Tag archive

contest

Contest: Un viaggio nel colore

Contest Un viaggio nel colore

 IL FOTOGRAFO e AVIS promuovono un nuovo contest fotografico dedicato al tema del giallo, colore della felicità, della solarità, della vitalità

Prende il via il nuovo contest fotografico promosso da IL FOTOGRAFO e AVIS e dedicato al tema del giallo. Professionisti e appassionati sono invitati a lasciarsi trasportare dalle emozioni che il colore giallo può trasmettere, ma anche a catturare ogni tonalità espressa dal giallo nel presente quotidiano. Il colore diviene, dunque, un pretesto creativo, un elemento espressivo del racconto per immagini che potrà svilupparsi attraverso i più svariati generi del linguaggio fotografico, dal reportage alla moda, dalla street photography allo still life.

Il giallo è anche il colore del plasma, la parte liquida del sangue, molto preziosa per la cura di patologie come l’emofilia o di alcune malattie del fegato e dei reni. Da questo elemento, costituito prevalentemente da acqua – nella quale sono trasportate sostanze quali proteine, zuccheri, grassi, sali minerali, ormoni, vitamine, anticorpi –, si ottengono farmaci insostituibili. Poiché il fabbisogno nazionale rende necessario importare dall’estero alcune scorte di tali farmaci, è fondamentale incrementare il numero di donatori e di donazioni di plasma. Per sensibilizzare sull’importanza della donazione di plasma, nasce una collaborazione che chiama tutti a partecipare al contest “Un viaggio nel colore”.

COME PARTECIPARE

Compila il form con i tuoi dati e carica la tua immagine.

• Lascia l’immagine alla risoluzione originale dello scatto e 300 dpi, con profilo Adobe RGB

• Non mettere firme e loghi sull’immagine

Le foto migliori saranno selezionate da una giuria specializzata e pubblicate sulle riviste di Sprea Editori.

Voyager: giornata di introduzione e formazione alla Torre del Sole

L’astrofotografia non è un semplice hobby, ma una passione che si spinge oltre i confini del cielo, cattura le stelle e le porta qui sulla Terra, in modo tale che tutti possano beneficiare di immagini mozzafiato e rendersi davvero conto che sopra le nostre teste c’è un mondo sconfinato che vale la pena di conoscere. Essere un astrofotografo significa avere competenze scientifiche, tecniche e fotografiche, sfruttare una quantità di attrezzature e software considerevole, dalle più basiche a quelle più evolute. Tutti possono approcciarsi a questo mondo e fortunatamente esistono istituzioni, associazioni ed eventi volti a far avvicinare sempre più persone:  questo è possibile perché, grazie agli strumenti elettronici e digitali di cui si dispone oggi, è molto più semplice ottenere fotografie del profondo cielo che non avreste mai e poi mai pensato di scattare.

Che cos’è Voyager

Voyager è un programma di automazione per riprese astronomiche che, previamente impostato dall’utente, permette di eseguire una o più sessioni di ripresa senza che l’astrofilo sia fisicamente sul campo. In altre parole, questo software, agendo come un regista, permette di integrare diversi sistemi per farli lavorare insieme, utilizzando un unico strumento di gestione che controlla camera di ripresa, focheggiatore, cupola, autoguida, montatura, puntamento e molto altro. È stato scritto e ideato da un astrofotografo per altri astrofotografi e il suo scopo principale è quello di riuscire a ottenere i miglior risultato possibile dagli strumenti che si hanno a disposizione per scattare: utilizza un’Intelligenza Artificiale per la messa a fuoco, per eseguire il riconoscimento delle stelle. Inoltre i calcoli statistici e le decisioni su come gestire eventuali problemi sono monitorate dai watchdog. I watchdog sono timer che controllano tutte le richieste hardware / software esterne. Tutti gli astrofotografi più esperti sanno che è molto facile imbattersi in qualche difficoltà: la stella guida si perde, passa una nuvola, il cielo diventa velato e così via. Anche qui, Voyager interviene al meglio perché è progettato per il massimo recupero dei dati anche in situazioni difficili. Il programma è in grado di fornire un approccio operativo completo che include la connessione e l’arresto dell’apparecchiatura al termine di una sessione (funzione goodnight) proprio come se fosse l’utente stesso a manovrare le varie operazioni.

