Tag archive

festival

Al nastro di partenza Phifest: il Festival Internazionale della Fotografia

Al via la terza edizione di Phifest: il Festival Internazionale della Fotografia: tre giorni di esposizioni

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con PHIFEST, il Festival internazionale della Fotografia che coinvolge, oltre agli appassionati di fotografia contemporanea internazionale, i più talentuosi artisti emergenti provenienti da tutto il mondo. Tre giorni per incontrarsi, condividere idee e aprire nuovi spunti di riflessione sulle ultime tendenze artistiche.

Fra i protagonisti della Milano Photo Week, dall’8 al 10 giugno prenderà forma la III edizione del PHIFEST nella suggestiva cornice de La Fabbrica del Vapore, centro di produzione culturale e artistica giovanile nato nel 2001 dal recupero di un’area industriale che oggi rappresenta uno spazio vivo, creativo, fortemente milanese ma di respiro internazionale dove si intrecciano tempo libero e cultura.
Considerata un hub culturale d’avanguardia dove sperimentare nuove forme di produzione nel campo delle arti performative, visive, audiovisive e multimediali, La Fabbrica del Vapore si mostra perfettamente in linea con l’essenza del PHIFEST: occasione di multiculturalità, interscambio, condivisione e incontro, rivolta a tutti gli appassionati di fotografia contemporanea.

PHIFEST, infatti, non è solo una collettiva di fotografi ma anche un’importante occasione di collante sociale, una vera e propria officina di creatività dove potersi confrontare con artisti e professionisti e che, oltre all’esposizione, prevede attività collaterali quali workshop, talk, letture portfolio e incontri con gli artisti. Interverrano Roberto Bernè titolare dello studio Bernè e specializzato in stampe fotografiche fineart e il fotografo Luca Bortolato.
Dopo il successo dell’edizione 2017, dedicata al tema “Il Viaggio”, che ha visto la partecipazione di oltre 7.000 visitatori, quest’anno PHIFEST avrà come focus IL COLORE, inteso come “… un mezzo per influenzare direttamente un’anima. Il colore è il tasto. L’occhio è il martelletto. L’anima è un pianoforte con molte corde. L’artista è la mano che, toccando questo o quel tasto, fa vibrare l’anima” (Vasilij Kandinskij “Lo spirituale nell’arte”, 1909).

Phifest: gli artisti esposti:

Agata Wolanska http://www.agata-wolanska.com

Alex Currie https://www.alexcurrie.pictures

Anastasia Cazabon http://anastasiacazabon.com/home.html

Carola Ducoli http://www.caroladucoli.com

Carolina Mizrahi http://www.carolinamizrahi.com

Chiara Cordeschi http://www.chiaracordeschi.com

Chrissie White http://www.chrissiewhite.com

Concetta Rotilio https://www.concettarotilio.com

Cristina Coral http://www.cristinacoral.it

Dima Chyornyy http://dimachyornyy.com

Greg Ponthus http://cargocollective.com/gregponthus

Guoman Liao http://guomanliao.com

Jake Hostetter http://www.made-by-jake.com

Laura Makabresku http://lauramakabresku.com

Laurence Philomene http://www.laurencephilomene.com

Lisa Carletta http://www.lisacarletta.com

Maurizio Di Iorio http://www.mauriziodiiorio.com

Sara Mautone http://cargocollective.com/saramautone

Tania Franco Klein https://www.taniafrancoklein.com

Ulas & Merve http://ulasmerve.tumblr.com

Yulia Taits https://www.yuliataitsphoto.com

Virginia Rota http://virginiarota.es

La mostra è realizzata con il patrocinio del Comune di Milano dall’8 al 10 giugno presso la Fabbrica del Vapore, via Giulio Cesare Procaccini 4, Milano

Venerdì 8 giugno ore 18.30 inaugurazione

Ingresso libero al pubblico dalle ore 20,00 alle 22,30

Sabato e Domenica ingresso libero dalle ore 10,00 alle 22,00

 

Foto in copertina Anastasia Cazabon
via www.anastasiacazabon.com

LEI. Fino al 31 marzo è possibile partecipare alla selezione per il Pontremoli Foto Festival 2018

Fervono i preparativi per la terza edizione di Pontremoli Foto Festival: in programma dal 20 al 29 luglio a Pontremoli, nell’alta Lunigiana, si presenterà con la sua struttura consolidata, ma rinnovata, ampliata e, per la prima volta, a tema.



Il bando di partecipazione per il Circuito OFF indetto da Lunicafoto e aperto dal 31 gennaio seguirà un tema specifico: “Lei”, il racconto delle donne o dell’essere donna nel fotografico – che è anche un modo per conoscere ed esprimere la narrazione del femminile nel contemporaneo. Il bando, disponibile al sito dell’evento, per il secondo anno consecutivo permetterà a fotografi amatoriali e professionisti di invadere il già suggestivo borgo di Pontremoli, esponendo le proprie fotografie per dieci giorni in ampi e prestigiosi spazi e contesti inusuali come negozi, ristoranti, studi di professionisti e laboratori artigiani, affiancando i grandi nomi della fotografia italiana protagonisti e facendo al contempo conoscere le proprie idee e la propria identità fotografica attraverso i propri scatti.


