata, la casa abitata di un amico di un amico che può introdurti, può essere un giardino che vedi per strada. Tu prova a bussare e a chiedere gentilmente…

3 – Cambia i tuoi soggetti

Per esempio, se hai l’abitudine di fotografare soggetti femminili, mettiti un po’ alla prova e cambia! Scegli bambini o soggetti maschili. E se sei abituato a preparare scrupolosamente lo scatto, prova invece a produrre ritratti più estemporanei. Potresti scoprire nuove direzioni da prendere e persino capacità che non sapevi di avere!

4 – Sfrutta al meglio l’inatteso

© Miss Aniela

Capita spesso di sviluppare un concept semplicemente osservando un oggetto. Per esempio, puoi pensare di sfruttare in modo surreale un quadro trovato per caso nella location scelta, come nella foto qui sopra.

5 – E se danzasse?

Chiunque ami fotografare dovrebbe provare almeno una volta a fotografare un danzatore. È un’esperienza importante poter dialogare con un soggetto che crea forme con il corpo. È meraviglioso scoprirsi a fotografare con un senso di grande stupore per ciò che si sta producendo. Ne escono sempre immagini molto intense, armoniose anche quando particolarmente insolite.

6 – Cerca collaborazione

Quando pensi di lavorare con un modello o una modella, magari per ampliare il tuo portfolio per foto di beauty o di moda, ti conviene informarti e trovare un’agenzia che possa procurarti anche uno/a stylist e un po’ di scelta per il vestiario. Se conosci qualcuno che sta studiando per diventare stilista puoi dare un’opportunità a te e a lui/lei per una prova sul campo. Lo stesso vale per curare le acconciature dei tuoi modelli – un particolare tutt’altro che indifferente!

7 – Montaggi

Qualche volta elaborare dei montaggi dalle tue fotografie è meno difficile di quello che sembra. Le possibilità sono davvero tante, almeno altrettante rispetto a quelle che hai in fase di ripresa. Il consiglio più saggio è di iniziare con pochi interventi per arrischiarsi su terreni più complessi via via che si prende confidenza.

8 – Non perdere l’ispirazione

Qualche volta, dopo tanto tempo che si fotografa, può capitare di percepire il proprio lavoro come ripetitivo e un po’ vuoto, di non sentirne più l’energia. In questi casi può essere utile cercare situazioni emotivamente più coinvolgenti in cui scattare: sfruttare le condizioni atmosferiche meno favorevoli o più spettacolari, per esempio, può farti ritrovare l’ispirazione.

9 – Prova i ritratti in HDR

Sperimentare l’auto-bracketing per ottenere immagini in HDR è un altro buon espediente per catturare una più ampia gamma dinamica. Imposta la tua reflex per lo scatto multiplo e montala su un buon treppiede. Per i ritratti questa tecnica funziona con pose immobili e un’ottima illuminazione che permetta di registrare più dettagli tonali possibile. Funziona molto bene con soggetti inseriti in scenari ampi, in paesaggi coinvolgenti, più che nei primi piani o nei close-up.

10 – Tieni un taccuino personale

Che sia un taccuino o un computer non fa differenza, ma prendi nota di quello che ti colpisce per alimentare il tuo lavoro e creare il tuo stile.


Latest from LATESTHIGHLIGHTS

0 0,00
Go to Top