L’evento alla Torre del Sole

La Torre del Sole è un Osservatorio Astronomico e Solare che si trova a Brembate Sopra, in provincia di Bergamo, la cui mission è quella di diffondere il più possibile le scienze astronomiche e sensibilizzare un pubblico sempre più ampio e appassionato circa questa disciplina. Per questo motivo, sabato 7 dicembre si terrà un evento dedicato all’automazione in fotografica con Voyager. Verranno mostrate le principali peculiarità di questo potente software, oltre alle novità introdotte con gli ultimi aggiornamenti. Interverranno Leonardo Orazi (creatore di Voyager) e Francesco di Biase (sviluppatore della WebDashboard), entrambi astrofotografi.

La partecipazione è gratuita, ma è obbligatoria la prenotazione presso la Torre del Sole ai seguenti recapiti:
Tel. 035 621515
e-mail: info@latorredelsole.it
www.latorredelsole.it


Scarica la locandina dell’evento qui

 

Il contest di astrofotografia

Invitiamo tutti i fotografi e astrofili a partecipare al nostro Contest dedicato all’astrofotografia. Invia 3 fotografie astronomiche realizzate con qualsiasi setup tu abbia a disposizione e le caricheremo sul nostro portale. Inoltre, le immagini più belle verranno selezionate da una giuria specializzata e pubblicate sulle riviste di Sprea Editori. Partecipa al Contest cliccando qui. Puoi usare qualsiasi setup astronomico senza vincoli. 

 

Premio Stelle d’Europa: annunciati i vincitori

vincitori stelle europa 2019

Sono stati annunciati i vincitori della terza edizione del Premio Stelle d’Europa, promosso dall’Associazione dei Comuni e delle Regioni d’Europa (AICCRE Lombardia), in collaborazione con l’Associazione Consiglieri regionali, la Rappresentanza del Parlamento Europeo a Milano e il Consiglio Regionale della Lombardia. Aperto ai ragazzi tra i 18 e i 27 anni residenti in Lombardia, il concorso vuole promuovere nei giovani la conoscenza delle radici dell’Unione Europea, attraverso la realizzazione di un’opera – video, fotografia o digital art – dedicata al tema “Europa, un mondo che cambia. Incontri, volti, culture”. Come ha spiegato Luciano Valaguzza, presidente di AICCRE Lombardia, «seppur nella difficoltà degli Stati membri di parlare con una voce sola su temi di politica estera, migrazioni e lavoro, l’Europa rimane un’opportunità per i suoi cittadini e per tutti coloro che la abitano da coltivare all’insegna di valori come la pace, il rispetto del pluralismo e la diversità vista come una risorsa».

Premio Stelle d’Europa: la cerimonia a Palazzo Pirelli

Nel corso della cerimonia finale del concorso, che si è svolta a Palazzo Pirelli a Milano, sono stati proclamati vincitori Carlo Cozzi di Legnano, Fiorella Minnucci e Virginia Rosaschino di Milano (sezione video); Giulia Guarnaccia di Muggiò e Marco Perrotti di Milano (sezione fotografia); Giacomo Infantino di Gavirate, Lucrezia Savoldi Bellavitis di Milano e Vitni Ferdinando di Rozzano (sezione digital art). I vincitori delle tre sezioni hanno ricevuto un biglietto interrail Global Pass per viaggiare gratuitamente per sette o cinque giorni attraverso l’Europa alla scoperta dei popoli e delle culture, unitamente all’attestato e al trofeo “Stelle d’Europa” consegnato ai lavori di particolare interesse individuati dalla giuria.

Nella foto: la cerimonia finale del Premio Stelle d’Europa a Palazzo Pirelli.

