Tag archive

cortona on the move

Le fotografie dell’allunaggio in mostra a Cortona

Le fotografie dell’allunaggio saranno in mostra a Cortona.
Il festival internazionale di fotografia Cortona On The Move e Intesa Sanpaolo festeggiano il cinquantesimo anniversario dello sbarco dell’uomo sulla luna. In ricordo di quello storico momento, dal 20 luglio a 20 agosto nella filiale della Cassa di Risparmio di Firenze – Intesa Sanpaolo di Cortona, saranno esposte alcune stampe vintage originali della missione Apollo 11 e il fotocolor di una delle immagine icona: quella di Buzz Aldrin che passeggia sul suolo lunare il 21 luglio 1969.

Cortona On The Move e le fotografie dell’allunaggio 

Una riproduzione a grandezza naturale della stessa foto e dell’astronauta Buzz Aldrin sarà posizionata in Piazza della Repubblica a Cortona nelle giornate del 20 e 21 luglio per dare l’opportunità a cortonesi e turisti di farsi una foto insieme a uno dei protagonisti dell’allunaggio.
Gli utenti potranno condividere i selfie sui social con l’hashtag #SelfieWithBuzz insieme a un pensiero su quale potrà essere il prossimo “grande passo per l’umanità”. La foto originale è conservata nell’Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo, acquisito nel 2015 che annovera un patrimonio fotografico di circa sette milioni di immagini databili fra la metà degli anni Trenta e la metà degli anni Novanta.

 

I vincitori del premio Canon Giovani Fotografi in mostra a Cortona On The Move

Santa Lucia © Ciro Battiloro

Raccontaci una storia è stato il filo conduttore della 14esima edizione del Premio che Canon dedica ai giovani fotografi italiani, dai 18 ai 35 anni di età, per offrire un’opportunità di affermazione professionale. In collaborazione con il festival internazionale di fotografia Cortona On The Move (COTM) per il secondo anno consecutivo, il Premio Canon ha registrato un nuovo record di partecipazione con oltre mille iscrizioni, a conferma di come nel nostro Paese stia sempre più maturando tra i giovani la volontà di trasformare la passione per la fotografia in opportunità di lavoro. Anche quest’anno, la Giuria del Premio si è trovata a valutare tantissimi progetti appassionanti che hanno rivelato sguardi inediti sulla quotidianità che ci circonda e sul mondo. Tra le novità del Premio edizione 2019, l’esposizione di tutti i progetti finalisti al COTM diventando dunque parte integrante del programma di mostre del Festival di Cortona che rappresenta per questi giovani una grande occasione di visibilità a livello mondiale. Le opere dei cinque finalisti saranno esposte dall’11 luglio al 29 settembre 2019 presso il centralissimo Palazzo Cinaglia.

Canon Giovani Fotografi: i vincitori

CATEGORIA PROGETTO FOTOGRAFICO

1° CLASSIFICATO: Federico Vespignani – PROGETTO: Por Aquí Todo Bien
Federico Vespignani apre una finestra su un mondo lontano, pericoloso, sconosciuto, come quello delle gang giovanili in Honduras. Una realtà dura che lui documenta senza pregiudizi né giudizi. Da questo Paese, proprio per sfuggire allo stato continuo di violenza, molti partono alla ricerca di una vita migliore. Ma tanti, come Federico ci svela, vivono tra paure e speranze, tra pericoli e sogni. Lo sguardo e i colori che utilizza in Por Aquí Todo Bien (Qui va tutto bene) suggeriscono in maniera potente questa fragile dicotomia.
Federico Vespignani è un fotografo italiano nato e cresciuto a Venezia. Ha studiato arti visive allo IED di Roma. Conseguito il diploma, inizia a lavorare come fotografo freelance. I suoi lavori sono apparsi su diverse testate, tra le quali GEO, Bloomberg News, The New York Times Lens, Courrier International, Neuen Zürcher Zeitung, Monocle, Inside Over. Negli ultimi anni il suo lavoro si è sviluppato in progetti a lungo termine in Centro America, concentrandosi sulla relazione e sugli effetti della violenza nell’individuo.

2° CLASSIFICATA: Alisa Martynova – PROGETTO: Nowhere Near

Il senso di perdita, di ricerca, di spaesamento è quello che ci rivela Alisa Martynova con il suo lavoro Nowhere Near (Per niente vicino). Nelle immagini create e nei ritratti posati, prova ad immaginarsi l’arrivo, dopo un viaggio verso un sogno che però a destinazione sparisce. Come si ritrova la direzione della propria vita, si chiede la giovane fotografa russa, quando ci si perde alla ricerca di qualcosa? Metafora di viaggi contemporanei, di migrazioni disperate ma speranzose, questo lavoro tenta di farci percepire quel bisogno umano di appartenenza e sogno.
Alisa Martynova originaria di Orenburg, Russia, risiede a Firenze, dove studia e lavora da 4 anni. Sta concludendo il terzo anno di studi al corso triennale di fotografia presso la Fondazione Studio Marangoni. Nell’ultimo periodo sta lavorando come assistente per il collettivo fotografico Riverboom.

