Avatar Claudio Palma

Collection of My Beautiful Photography

La soglia di casa

Quando ho iniziato a sperimentare con la macchina fotografica, la dimensione della casa in cui vivevo divenne la dimensione in cui ricercare confini tra ciò che ero in passato e ciò che sarei diventato. Ogni oggetto diventava magicamente un modo per sperimentare la messa a fuoco, la luce e l’ombra la profondità  e il senso. In quest’anno cosi complicato mi sono ritrovato a vivere, a distanza di dieci anni, nella stessa casa dei miei genitori, insieme a loro. E senza accorgermene ho iniziato a fotografare con lo stesso rinnovato interesse le stesse soglie che credevo di aver lasciato intatte. Ne è nato un racconto in cui ho ritrovato il gesto minimo dei miei genitori, più anziani ma più attenti. Ho ritrovato la lentezza, l’essenziale. E quelle luci da ovest provenienti dalle tapparelle, che hanno sempre acceso fuochi morbidi nelle stanze, sono diventate trasparenze tra l’interno e l’esterno, tra quello che posso vedere e quello che devo vedere, tra quello che posso pensare e quello che invece questa casa ormai tiene per sé, come se i miei genitori ne fossero eterni custodi, ed io non ne facessi più parte come un tempo.

Le foto sono state realizzate con la camera Sony Alpha 7III, senza l’aggiunta di luci oltre a quelle presenti sulla scena.

Ostuni

2021/04/01

Lascia un commento