Astrofotografia: intervista esclusiva a Riccardo Crescimbeni

Riccardo Crescimbeni ama l’astrofotografia tanto da aver allestito un piccolo osservatorio tra i boschi della campagna senese. Per anni, la sua compagna di esplorazioni è stata una Canon.

L’astrofotografia spiegata da Riccardo Crescimbeni

Riccardo, sei un astrofilo da oltre vent’anni e oggi catturi bellissime immagini
astronomiche. Che cosa ha dato il via alla tua passione? Fin da piccolo, ho sempre guardato più in alto che in basso… Sono cresciuto in una zona di montagna e per me è stato molto facile lasciarmi affascinare da quei cieli pieni di scintille coloratissime -la parte più visibile di un mondo sconfinato che è inimmaginabile persino per il bambino con la fantasia più fervida. E così, quando mi fu regalato il mio primo telescopio (un Konus 114 mm Newton), il mio interesse per lo spazio crebbe insieme a me, portandomi a conoscere diverse persone con la mia stessa passione e trovando una community molto attiva.

Qual è stata la tua prima strumentazione astronomica? Ora che strumenti e tool utilizzi per fotografare i corpi celesti? Inizialmente avevo un setup molto semplice, ma estremamente funzionale per gli spostamenti. Il mio strumento di ripresa era un telescopio Newton Skywatcher 200/1000, mentre come camera di acquisizione avevo una fidatissima Canon EOS 550D a cui avevo sostituito il filtro per poter riprendere le nebulose, oltre che le galassie o altri oggetti deep-sky. Oggi invece utilizzo sempre un telescopio Newton – solo molto più grande – abbinato a una camera CCD Moravian G2 8300 FW, che se da un lato è molto efficiente per la ripresa, dall’altro richiede una strumentazione più complessa, a causa della necessità di essere alimentata a corrente (cosa che con la mia Canon EOS 550D non era necessario). Nonostante io viva a Milano, il mio setup al momento si trova nel mio osservatorio in Toscana, in provincia di Siena. Il cielo è nettamente più buio, c’è meno inquinamento luminoso e soprattutto posso controllarlo da remoto.

E per la post-produzione? Mi affido a un programma di elaborazione fotografica che si chiama Pixinsight, ormai diventato un must per tutti gli astrofili – un po’ come Photoshop per i grafici, che è un altro tool interessante da utilizzare soprattutto per chi è alle prime armi. L’elaborazione fotografica è imperativa per chi si diletta nella fotografia astronomica, perché anche se si possiede una strumentazione onerosa (e parliamo di numeri a cinque cifre!) ma non si ha un buon programma per montare ed elaborare i frame ottenuti da ore e ore di ripresa, il risultato finale sarà estremamente deludente.

Il contest di astrofotografia

Invitiamo tutti i fotografi e astrofili a partecipare al nostro Contest dedicato all’astrofotografia. Invia 3 fotografie astronomiche realizzate con qualsiasi setup tu abbia a disposizione e le caricheremo sul nostro portale. Inoltre, le immagini più belle verranno selezionate da una giuria specializzata e pubblicate sulle riviste di Sprea Editori. Partecipa al Contest cliccando qui. Puoi usare qualsiasi setup astronomico senza vincoli. 

Puoi leggere l’intervista integrale su Photo Professional 121 in edicola dal 27 novembre e disponibile online qui

Chi è – Nato a Milano nel 1982, Riccardo Crescimbeni comincia a studiare come orologiaio nel 1995, iniziando immediatamente a fare pratica. Diventa presto un mastro orologiaio esperto seguendo le orme del padre, portando avanti la gioielleria di famiglia. Da 21 anni appassionato di fotografia astronomica, oggi è in possesso di un’eccellente strumentazione astronomica e di un vero e proprio osservatorio astronomico tra le colline senesi – gestibile da remoto da qualsiasi angolo del mondo. Riccardo è vincitore di tre premi europei AAPOD per l’astrofotografia.