3° CLASSIFICATO: Ciro Battiloro – PROGETTO: Santa Lucia

Rendere visibile l’invisibile, è quello che riesce a fare Ciro Battiloro, in Santa Lucia. Con un bianco e nero classico e attento, ci rivela con intimità ed empatia, la vita che scorre nel quartiere Santa Lucia, nel centro storico di Cosenza, un luogo dimenticato dove però si incrociano storie, vite e amore.
Battiloro, fotografo con base a Napoli, per lungo tempo ha fotografato fuori dall’Italia, viaggiando in Africa, Iran, Macedonia, Turchia, Romania. La sua ricerca degli ultimi anni si concentra su alcuni quartieri del sud Italia (Rione Sanità a Napoli, Quartiere Santa Lucia, Cosenza) che, a causa di processi storici e politici, vivono una condizione di emarginazione.

MENZIONE SPECIALE FOTOGRAFIA SPORTIVA

1° e UNICO CLASSIFICATO: Federico Guida – PROGETTO: Pugni Chiusi

Quando lo sport diventa riscatto e motivazione. Federico Guida cattura la grinta e la forza dei detenuti del carcere di Bollate nel loro impegno agonistico nel pugilato. Alternando ritratti e scatti d’azione in bianco e nero, convince la giuria con un racconto completo e onesto.
Federico Guida si diploma all’Accademia R. Bauer di Milano nel 2011. Dopo uno stage formativo presso il collettivo Cesura e un periodo di formazione in Australia e New York, si imbarca su navi da crociera come fotografo. Tornato a Milano nel 2013, coltiva la sua propensione per il ritratto e collabora con riviste e agenzie.

CATEGORIA PROGETTO MULTIMEDIALE

1° e UNICO CLASSIFICATO Alberto Ferretto – PROGETTO: About Respect

Non è semplice raccontare la relazione tra uomini e animali in maniera non stereotipata. E’ un racconto semplice ma potente quello di Alberto Ferretto, che ci parla di amicizia e amore al suo stato più puro. Un viaggio ritmato e cinematografico, un racconto serrato che spazia tra presente e passato con un linguaggio coerente e contemporaneo.
Nato a Thiene, 1989, dopo gli studi e diverse esperienze di lavoro, tra grafica, fotografia e stampa, Alberto Ferretto, nel 2011 collabora con FABRICA come fotografo, dove scopre anche la regia video. Successivamente, come libero professionista realizza servizi e spot commerciali per marchi internazionali, gira un documentario in Perù come regista/editor e un lungometraggio (in corso) tra India, Italia e Birmania come producer/cinematographer. Ama la montagna. Appassionato di sport, pratica ultrarunning.

Jan Düfelsiek si aggiudica Master of Photography

© Jan Düfelsiek

Classe 1993, Jan Düfelsiek esulta per la conquista del titolo di Master of Photography, il primo tv show europeo dedicato al mondo della fotografia a firma Sky Arte, che ha visto la partecipazione di Canon nel ruolo di Digital Imaging Partner. Di nazionalità tedesca, Jan è un fotografo specializzato in ritrattistica. Ciò che lo spinge a fotografare è la possibilità di conoscere gli altri, di ascoltare e raccontare le loro storie. La macchina fotografia è per lui uno strumento di indagine e di messa a fuoco, un modo per preservare la memoria, le sensazioni e i rapporti del soggetto ritratto. Cresciuto in un paesino tedesco, come emerge dai suoi delicati e intensi ritratti, Jan è attratto dal microcosmo e dalle sue correlazioni sociali, dalle attività e dai ruoli che le persone ricoprono all’interno di una comunità. Canon è stata al fianco dei partecipanti e della produzione.

Master of Photography e Cortona On The Move

Le fotografie del vincitore di Master of Photography, saranno inserite nel programma ufficiale delle mostre del Festival internazionale di fotografia Cortona On The Move in esposizione dall’11 luglio al 29 settembre 2019 presso i Giardini Pubblici. Quest’anno, per la prima volta e grazie alla sinergia con Canon Italia, il festival di Cortona ospita la mostra conclusiva dei talenti finalisti della quarta edizione di Master of Photography, un’esposizione interamente prodotta con tecnologia Canon e posizionata al fianco di illustri fotografi contemporanei.
Dopo aver studiato fotografia a Dortmund, in Germania, Jan Düfelsiek nel 2017 ha lavorato a New York per Martin Schoeller, il noto fotografo di celebrity. Oggi, Jan frequenta un Master in Fotografia a Bielefeld. Nelle sei avvincenti puntate di Master of Photography edizione 2019 i concorrenti – tra fotografi professionisti e amatoriali di differenti nazionalità – si sono sfidati all’ultimo ‘scatto’ per sviluppare in poche settimane una tecnica unica e personale con l’obiettivo di conquistare il favore della giuria composta da fotografi ed esperti di fama mondiale.

