Il fotografo Blake Wylie ha trasformato una sala sinfonica nella più grande camera oscura del mondo

Il fotografo Blake Wylie ha trasformato una sala sinfonica nella più grande camera oscura del mondo, in modo da poter catturare e sviluppare un ritratto sul palco, di fronte a un pubblico di 1.400 persone, durante la conferenza Story a Nashville. Come si trasforma esattamente una sala sinfonica in una camera oscura funzionale? “È qui che è venuto in soccorso un team di esperti di illuminazione e video”, afferma Wylie. “Abbiamo lavorato sulla tempistica di attenuazione delle luci, evidenziandone la tonalità rossa e assicurandoci che nessuna luce solare esterna si facesse strada.  Il risultato è strabiliante ed è stato ripreso da Adam Davis.
Per quanto riguarda le attrezzature, Wylie, in un’intervista a PetaPixel , ha confermato di aver utilizzato una fotocamera Century Studio del 1907, un obiettivo Dallmeyer 3B da riproduzione (uno dei soli 50 realizzati nell’ambito di una campagna di crowdfunding da un paio di anni fa) e due vecchi flash Speedotron: uno da 4800 W e l’altro da 2400 W.