Annunciati i vincitori del contest promosso da Boscolo tour

L'italia a scatti vincitori

Si è concluso con grande successo L’Italia a Scatti, il prestigioso contest fotografico promosso da Boscolo tour. Migliaia di fotografi hanno caricato sul nostro sito immagini che hanno saputo raccontare il patrimonio artistico, le nuove architetture, i luoghi più iconici di Alberobello, Ischia, Venezia, Siena, San Gimignano, Assisi e Napoli, destinazioni tra le più affascinanti del nostro Paese.

I vincitori di Boscolo tour

Tra gli autori che hanno preso parte al contest, la giuria ha selezionato i tre vincitori: Natascia Pereyatenets con la fotografia, che sembra quasi un dipinto, dedicata al meraviglioso paesaggio delle terre di Siena (prima classificata); Rosamaria Bidoli per la fotografia dedicata ai colori che acqua, cielo e palazzi assumono al momento del tramonto, rendendo impareggiabile la vista di Venezia (secondo premio); Marcello Ciervo per una spettacolare fotografia di Piazza del Plebiscito, uno dei luoghi simbolo di Napoli (terzo premio). La vincitrice riceve un cofanetto omaggio Boscolo Gift “Seduzioni d’Arte”, mentre il secondo e il terzo classificato si aggiudicano un percorso fotografico individuale a Venezia con un fotografo professionista Ambassador Leica. Inoltre, la foto più votata della sequenza vincente per ogni destinazione sarà usata come foto copertina della destinazione stessa sul sito Boscolo Gift, mentre tutti i partecipanti riceveranno un buono sconto del 15% sull’acquisto online di un cofanetto Boscolo Gift.

Per scoprire altri contest attivi, vai qui.

 

EIZO Wildlife Photo Contest

(C) Marco Colombo

La fotografia naturalistica è un genere straordinario che si presta a innumerevoli interpretazioni. Partecipa al contest organizzato in collaborazione con EIZO e condivi il tuo personale punto di vista. Scegli il soggetto che preferisci: gli animali rappresentano quello più popolare, è vero, ma nulla ti impedisce di montare il grandangolo e dedicarti al paesaggio, oppure di concentrarti su fiori e piante immortalandoli a distanza ravvicinatissima con la tua ottica macro. Una regola ferrea: i protagonisti degli scatti devono essere liberi: non rinchiusi in una gabbia o in una vasca.

Sfoga dunque tutta la tua creatività, e fallo con passione, ma senza cercare immagini sensazionalistiche e rispettando la Natura in tutti i suoi aspetti.
Le foto che arriveranno alla redazione entro il 15 settembre 2019 saranno selezionate da una giuria di esperti composta dalla redazione, da Denis Curti (direttore dell’area Fotografica Sprea), dal noto naturalista fotografo Marco Colombo e da Roberta Scalisi, Product & Marketing Manager di EIZO. Le foto più belle, oltre ad essere pubblicate sulle nostre riviste Il Fotografo, N-Photography, Photo Professional e Digital Camera, saranno esposte in una mostra che si terrà il prossimo autunno presso Photo Square, il prestigioso spazio espositivo all’interno dell’aeroporto di Malpensa, Terminal1.

Per iscriverti e caricare le tue foto clicca qui 
Carica le foto JPEG nella risoluzione originaria della tua fotocamera, no RAW. Solo la redazione avrà accesso al file in grande formato (necessario per la stampa su carta), online apparirà automaticamente in formato ridotto