Arianna Rinaldo e le novità di Cortona On The Move

Dall’11 luglio al 29 settembre, torna nella splendida cittadina toscana Cortona On The Move, festival internazionale di fotografia, giunto alla nona edizione. Organizzato dall’associazione culturale ONTHEMOVE, con la direzione artistica di Arianna Rinaldo, il festival guarda con particolare interesse all’evoluzione del linguaggio fotografico, con l’obiettivo di offrire al pubblico spazi di riflessione e di confronto. Non solo belle immagini, dunque, ma storie che raccontino il mondo di oggi, come sottolinea Arianna Rinaldo, che ci guida alla scoperta delle iniziative e delle mostre in programma quest’anno.

Intervista a Arianna Rinaldo

Arianna, in ogni edizione è possibile individuare un filo rosso che lega le diverse mostre in programma: qual è quello di quest’anno? Ci segnali qualcuno tra gli autori presenti in questa edizione?
Mi piace che tu abbia usato l’espressione filo rosso piuttosto che tema. Cortona On The Move non è un festival tematico ma sicuramente ogni anno c’è un aspetto che lega e dà coerenza alle diverse proposte, che è sempre ispirato dall’attualità, da ciò che sta succedendo nel mondo, dalle parole chiave che emergono a livello globale. Quest’anno il filo rosso è il paesaggio nella sua relazione con l’essere umano. Quindi, da una parte le questioni ambientali ed ecologiche, ampliando anche la tematica del paesaggio ad altri tipi di relazioni con l’umanità: le tracce della storia dell’umanità nel paesaggio, le migrazioni, l’appartenenza, gli spostamenti nel territorio, il modo in cui noi stessi siamo influenzati dal luogo, dal paesaggio in cui viviamo. Nello specifico, una mostra che voglio mettere in evidenza, perché è stata creata ad hoc, è quella di Simon Norfolk, dal titolo abbastanza provocatorio, Crime Scenes, Scene del crimine. Simon Norfolk è conosciuto come fotografo di paesaggio, un paesaggio visto non in senso naturalistico ma come specchio dell’azione umana. Per la prima volta mi ha permesso di unire quattro suoi lavori, alcuni come stampe, alcuni come video, in cui si guarda al paesaggio toccando diverse tematiche, quella storica, quella ecologica, quella del tempo che passa. In generale, quello che mi interessa è che le mostre presenti al festival raccontino una storia, raccontino la storia del mondo in cui viviamo.

Tra i main sponsor del festival c’è anche Canon, che sarà Digital Imaging Partner. Ci racconti alcune tra le iniziative in programma quest’anno?
Sono tutte interessanti, a partire dal Premio Canon Giovani Fotografi, che abbiamo rilanciato lo scorso anno, e dalla Summer School. Vorrei però sottolineare ARENA – Video and Beyond, sezione del festival che vuole dare spazio a quei fotografi e film maker che, pur con una forte base fotografica, lavorano con più media e con linguaggi diversi, sempre con il fine di raccontare storie del mondo di oggi. ARENA, quest’anno alla sua seconda edizione, è curata da Liza Faktor e ospita otto autori.

Tra le iniziative di questa edizione del festival ce n’è una che, come direttrice artistica, hai voluto fortemente, che ti rende particolarmente orgogliosa?
C’è un tema, un discorso che quasi tutti gli anni abbiamo portato a Cortona e che mi sta molto a cuore ed è quello delle migrazioni. Negli anni passati abbiamo più volte parlato delle migrazioni verso l’Europa; quest’anno, per ampliare la tematica, ho voluto parlare delle migrazioni legate al Messico attraverso i lavori di due fotografe, una messicana e una americana. Da una parte abbiamo un approccio più fotogiornalistico, documentativo, che è quello di Ada Trillo con La Caravana, dall’altra un approccio concettuale, storico – quello di Lara Shipley – per vedere chi sono le persone che, nel tempo, sono passate attraverso questo confine, non solo migranti ma anche conquistadores, contrabbandieri, ecc.

Hai parlato spesso di storie…
Sì, l’idea del festival non è scegliere quindici fotografi e farli vedere, scegliere immagini che lascino a bocca aperta, ma scegliere immagini che facciano riflettere, che provochino, emozionino, facciano parlare. Raccontare le storie del mondo di oggi è la cosa più importante, perché poi ognuno le legge a proprio modo, le riceve a seconda della propria provenienza, della cultura e delle esperienze. Soprattutto la cosa importante è creare spazi di riflessione, di confronto: le conferenze, gli incontri che facciamo nelle giornate inaugurali del festival fanno sì che il pubblico possa sentirsi parte attiva, essere coinvolto.

L’intervista completa è su Photo Professional n. 116

Happiness ONTHEMOVE: la felicità secondo Stephanie Gengotti

Circus Love © Stephanie Gengotti

La fotografa italo-francese Stephanie Gengotti si è aggiudicata l’ottava edizione di Happiness ONTHEMOVE, premio internazionale realizzato nell’ambito del festival Cortona On The Move in collaborazione con il Consorzio Vino Chianti. Con il suo progetto Circus Love – The Magical Life of Europe’s Family Circuses (Amore da circo: la magica vita delle famiglie circensi d’Europa), l’autrice ha fatto propria la mission del premio: rappresentare la felicità attraverso il linguaggio fotografico. Iniziato nel 2016, Circus Love è un progetto a lungo termine dedicato al Nuovo Circo e alle famiglie nomadi – una per ogni capitolo – che hanno rivoluzionato il concetto di arte circense. Ultimi eredi di un mondo quasi scomparso, questi artisti viaggiano per il mondo, esibendosi nei festival internazionali di street art e condividendo la loro arte e la loro passione con le persone che ancora sono capaci di aprire gli occhi e il cuore alla meraviglia.

