Scoppia la Grande Guerra: È il 28 luglio del 1914

Grande Guerra. La dichiarazione di guerra dell’Impero Austro-Ungarico al Regno di Serbia determinò l’inizio del più grande conflitto armato mai combattuto fino alla Seconda guerra mondiale. L’evento scatenante fu l’attentato di Sarajevo contro l’erede al trono, l’arciduca Francesco Ferdinando, e la moglie Sofia durante la visita ufficiale del 28 giugno. A causa del gioco di alleanze, in breve tempo sul campo di battaglia si schierarono le maggiori potenze mondiali dando il via a un’operazione bellica che avrebbe richiesto la mobilitazione di oltre 70 milioni di uomini e che causò la morte di oltre 9 milioni di soldati e 7 milioni di civili (per le conseguenti carestie ed epidemie). Due blocchi si contrapposero: da una parte, gli imperi centrali (Germania, Austria-Ungheria, Impero ottomano) e la Bulgaria (questa dal 1915) e, dall’altra, le potenze Alleate rappresentate principalmente da Francia, Regno Unito, Impero russo e Italia (dal 1915). La guerra terminò definitivamente

Immagine via Rsi