©Marco Colombo
©Marco Colombo
©Marco Colombo

Quanto è importante l’acqua per il Paese? Un contest fotografico per insegnarlo

Un contest fotografico per insegnare quanto è importante l’acqua

Un’iniziativa per educare al rispetto dell’acqua come risorsa preziosa e per aumentare la sensibilità sull’importanza di una sua corretta gestione per la sicurezza ambientale, ma anche come fattore strategico per il futuro dell’agricoltura italiana. La Coldiretti, l’ANBI (Associazione nazionale consorzi gestione tutela territorio ed acque irrigue) e la Fondazione Univerde hanno lanciato con queste finalità il primo concorso fotografico “Obiettivo Acqua”, le cui premiazioni godranno del patrocinio del Ministero dell’Ambiente. L’accessibilità all’acqua, la disponibilità di risorsa in quantità e qualità adeguata, nonché l’efficienza della sua distribuzione garantiscono benefici anche economici in termini di presidio del territorio, difesa idrogeologica, conservazione della biodiversità, mitigazione ed adattamento ai cambiamenti climatici. Basti pensare che sono quasi 2,6 milioni, le famiglie italiane che vivono in oltre 300.000 chilometri quadrati di aree ad alta o media pericolosità di alluvioni, come testimonia anche le recenti ondate di maltempo, abbattutesi su gran parte del Paese e che hanno causato frane ed esondazioni, i cui danni, solo nelle campagne, sono stimati in milioni di euro. Il contest fotografico vuole, in particolare, valorizzare la conoscenza delle peculiarità dei sistemi irrigui collettivi italiani e le esternalità positive in termini ambientali, paesaggistici, per la multifunzionalità delle imprese agricole e dello sviluppo rurale; oltre a ciò, il format punta a selezionare fotografie, che presentino particolari caratteristiche artistiche per valorizzare i molteplici e differenziati aspetti ambientali e sociali, legati all’impiego dell’acqua.

Le iscrizioni al concorso sono aperte fino il 31 marzo prossimo; per informazioni è consultabile il sito:  www.obiettivoacqua.it .

Alghero Street Photography Awards: al via il contest internazionale di fotografia

ASPA – Alghero Street Photography Awards

ASPA – Alghero Street Photography Awards, festival internazionale dedicato alla fotografia d’autore, ritorna con un secondo appuntamento che consolida la sua formula ma propone alcune innovazioni. Come nella prima edizione, il festival ASPA è preceduto da un concorso internazionale, opportunità di riflessione, osservazione di una realtà che muta velocemente, contatto con un mondo eterogeneo.

Alghero Street Photography Awards: contest

Il contest si suddivide in tre categorie principali – Fotografia di viaggio, Fotografia Documentaria e Fotografia di strada a cui si aggiungono la categoria Fotografia di ricerca e Insula/Insulae, tema speciale sviluppato interamente in Sardegna. A questi si sommano i premi della categoria Blow-up, riconoscimenti speciali dal taglio maggiormente fotogiornalistico che mirano a dare un particolare approfondimento sulla realtà. Gli autori saranno selezionati da una giuria internazionale composta da professionisti del settore: Siegfried Hansen, Viviana Gravano, Valerio Bispuri, Simone Sbaraglia, Ezio Ferreri, Salvatore Ligios, Ivo Serafino Fenu, Sonia Borsato.

Alghero Street Photography Awards: al vincitore un soggiorno ad Alghero, interamente pagato e la pubblicazione sulla prestigiosa rivista Digital Camera 

La vera novità di questa seconda edizione è la sinergia tra lo sponsor ufficiale.
Fujifilm Italia e il nuovo sponsor Il Fotografo che ha dato vita al Premio sponsor: un soggiorno ad Alghero, interamente pagato, per la realizzazione di un progetto autoriale nella nostra città per raccontarla in modo inedito tra natura e tradizioni, passato e contemporaneo. Il vincitore sarà coadiuvato dall’associazione Officine di idee, ideatrice del festival, che sarà disponibile, sin da prima dell’arrivo ad Alghero, a dare tutto il supporto necessario alla realizzazione del progetto (contatti, informazioni logistiche, curiosità sul luogo).
Al vincitore verrà fornito in prestito un corredo Fujifilm di ultima generazione e il suo progetto verrà successivamente pubblicato sulla prestigiosa rivista Digital Camera con un articolo di 5 pagine a lui dedicate.
Il vincitore verrà selezionato tra tutti i 40 semifinalisti delle categorie in concorso da una giuria composta da un membro di Fujifilm Italia, uno della casa editrice Sprea e da un rappresentante dell’amministrazione comunale di Alghero.

https://www.aspawards.com/

ASPAwards, proroga al 17 febbraio 2019: svelato il premio sponsor “Fujifilm” e “Il Fotografo”

