Tag archive

bergamo

Pepi Merisio in mostra a Romano di Lombardia (BG)

Venezia 1958 © Pepi Merisio

La mostra “Pepi Merisio – Il Gioco”, presenta una selezione di scatti, per la maggior parte in bianco e nero, che raccontano con la delicatezza e la poesia caratteristiche dell’autore il tema del gioco, offrendo allo stesso tempo un approfondimento sulla cultura fotografica in Italia nel secondo Novecento.


Basket in Seminario, Bergamo 1964 © Pepi Merisio

Le fotografie de “Il Gioco” raccontano un pezzo di storia del nostro Paese, dalla fine degli anni Cinquanta fino agli Ottanta: quarant’anni di Italia che gioca, di bambini e ragazzi ripresi mentre giocano all’oratorio, corrono per strada, gareggiano con le slitte – impegnati in attività che sono allo stesso tempo sia divagazione che esercizio alla vita.


Piazza Navona, Roma 1965 © Pepi Merisio

Sullo sfondo la testimonianza di un’Italia ormai quasi scomparsa, che però è ben impressa nelle immagini di Merisio, per il quale la fotografia è “documentare ciò che succede in un determinato momento, senza attendere fatti spettacolari”.

L’inaugurazione avverrà alla presenza dell’autore sabato 2 dicembre 2017, presso Palazzo Muratori a Romano di Lombardia (BG). La mostra si aprirà con una introduzione su Merisio e sulla genesi delle immagini, e proseguirà fino al termine con l’esposizione di una quarantina di stampe fotografiche originali di medio formato.


Girotondo Carnevale sul Lago d’Endine © Pepi Merisio

Durante il periodo della mostra PhotoGarage organizza una serie di appuntamenti legati alla fotografia, da serate di approfondimento sul lavoro di Pepi Merisio, all’intervento di Sergio Ramazzotti/Parallelozero, per finire con la presentazione del lavoro del Collettivo PhotoGarage alla manifestazione 24HoursProject.
Per gli Istituti Scolastici sarà possibile prenotare visite didattiche gratuite.


Venezia 1958 © Pepi Merisio

INFORMAZIONI

Indirizzo: Palazzo Muratori, Piazza Roma, Romano di Lombardia (BG)

dal 2 dicembre al 17 dicembre 2017

Ingresso libero

Marco Riva: TOILET – Immagini per transizione

Le immagini, tra lo still life, il ritratto e il reportage, documentano il backstage, la preparazione, l’allestimento, il trucco e la messa in scena di uno degli eventi più alternativi di Milano: il sabato notte del Toilet Club.



Il progetto è stato realizzato in svariate sessioni fotografiche tra il 2014 e il 2015, seguito da alcuni mesi di editing e impaginazione.
Club kids e drag queens sono al centro di questo percorso di immagini dove il travestitismo è il tema dominante. L’autore ha intrapreso una ricerca sulla figura umana e l’identità dei soggetti, non è intervenuto nell’allestimento degli ambienti né nel dare linee guida circa il loro styling.

“TOILET – Immagini per transizione” rappresenta il traguardo di un lavoro di 5 anni di ricerca, periodo in cui Marco Riva realizza ritratti di sconosciuti incontrati in spazi e parchi pubblici della città di Bergamo. L’intensità raggiunta in quest’ultimo lavoro è figlia del rapporto di reciproca fiducia e complicità che l’autore ha stabilito con le persone coinvolte, qualità di relazione maturata anche grazie al percorso fotografico urbano intrapreso in precedenza.
La mostra fa parte del calendario del festival Orlando – Identità, relazioni, possibilità (Bergamo, 14-21 Maggio 2017).