Stephanie Gengotti si è aggiudicata l’ottava edizione di Happiness ONTHEMOVE

La giuria – di cui hanno fatto parte Peggy Sue Amison (East Wing), Alexa Becker (Kehrer Verlag); Elena Boille (Internazionale), Arianna Rinaldo (Cortona On The Move), Andreas Trampe (Stern Magazine) e James Wellford (National Geographic) – ha commentato: “Partendo dal circo come metafora della vita, Stephanie Gengotti si è immersa nella quotidianità dei piccoli circhi itineranti, per esplorare la possibilità di un’esistenza diversa, in cui la centralità dei legami affettivi e la libertà di muoversi ed esprimersi in armonia con l’ambiente ripagano degli sforzi e della situazione di precarietà. Con immagini dalla luce accogliente, sapientemente costruite nella loro spontaneità, Circus Love – The Magical Life of Europe’s Family Circuses restituisce quel senso di pace che viene voglia di chiamare felicità”. Stephanie Gengotti riceverà il premio il 13 luglio a Cortona da Lorenzo Tersi, Marketing manager del Consorzio Vino Chianti, e il suo lavoro sarà esposto al festival Cortona On The Move nel 2020. Il festival Cortona On The Move 2019 sarà in scena dall’11 luglio al 29 settembre.

Info: www.cortonaonthemove.com

 

Cortona On The Move: al via il festival internazionale di fotografia

“Arctic Zero” © Paolo Verzone

Diretta da Arianna Rinaldo, la nona edizione del festival internazionale di fotografia Cortona On The Move indaga la relazione tra le persone, il paesaggio e il territorio, attraverso il linguaggio della fotografia contemporanea, le opere di grandi maestri e gli archivi storici. In particolare, lo sguardo si concentra sulla trasformazione del mondo che ci circonda – che rivela molto di noi, delle nostre azioni, della nostra storia – ponendo interrogativi sul presente e sul futuro. Alla ricerca di forme originali di comunicazione visiva è, invece, dedicata la seconda edizione di ARENA – Video and Beyond, sezione curata da Liza Faktor che ospita video sperimentali, installazioni e opere transmediali, realizzati da fotografi che lavorano tra fotografia, film e tecnologia.

Nelle giornate inaugurali del festival, dall’11 al 13 luglio, sono in programma talk, letture portfolio ed eventi con fotografi, photo editor ed esperti di fama internazionale. Le mostre – tra cui spiccano quelle di Paolo Verzone, che racconta i cambiamenti climatici a partire dall’esperienza di una comunità che lavora alla base di Ny Alesund nelle isole Svalbard, e di Simon Norfolk – sono dislocate tra il centro storico di Cortona e la Fortezza Medicea del Girifalco.

Cortona On The Move
11 luglio – 29 settembre

“Arctic Zero” © Paolo Verzone

Cortona On The Move: presentata la nona edizione

Michele Coppola (Executive Director Arte, Cultura e Beni Storici Intesa Sanpaolo), Antonio Ciarloni (Direttore Cortona On The Move), Arianna Rinaldo (Direttrice Artistica Cortona On The Move) durante la presentazione del festival.

È stata presentata questa mattina, presso le Gallerie d’Italia di Milano, polo museale e culturale di Intesa Sanpaolo, la nona edizione del Festival Internazionale di Fotografia Cortona On The Move, in programma dall’11 luglio al 29 settembre. La manifestazione, che ha il patrocinio della Regione Toscana, del Comune di Cortona e della Provincia di Arezzo, è realizzata con il sostegno di Intesa Sanpaolo, main partner per il secondo anno consecutivo, e di Canon Italia, Digital Imaging Partner dal 2017. Con un’attenzione particolare alla fotografia contemporanea e all’evoluzione del linguaggio fotografico, fin dalla prima edizione Cortona On The Move ha avuto una forte vocazione internazionale, chiamando a sé autori provenienti da ogni parte del mondo e, allo stesso tempo, portando Cortona e la Toscana nel mondo.