Svelato il premio sponsor “Fujifilm” e “Il Fotografo”

Sarà possibile inviare le proprie foto e partecipare così all’ASPAwards fino al 17 febbraio 2019. E’ questa la nuova dead line dell’Alghero Street Photography Awards, il Festival Internazionale della Fotografia di Strada e d’Autore promosso e organizzato dall’associazione culturale “Officine di Idee” giunto alla seconda edizione.
Colonna portante del festival è il concorso internazionale, un’opportunità di riflessione, osservazione di una realtà che muta velocemente, contatto con un mondo complesso. Aperto dal 1 novembre 2018, ci sarà tempo fino al 17 febbraio 2019 per caricare le fotografie sul sito www.aspawards.com. Tre le categorie principali “Fotografia di Viaggio”, “Fotografia Documentaria” e “Fotografia di strada”, cui si aggiungono la categoria “Fotografia di ricerca” e “Insula/Insulae” (tema speciale che dovrà essere sviluppato interamente nel territorio della Sardegna). ASPAwards si caratterizza da subito per una grande possibilità espressiva, un’eterogeneità che dà libero accesso a diverse tipologie di linguaggio, differenti sguardi sul mondo. A queste si aggiunge il “Premio Blow-Up”: Non una categoria vera e propria, ma un percorso a latere, il “Premio è un riconoscimento speciale che indica il passo e la visione di ASPA, ne rivela il mood e la poetica, e sarà conferito a lavori che, fra tutti i progetti presentati in tutte le categorie, si distinguono per un’audace lettura di argomenti rilevanti nel quotidiano, ardimento giornalistico, coraggio di indagine, maturità espressiva e una particolare attinenza al tema dell’edizione che, in questo secondo anno, si concentra sulle migrazioni.

ASPAwards: la giuria e il festival

Tutti i partecipanti sottoporranno i loro lavori alla valutazione di un’importante giuria, composta di fotografi, creativi, curatori e critici di fama internazionale. Loro sono Valerio Bispuri, Simone Sbaraglia, Siegfried Hansen, Viviana Gravano, Ivo Serafino Fenu, Ezio Ferreri, Salvatore Ligios e Sonia Borsato (direttore artistico Aspa).
Il festival ASPA avrà da cornice la splendida città di Alghero e si aprirà venerdì 26 aprile 2019 con la serata di premiazione presso il Teatro Civico. Proseguirà con un calendario pensato per accontentare un pubblico eterogeneo, alternando momenti di formazione per professionisti ma anche per un pubblico molto più giovane, incontri di riflessione, mostre e installazioni urbane. Un’occasione per mettere a fuoco l’oggi, coltivando uno sguardo che sia autentico, responsabile, etico ed estetico al tempo stesso. Il tutto declinato in una città che si spalanca al mondo e che sa fare della cultura e dell’accoglienza i pilastri del contemporaneo. Anche per il 2019 fulcro delle installazioni sarà l’ex Mercato Ortofrutticolo di Piazza Pino Piras.

ASPAwards: la premiazione

Per l’ASPAuthor 2019 è previsto il premio in denaro di 1000,00 euro, mentre ai migliori autori nelle diverse categorie andranno 500,00 euro. Previsti il Premio Giovani (serie e singola), il Premio Blow-Up e le menzioni d’onore. Tutti i premi saranno consegnati ai vincitori in diretta streaming durante la serata di gala che si terrà presso il Teatro Civico di Alghero venerdì 26 aprile 2019, col vincitore assoluto del concorso che sarà proclamato dalla giuria riunita in seduta comune sulla base delle opere dei vincitori delle singole categorie.
“Fujifilm” e “Il Fotografo” offriranno la possibilità a un fotografo – selezionato tra i 40 semifinalisti (serie/singole) di tutte le categorie in concorso (“Viaggio”, “Documentario”, “Fotografia di strada”, “Fotografia di ricerca” e “Tema speciale”) – di realizzare un lavoro autoriale nel territorio di Alghero. Il fotografo sarà coadiuvato dall’associazione “Officine di idee” che lo supporterà in tutte le fasi organizzative fornendogli contatti e assistenza durante la realizzazione del progetto. Al vincitore sarà fornito in prestito un corredo fotografico “Fujifilm” di ultima generazione e il suo progetto sarà in seguito pubblicato sulla prestigiosa rivista “Digital Camera” con un articolo di 5 pagine a lui dedicate.