Marco Riva: l’autore
Laureato in Scienze Naturali, fotografo dal 2003, sviluppa la sua ricerca principalmente nel campo della ritrattistica. La sua formazione, inusuale per un professionista dell’immagine, lo porta a considerare la fotografia come strumento di conoscenza e approfondimento. Con l’obiettivo di far emergere una nuova suggestione dei singoli soggetti rappresentati, attraverso il ritratto vuole rileggere la realtà oggettiva restituendone un’essenza soggettiva. Vive e lavora a Bergamo.
Accanto all’attività professionale, la sua ricerca personale ha dato vita a svariate serie fotografiche accompagnate da altrettanti mostre: “2000 Balocchi” (CocconShop Gallery, Bergamo, 2011), “Guide” (Artdate 2014 presso Accademia di Belle Arti G. Carrara, Bergamo, 2014), “Pio” (Collettive di Dummy Photo Book presso Galleria Ceribelli, Bergamo, e T Space Milano,  Dieci Dieci/Festival della fotografia contemporanea, Mantova 2016) e “Toilet” (255 Raw Gallery, Bergamo, 2017).
www.marcoriva.net

255 Raw Gallery si trova a Bergamo, a Palazzo Zanchi, nella vivace via Torquato Tasso al civico 49/c. Un nuovo polo d’arte e creatività per la città. Un contenitore nato per ospitare eventi ispirati al mondo del digitale, del design e della grafica, capace tuttavia di accogliere le proposte espositive più variegate.
Lo spazio è gestito dall’Associazione Culturale RGB con il supporto dell’Agenzia di Comunicazione Dugongo.
www.255.gallery

Il Toilet Club è una realtà di Milano che si occupa di intrattenimento notturno consapevole. Dedicato alla comunità LGBT ma aperto anche a tutti gli altri generi, gli eventi targati Toilet sono eterofriendly, dissacranti e autoironici, sempre a base di musica happy, animazione drag e divertimento senza etichette.
www.toiletclubmilano.com

Orlando – Identità, relazioni, possibilità è una rassegna queer e interdisciplinare incentrata sulle relazioni, le identità di genere e gli orientamenti sessuali. Si tiene in occasione della Giornata internazionale contro l’omofobia e intreccia proiezioni cinematografiche con teatro, danza, arte, laboratori e incontri.
www.lab80.it/orlando


Evento in collaborazione con: festival Orlando – Identità, relazioni, possibilità e Toilet Club Milano

8-18 maggio 2017
255 Raw Gallery – Via Tasso 49/C Bergamo
Apertura: da lunedì a sabato, dalle 15.30 alle 19


[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’elliott erwitt’ unit=’list’]

Fotografica: il festival della fotografia di Bergamo

FOTOGRAFICA
FESTIVAL DI FOTOGRAFIA BERGAMO
’16 OltreConfine
Dal 4 al 30 Novembre 2016
Palazzo della Ragione – Ex-carcere di Sant’Agata


Uno scatto e sei già «OltreConfine». Al di là, al di sopra, attraverso le paure e i sogni.

Dal 4 al 30 novembre, le immagini danno voce a chi non ha voce con «Fotografica. Festival di Fotografia Bergamo», la prima rassegna fotografica ospitata dalla Città dei Mille.


img_3394

Un’iniziativa di racconto e presa di coscienza, culturale e sociale, per parlare di migranti vicini e lontani, dei loro viaggi «OltreConfine», tema dell’edizione 2016, puntando l’obiettivo sulla linea sottile che divide la disperazione dalla speranza, la fuga da guerre e carestie dal sogno di una vita nuova.

Alessandro Penso, Giovanni Diffidenti, Fabrizio Villa, Simone Cerio, e Monika Bulaj sono solo alcuni dei fotografi di levatura internazionale che prenderanno parte al Festival, intervenendo in incontri, visite guidate, dibattiti ed esposizioni.

Cinque mostre fotografiche che attraverso gli scatti degli autori vogliono raccontare un mondo, quello dei migranti, che è anche il nostro, descrivendo quel che accade in modo semplice e diretto, come solo la fotografia sa fare.

Ospitato in alcuni dei luoghi storici più suggestivi di Bergamo, il Festival è organizzato con la collaborazione e il patrocinio del Comune di Bergamo, della Provincia e il supporto di Caritas, Cesvi, Comunità Ruah ed Emergency.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito della manifestazione al seguente link www.fotograficafestival.it e la pagina Facebook.

0 0,00
Go to Top