Cortona On The Move: Il paesaggio diventa la memoria storica dell’umanità perché ne custodisce le tracce

Arianna Rinaldo, direttrice artista del festival, ha voluto puntare quest’anno su un tema di grande attualità – l’ambiente – focalizzando l’attenzione sulla relazione tra le persone, il paesaggio e il territorio. «Il focus è sulla natura; tuttavia, lo sguardo non è rivolto solo all’ecologia e alle tematiche ambientali, pur urgenti: ho voluto studiare il tema dell’ambiente in relazione all’essere umano, considerando da una parte gli interventi dell’uomo che hanno portato ai disastri ambientali che purtroppo conosciamo bene ma dall’altra anche altri tipi di relazione che riguardo gli spostamenti, il senso di appartenenza… Il paesaggio diventa la memoria storica dell’umanità perché ne custodisce le tracce». Così, la mostra Crime Scenes di Simon Norfolk racconta l’influenza che l’uomo ha sulla Terra, mentre Gideon Mendel con Drowning World Tomorrow esplora il fenomeno delle inondazioni. Arctic Zero di Paolo Verzone è un viaggio alla scoperta della comunità che vive in un centro di ricerca e di monitoraggio ambientale nel cuore dell’Artico. Nadia Bseiso con il progetto Infertile Crescent documenta i cambiamenti geopolitici che hanno trasformato la culla della civiltà, il Medio Oriente, in una Mezzaluna che brucia in tumulto.

Cortona On The Move: non solo mostre ma talk, letture portfolio, workshop e premi

Accanto alle mostre, sono molte le iniziative che animeranno Cortona On The Move – fra talk, letture portfolio, workshop e premi – molte delle quali vedranno la partecipazione di Canon che, per il terzo anno consecutivo, sarà Digital Imaging Partner del festival. «Cortona On The Move rappresenta per noi l’occasione di raccogliere molte delle iniziative che con impegno sviluppiamo nel corso dell’anno al fianco di partner di valore», dichiara Massimiliano Ceravolo, Professional Imaging Group e Marketing Director Imaging Technologies & Communications Group. «Il 2019 sarà per noi un’edizione all’insegna dei nuovi talenti partendo dai vincitori del Premio Canon Giovani Fotografi fino all’importante collaborazione con Sky Arte per la quarta edizione di Master of Photography». Cortona On The Move, infatti, ospiterà la mostra conclusiva degli scatti dei talenti del programma di Sky Arte, prodotta con tecnologia Canon. La partnership con Canon, inoltre, darà ai visitatori la possibilità di partecipare ai workshop della Summer School, realizzata in collaborazione con Canon Academy, e di testare gratuitamente fotocamere e ottiche della gamma EOS ed EOS R. Infine, la ricerca di forme originali di comunicazione visiva prosegue con la seconda edizione di ARENA – Video and Beyond sponsored by Canon Cinema Eos e National Geographic Society, una sezione dedicata a video sperimentali, installazioni e opere transmediali a cura di Liza Faktor.
Il programma completo è disponibile su www.cortonaonthemove.com

Ecosistema Canon a Cortona on The Move

Marpessa. Caltagirone, 1987 © Ferdinando Scianna

Canon Digital Imaging Partner di Cortona On the Move

Canon per il secondo anno consecutivo è Digital Imaging Partner del Festival internazionale di fotografia Cortona On the Move dal 12 luglio al 30 settembre 2018. Nella splendida cornice toscana, Canon è pronta ad accogliere i visitatori con moltissimi appuntamenti all’insegna della fotografia: dalle sperimentazioni culturali ai primi passi nel mondo delle immagini fino ai corsi tenuti dai Canon Ambassador con la COTM Summer School. Un ricco programma di iniziative con cui Canon consolida ed estende il proprio impegno a supporto della cultura fotografica nel nostro Paese. Un festival, quello di Cortona, che celebra i protagonisti della fotografia contemporanea e coinvolge in primo luogo il mondo dei professionisti, ma anche tutti gli appassionati, i giovani e gli studenti che amano le immagini in tutte le loro espressioni.

Tutte le iniziative Canon a Cortona On the Move

Cinque aree di attività vedono Canon in prima linea nel creare un’esperienza unica per tutti coloro che visiteranno la città toscana, in modo particolare nei suoi primi giorni di apertura. Sono tante le attività che dimostrano la forza dell’ecosistema di soluzioni Canon capace di appassionare, intrattenere e divertire.
AREA TOUCH&TRY: Situata all’interno del Bookshop, nel cuore della sede del festival in Via Nazionale, quest’area permetterà a tutti i visitatori di testare un assortimento completo di fotocamere della gamma EOS, dalle mirrorless alle reflex, oltre ad un ampio corredo di ottiche. Sarà possibile prendere in prestito gratuitamente i prodotti e provarli sul campo.  L’area Touch&Try sarà aperta dalle 10.00 alle 19.00, costantemente presidiata da personale qualificato Canon per consigli e assistenza. 
MOSTRA CANON GIOVANI FOTOGRAFI: Il Premio Canon Giovani Fotografi, in occasione dell’edizione 2018, sposa la piattaforma di Cortona On The Move per tornare in grande stile introducendo una nuova categoria dedicata al multimedia. Poco meno di 1000 iscritti hanno impegnato la Giuria, che nei giorni scorsi ha selezionato quattro vincitori. I loro progetti fotografici e multimediali saranno esposti al pubblico all’interno di Palazzo Cinaglia, accanto alle mostre di fotografi affermati.
Orari di apertura delle mostre:
dal 13 luglio al 2 settembre – tutti i giorni dalle 10.00 – 20.00
dal 3 settembre al 30 settembre – tutti i giorni dalle 10.00 -19.00
La consegna dei premi ai primi tre classificati nella categoria progetto fotografico e al vincitore unico nella categoria multimedia, si svolgerà sabato 14 luglio, alle ore 22.00 durante la COTM AWARD NIGHT.
Primi classificati:

  • Claudio Cerasoli, categoria progetto fotografico, con L’Oro di Gondo
  • Michele Spatari, categoria progetto multimediale, con Acqua Alta

Secondo e terzo classificato categoria progetto fotografico

  • Andrea Provenzano con Light Down Below
  • Andrea Carboni con Pinus Pinea

ARENA VIDEO&BEYOND BY CANON CINEMA EOS : per la prima volta il Festival di Cortona sposa il mondo del video, esponendo installazioni artistiche all’interno di palazzo Venuti. La direzione artistica di questa sezione è ad opera dello studio di NY Screen Project, che ha curato la selezione degli artisti e le installazioni oltre all’allestimento realizzato attraverso le soluzioni di videoproiezione Canon. Arena costituisce un esperimento dove, al fianco della fotografia, il festival espone video sperimentali, installazioni e opere transmediali, realizzate da fotografi che lavorano combinando fotografia, film e tecnologia. Una tendenza, questa, nata dalla possibilità tecnica introdotta sul mercato proprio da Canon, grazie alla realizzazione delle prime fotocamere reflex in grado di girare video in full HD. L’area è quindi un tributo a un linguaggio in continua evoluzione, di cui Canon si fa promotrice e ispiratrice con le proprie tecnologie di Imaging.
OFFICINA DI STAMPA: per l’edizione di quest’anno arriva una novità interamente dedicata al mondo della stampa. La storica sede dell’associazione culturale Cortona On the Move, posizionata in un antico edificio al centro di Cortona, si trasforma in tipografia creativa e d’ispirazione. La quasi totalità delle 22 mostre proposte al pubblico sono state stampate con tecnologie Canon all’interno di una vera e propria Officina di Stampa realizzata nel centro della città. L’area, gestita in collaborazione con il laboratorio d’eccellenza Center Chrome di Firenze, sarà aperta al pubblico e sede di alcune Academy.
CORTONA ON THE MOVE SUMMER SCHOOL: il festival raccoglie un ricco calendario di workshop in collaborazione con Canon Academy. Si tratta di occasioni uniche in cui apprendere tecnica e creatività da alcuni fra i grandi protagonisti della fotografia contemporanea. Per l’edizione 2018 sono previsti cinque workshop tenuti da professionisti Canon Ambassador, di fama nazionale e internazionale, per la durata di due giorni ciascuno.  L’atmosfera stimolante del festival renderà più speciale e immediato l’apprendimento e dunque, per ognuno di questi workshop, Canon offrirà a cinque studenti di fotografia, provenienti da diversi istituti italiani, la possibilità di partecipare gratuitamente con l’obiettivo di offrire nuove opportunità di crescita professionale.
I primi workshop di Cortona On The Move Summer School si terranno dal 14 e15 luglio in occasione delle giornate inaugurali del festival: ‘La fotografia documentaria e la giusta distanza’ tenuto da Jérôme Sessini e ‘Laboratorio multimediale’ con Magnus Wennman. Nel mese di settembre invece si annoverano: ‘Responsible storytelling’ con Simona Ghizzoni (1-2 settembre); ‘A geometry of disorder. Tecniche di illuminazione applicate al ritratto’ con Paolo Verzone (22-23 settembre) e ‘Fotografia di scena. Creare un’immagine all’interno di una più ampia narrazione’ con Guia Besana (29-30 settembre).
CORNER ACADEMY: nella piazza principale di Cortona (P.zza Della Repubblica) Canon avrà un’area dedicata dove si svolgeranno corsi gratuiti di Canon Academy con due sessioni giornaliere, nei giorni di apertura del festival, una al mattino e una al pomeriggio, della durata di circa 3 ore ciascuno.

Cortona On The Move: workshop di Jérôme Sessini

La fotografia documentaria e la giusta distanza

Hanno aperto il 19 marzo 2018 le iscrizioni ai workshop della Summer School di Cortona On The Move in collaborazione con Canon Academy.
Una serie di appuntamenti tenuti da fotografi nazionali e internazionali che  condivideranno le loro conoscenze tecniche e stilistiche per rendere ancora più d’impatto i vostri scatti. La cornice stimolante e viva di COTM renderà ancora più speciale e immediato l’apprendimento di nuovi stimoli.
Il programma della Summer School 2018 si sviluppa durante tutti i mesi di attività del festival. Ogni workshop è della durata di due giorni (sabato e domenica) e rivolto a gruppi da 8 a 15 persone.

con Jérôme Sessini 14-15 luglio 2018

Il cuore del documento non è costituito dalla forma, dallo stile o dal mezzo, ma sempre dal contenuto», diceva Garry Winogrand, ma qual è la relazione tra la veridicità del documento e l’interpretazione dell’autore? Come trovare un equilibrio tra forma e contenuto, mantenendo una propria soggettività? Qual è la giusta misura della distanza in fotografia?
Il workshop di Jérôme Sessini non pretende di dare delle risposte all’eterno dilemma che accompagna la storia della fotografia sociale, ma di interrogarsi sulla tensione contraddittoria che la caratterizza inevitabilmente: investigando la relazione tra la veridicità del documento e l’interpretazione del fotografo, i partecipanti saranno guidati nella ricerca di un proprio equilibrio tra forma e contenuto attraverso differenti modalità di ripresa e di distanza dal soggetto.