Tutti i dettagli su come partecipare al contest, le biografie dei giudici, i premi e il festival su www.aspawards.com

Nikon Talents:grande opportunità per i giovani fotografi

Nikon Talents: una grande opportunità per i giovani fotografi

Anche quest’anno torna una nuova edizione di Nikon Talents; il contest che è giunto alla sua sesta edizione, si prefigge l’obiettivo di stimolare la creatività dei giovani e la loro passione per la fotografia.
Il concorso è riservato ai giovani appassionati di fotografia con un’età compresa tra 18 e 35 anni, i quali sono chiamati a svuluppare il tema “2018: anno del cibo italiano”; dovranno quindi fornire una loro interpretazione all’insegna della creatività, dell’eccellenza italiana nell’ambito del food & beverage

Nikon Talents, nuova edizione

Largo spazio dunque alle fotografie di piatti tipici e di trattorie storiche, cantine e opere d’arte con protagonista il cibo; non ci sono limiti alla creatività e alla fantasia: ampio spazio quindi anche agli scatti con protagonisti coloro che permettono di apprezzare la qualità delle materie prime del nostro territorio, come agricoltori, apicoltori e anche allevatori. 

Nikon Talents: regolamento 

I giovani fotografi possono partecipare presentando tre scatti o un progetto multimediale.
I progetti multimediali e gli scatti dovranno essere caricati entro il 30 settembre 2018 su www.nikontalents.it.
Saranno decretati tre vincitori per la categoria Portfolio fotografico che si aggiudicheranno buoni acquisto da 1.000, 1.500 e 2.000 euro, per acquisti da effettuarsi su Nikonstore.it.
Per la categoria Progetto multimediale, sarà nominato un solo vincitore: per il fortunato un buono acquisto da 2.000 euro da spendere su Nikonstore.it.

Contest Auto firmato Spreafotografia

Il nuovo contest di Spreafotografia è dedicato all’auto

Il nuovo contest di Spreafotografia è dedicato all’automobile: utilitaria, city car, sportiva,
di lusso, c’èsolo l’imbarazzo della scelta. Hai tempo fino al 15 aprile per caricare le tue foto sul sito www.spreafotografia.it/contestauto. Che la macchina sia tua o meno, individua la location, posiziona le luci e rendila protagonista per un giorno!

La partecipazione ai contest è gratuita e aperta a tutti i fotografi e fotoamatori purchémaggiorenni. Sono ammesse fotografie, in alta risoluzione ( massimo 3MB ) sia b/n che a colori, con inquadrature sia verticali che orizzontali, ma solo in formato JPEG, PNG e GIF, purchénon esulino dal tema in oggetto. Non sono ammesse foto realizzate interamente tramite software o ritoccate ed elaborate in maniera sostanziale, né quelle non conformi al regolamento. Le fotografie saranno visibili online e quelle selezionate dalla redazione saranno pubblicate anche sulle riviste.

Ecco come fare:

1 Collegati al sito www.spreafotografia.it Inserisci i tuoi dati d’accesso (se non l’hai ancora fatto,iscriviti premendo REGISTRATI e compilando i campi nel modopiùcompletopossibile) e clicca sul pulsante Carica Foto.

2 Fai clic su Seleziona foto e scegli quella che vuoi pubblicare.Indica la Categoria, inserisci il Titolo e scrivi una Descrizione, la piùpossibile dettagliata, dello scatto (come l’hai realizzato, l’idea che c’èdietro, eccetera). Compila il modulo dati EXIF (il sistema, di solito, puòfarlo al posto tuo, basta spuntare la casella Dati Exif Automatico e metti i TAG).

0 0,00
Go to Top