Fotografo di matrimoni citato in giudizio dagli sposi: condannato al risarcimento

Un fotografo di matrimoni del Wisconsin è stato citato in giudizio da un gruppo di spose per il pessimo lavoro fatto durante la cerimonia.
Le donne hanno pagato a Scott Sockett, questo il nome del fotografo incriminato, oltre $ 1.000 per servizi che lo stesso avrebbe dovuto effettuare nel loro giorno più bello.  Una volta ritirato il prodotto, però, qualcosa non quadrava. Alcune foto appartenevano a persone diverse, nei video non apparivano gli sposi ma altri soggetti totalmente estranei alla cerimonia e altro ancora.
“Avere qualcuno che ti ha intenzionalmente ingannato e abbia approfittato di te, è davvero triste”, ha detto Timm, il marito di una coppia truffata. “Ho pagato $ 1,200 per un video di matrimonio che avrebbe dovuto includere la cerimonia. Ho persino pagato altri $ 300 per una anticipare l’orario di arrivo del fotografo”  Ha finito con un semplice clip di lui e sua moglie che ballano e un video completo di due estranei.
A Michelle Heck è andata ancora peggio: il fotografo non si è presentato il giorno delle nozze nonostante gli sposi avessero già provveduto al pagamento. “Circa un’ora prima dell’inizio della cerimonia, mi stavo truccando e ho ricevuto un messaggio di Sockett in cui mi avvisava che stava arrivando. Non si è mai presentato”.
Anche Alexandra Moiser ha affrontato una situazione simile.
Moiser e Timm hanno intentato una causa contro Sockett e entrambi hanno vinto ma, fino ad oggi, non hanno ottenuto nulla del risarcimento stabilito dal Giudice.