Avatar Enzo Crispino

Sono nato a Frattamaggiore (Napoli) nel 1964 e risiedo in provincia di Reggio Emilia. Autodidatta mi informo tramite forum online e riviste specializzate del settore. La fotografia è stato un cammino iniziato per caso, poi col tempo è diventata una vera grande passione e parte essenziale della mia vita. Essa mi ha permesso di vedere con occhi nuovi quello che mi circonda, focalizzando la mia attenzione su tematiche sempre attuali quali la cementificazione intensiva del territorio, la ruralità  abbandonata e la perdita di identità  del proprio territorio. Selezionato in qualità  di fotografo da Vogue Italia e dall'agenzia Art+Commerce di New York, dal 2015 invitato a far parte dell'agenzia americana per fotografi Freelance Blink di New York. Sono rappresentato dalla InArte / Werkkunst Gallery di Bergamo. Sito web personale : www.enzocrispino.com

PAESEItalia

ATTREZZATURAOlympus E-M1, Olympus 12-40 f.2.8

SITOenzocrispino.com

FACEBOOKfacebook.com/enzo.crispino.3

TWITTERinstagram.com/enzocrispinofotografie/?ref=badge

INSTAGRAMinstagram.com/enzocrispinofotografie/?ref=badge

Il velo dell’anima.

Il velo dell’anima.

Particolare del vestito di una bambola esposta al Museo delle Bambole ad Angera sul Lago Maggiore.

Ero in visita al Museo delle Bambole; fra una miriade di bambole in esposizione, una in particolare ha attratto la mia attenzione. Questa bambola, denominata “ La bambolaia”, indossava una gonna in tessuto di juta, da cui trasparivano tante faccine di piccole bambole.
In quell’istante ho pensato alla foto che intendevo fare, volendo rappresentare gli ultimi momenti della nostra esistenza, lo spirito imprigionato dal senso del peccato, la mente che va alla ricerca dei ricordi e un ritorno allo stato infantile. In quest’ultimo atto, il velo si alza e lascia libero lo spirito dal senso del peccato….

Enzo Crispino

Angera, VA, Italia

11/1/2018

f/3.5

ISO 800

F3.5

42.0 mm

1/50 sec.

Lascia un commento