Chi è Jérôme Sessini?

Jérôme Sessini (Francia, 1968), membro dell’agenzia Magnum Photos dal 2012, avvia la propria carriera come autodidatta. Il suo lavoro si è concentrato sulle zone d’ombra al confine tra Messico e Stati Uniti, specialmente a Ciudad Juarez, dove ha documentato la terra di nessuno in mano ai cartelli della droga e immortalato con crudo realismo una realtà inedita, i cui protagonisti – degrado, criminalità giovanile, corruzione, droga e prostituzione – sono soggetto di un ritratto struggente e veridico. Sessini, vincitore di vari riconoscimenti internazionali come il Getty Image Grant, l’Olivier Rebbot Award e World Press Photos per il suo ultimo lavoro sull’Ucraina, ha pubblicato su riviste del calibro di Time Magazine, De Standaart, Stern e Le Monde. Ha realizzato numerose mostre personali in luoghi quali il Festival di Perpignan di ‘Visa pour l’Image’, Les Rencontres d’Arles e la Bibliothèque Nationale François-Mitterrand di Parigi. Il suo libro The Wrong Side, edito da Contrasto, è stato nominato da Aperture come uno dei migliori libri dell’anno 2012

Workshop di Jérôme Sessini: programma

Materiale: Agli studenti è richiesto di portare con sé la propria camera con un numero sufficiente di schede di memoria SD e un portatile. Tutti devono avere un portfolio digitale ( jpeg or pdf) per screening review.
Rivolto a: Fotografi professionisti e studenti
Date: 14-15 Luglio 2018
Orario: 10.00-13.00/14.30-18.00
Luogo: Centro Convegni Sant’Agostino, via guelfa 40 – Cortona
Costo: 200€ IVA inclusa
Lingua: Inglese
Numero partecipanti: min 8 – max 15
Info: per ulteriori informazioni e per chiarimenti, scrivete a Jonathan: summerschoolcotm@gmail.com.
Alloggio: Supporto a tutti gli iscritti nella ricerca di un alloggio presso le nostre strutture convenzionate. Per informazioni scrivere a simona@cortonaonthemove.com.

Cortona On The Move e ARENA – Video And Beyond: evoluzioni sorprendenti della fotografia

Marpessa. Caltagirone, 1987 © Ferdinando Scianna

Cortona On The Move

Dal 12 luglio al 30 settembre 2018 sarà aperta al pubblico l’ottava edizione del festival internazionale di fotografia Cortona On The Move. Come ogni anno decine di mostre saranno dislocate tra il centro storico della città e la Fortezza Medicea del Girifalco. Mostre, eventi e incontri con i grandi protagonisti del settore nell’estate cortonese. Il festival è organizzato dall’associazione culturale ONTHEMOVE, con la direzione artistica di Arianna Rinaldo.

Cortona On The Move e ARENA – Video And Beyond

Cortona On The Move vuole essere un festival di fotografia contemporanea con solide basi nella tradizione e un interesse continuo verso gli sviluppi futuri. Cortona On The Move si offre come una piattaforma dinamica per la fotografia contemporanea, per narratori visivi, per gli amanti della conoscenza e i cercatori di emozioni. La sua missione è dare spazio alle voci e alle visioni che possono aprire la nostra mente, il nostro cuore e i nostri sensi attraverso storie che ci trasformano e creano spazi di riflessione e discussione. Quest’anno la direttrice artistica ha voluto focalizzare la sua attenzione e le sue scelte sulle fotografe donne. Fotogiornaliste, artiste, documentariste che offrono storie del nostro mondo, storie intime o globali che devono essere raccontate. Mani, menti e occhi di donne che lavorano nella fotografia contemporanea e fanno sentire la propria voce con forza.

Da quest’anno, per la prima volta, farà parte del festival ARENA –Video and Beyond sponsored by Canon Cinema Eos una nuova sezione del festival Cortona On The Move che espone video sperimentali, installazioni e opere transmediali, realizzate da fotografi che lavorano tra fotografia, film e tecnologia. La direzione artistica e la curatela sono affidate a Screen di Liza Faktor e Amber Terranova.

Canon rinnova la collaborazione con il Festival Cortona On The Move

Canon rinnova e amplia la collaborazione con il Festival Cortona On The Move per l’edizione 2018

Canon si conferma, per il secondo anno consecutivo,  Digital Imaging Partner del Festival internazionale di fotografia  Cortona On the Move. Dal 12 luglio al 30 settembre prende vita nella splendida cornice toscana un fitto programma di iniziative, per le quali Canon consolida ed estende il suo impegno.

Un festival che celebra i protagonisti della fotografia contemporanea e coinvolge intensamente il mondo dei professionisti, ma che al tempo stesso si propone di appassionare e far riflettere anche tutti coloro che amano la narrativa per immagini.

La collaborazione fra Canon e il Festival di Cortona si concretizza in quattro grandi progetti:  

Premio Canon Giovani Fotografi

A 20 anni dalla sua prima edizione, torna il Premio Canon Giovani Fotografi, un’iniziativa che ha contribuito a far crescere alcuni talenti della fotografia italiana. Sono molti, infatti, i professionisti e gli autori di successo che hanno partecipato alle passate edizioni, dimostrando fin da subito di avere attitudine e tecnica. L’iniziativa di Canon approda al Festival con un grande evento di premiazione nella serata del 14 luglio unitamente all’esposizione della mostra dedicata ai progetti vincitori delle categorie fotografia e  multimedia. Il premio offrirà una preziosa vetrina di contatto per i più giovani appassionati con illustri photo editor proprio nell’ambito della 8° edizione di Cortona On Move.

Cortona On The Move SUMMER SCHOOL

Il festival raccoglie un ricco calendario di workshop in collaborazione con Canon Academy. Si tratta di occasioni uniche in cui apprendere tecnica e creatività da alcuni fra i grandi protagonisti della fotografia contemporanea. Per l’edizione 2018 sono previsti cinque workshop tenuti da professionisti Canon Ambassador, di fama nazionale e internazionale, per la durata di due giorni ciascuno. L’atmosfera stimolante del festival renderà più speciale e immediato l’apprendimento e dunque, per ognuno di questi workshop, Canon offrirà a cinque studenti di fotografia, provenienti da diversi istituti italiani, la possibilità di partecipare gratuitamente con l’obiettivo di offrire nuove opportunità di crescita professionale. I primi workshop di Cortona On The Move Summer School si terranno in occasione delle giornate inaugurali del festival – dal 14 e15 luglio – : ‘La fotografia documentaria e la giusta distanza’ tenuto da Jérôme Sessini e ‘Laboratorio multimediale’ con Magnus Wennman. Nel mese di settembre invece si annoverano: ‘Responsible storytelling’ con  Simona Ghizzoni (1-2 settembre); ‘A geometry of disorder. Tecniche di illuminazione applicate al ritratto’ con  Paolo Verzone (22-23 settembre) e ‘Fotografia di scena. Creare un’immagine all’interno di una più ampia narrazione’ con  Guia Besana (29-30 settembre).

Cortona on The Move OFFICINA DI STAMPA

Per l’edizione di quest’anno arriva una novità interamente dedicata al mondo della stampa. La storica sede dell’associazione culturale Cortona On the Move, posizionata in un antico edificio al centro di Cortona, si trasforma in tipografia creativa e d’ispirazione. Inoltre tutte le fotografie di Cortona On The Move saranno stampate con soluzioni, tecnologia e materiali Canon in collaborazione con il laboratorio d’eccellenza Center Chrome di Firenze. Le stampe saranno realizzate con imagePROGRAF PR0-4000, una soluzione grande formato pensata per i settori della fotografia e delle belle arti. Questa tecnologia consente di realizzare stampe dai colori brillanti e di elevata qualità fino alla dimensione di 44 pollici.

ARENA. VIDEO AND BEYOND,  Cinema EOS

Il festival internazionale della fotografia si apre al linguaggio multimediale con una sezione espositiva tutta nuova, sviluppata con il supporto tecnico Canon e la direzione artistica di Screen. La sede della mostra si trova presso Palazzo Venuti, edificio storico del XVI secolo, sito in via Nazionale, la via principale di Cortona. Canon è stata pioniere nella diffusione del linguaggio multimediale fin dall’introduzione sul mercato, nel 2008, della fotocamera EOS 5D Mark II, una nuova tecnologia che ha spostato le frontiere della fotografia dall’immagine statica a quella in movimento. L’immagine dinamica e il suono sono diventati così canali da esplorare e da valorizzare anche per i fotografi che fino ad allora si limitavano all’utilizzo dell’immagine fissa. La missione del festival è esplorare i nuovi linguaggi e raccontarne l’evoluzione. Per questo motivo, a dieci anni dal lancio del modello Canon EOS 5D Mark II, il festival ha accolto con entusiasmo la proposta di una nuova sezione dedicata al linguaggio multimediale in collaborazione con Canon.

Siamo felici di rinnovare la nostra partnership a sostegno della cultura fotografica e multimediale al fianco di questo prestigioso festival, confermando così il nostro impegno in iniziative dal elevato valore artistico e culturale. Cortona On The Move rispecchia a pieno la filosofia che anima il nostro brand. Vogliamo supportare tutti coloro che, come noi, amano le immagini e scelgono il linguaggio della comunicazione visiva come strumento artistico e professionale”, commenta Massimiliano Ceravolo, Director di Professional Imaging Group e Consumer Marketing di Canon Italia. “Siamo fieri di supportare Cortona On The Move, offrendo al pubblico del festival le nostre competenze e il nostro ecosistema di soluzioni dedicate al mondo dell’imaging per riuscire a raccontare e documentare lo straordinario o la semplice”.

0 0,00
Go to Top