Per partecipare alla selezione basterà collegarsi al sito www.pontremolifotofestival.it e scaricare bando, modulo di partecipazione e autocertificazione. Poi, seguendo le modalità lì indicate gli autori dovranno inviare entro e non oltre le 24.00 del 31 marzo 2018 un portfolio di 5 – 10 fotografie all’email circuito.off@pontremolifotofestival.it. Da quella data la giuria esperta designata valuterà il materiale inviato per comunicare entro un mese chi è stato ammesso al “PFF OFF”.


Per ulteriori informazioni è possibile scrivere a info@pontremolifotofestival.it, mentre per avere notizie e aggiornamenti, conoscere in tempo reale programma e ospiti, si invita a seguire il sito, i social network e, in particolare, la pagina Facebook.

Vivian Maier – Dans le miroir al festival Arezzo & Fotografia 2017

Arezzo & Fotografia 2017

Vivian Maier – Dans le miroir
L’America, le Champsaur e il riflesso nello specchio.

Ad Arezzo gli scatti sviluppati dalla tata di Chicago durante il suo viaggio in Francia.

8 dicembre 2017 – 7 gennaio 2018 Galleria Imago via Vittorio Veneto 33/20 Arezzo



Settanta immagini. Sguardi, luoghi, persone. Una moltitudine di sconosciuti che ha messo a nudo la propria anima attraverso quell’occhio spietato e sincero. “Vivian Maier – Dans le miroir”, è questo il fil rouge che conduce alla scoperta dell’esposizione dedicata alla fotografa franco-americana scoperta per caso da John Maloof.



Dall’8 dicembre al 7 gennaio 2018, in occasione del festival Arezzo & Fotografia 2017, le sale della Galleria Spazio Imago ospiteranno gli scatti della tata che ha fatto della fotografia la sua ossessione e il suo più impenetrabile mistero.
Sebbene la sua produzione, come testimoniano le migliaia di rullini fotografici ritrovati, sia imponente, sono pochissimi gli scatti che invece sono stati sviluppati su carta dalla stessa artista.



Poche decine contro la mole spropositata di scatti, diapositive e negativi rinvenuti e poi portati alla luce da John Maloof che si è occupato dell’editing di alcune fotografie diventate ormai celeberrime.

La rassegna in calendario ad Arezzo sarà invece incentrata su una parte più intima dell’anima di Vivian Maier. In esposizione ci saranno scatti originali degli anni ’60 sviluppati dalla fotografa stessa e che per la prima volta saranno esposti in Italia.
Un’anteprima senza precedenti che vanta una ricca selezione di immagini provenienti dal Fondo Francese Vivian Maier.



Tutte le info su:  www.arezzoefotografia.com – www.imagoarezzo.com

 

Salone della Cultura 2018: in arrivo la seconda edizione

Il Salone della Cultura 2018 – “Un viaggio a 360° nella cultura”

L’appuntamento è il 20 e 21 gennaio 2018 a Milano presso gli spazi SuperStudio Più


Squadra che vince non si cambia e così vale anche per il format de Il Salone della Cultura, kermesse milanese che lo scorso anno ha raccolto oltre 35.000 visitatori in meno di 48 ore.
La manifestazione, alla seconda edizione, è già diventata per gli amanti del libro e della cultura in generale un vero e proprio punto di riferimento. Nato in un momento storico dove l’editoria era alla ricerca di nuove vie e sviluppi, Il Salone della Cultura ha trovato la sua perfetta collocazione nella città di Milano, da sempre esempio di perfetta armonia tra tradizione e innovazione. Inaugurato nel gennaio 2017, Il Salone è da subito divenuto punto di ritrovo e condivisione per i milanesi (e non solo) in due giorni ricchi di appuntamenti, approfondimenti, mostre laboratori e tanto altro.

Ideato da Matteo Luteriani di Luni Editrice e Sergio Malavasi di maremagnum.com, si svolgerà anche quest’anno all’interno degli spazi di SuperStudio Più in Via Tortona 27 a Milano.

L’obiettivo de Il Salone della Cultura 2018 è quello di offrire agli editori, espositori, ai librai dell’usato, ai collezionisti, e ai librai antiquari – ALAI (Associazione Librai Antiquari Italiani) che esporranno grande visibilità coinvolgendo nel contempo il pubblico partecipante all’interno di un vero e proprio contenitore culturale attraverso esperienze formative e interattive.
Moltissimi i laboratori in programma per i due giorni della seconda edizione: dal rinnovato Laboratorio di PopUp con il Maestro Dario Cestaro a quello di approccio alla Recitazione tenuto dall’attrice Maura Marenghi; dal laboratorio di Gioielli di carta al laboratorio di Libro Scultura organizzati e curati dal corso di lavorazioni artistiche e oreficeria della scuola professionale Galdus. Verrà inoltre allestito un angolo espositivo a cura del corso di lavorazioni artistiche e oreficeria della Scuola Professionale Galdus, dove il pubblico potrà riscoprire le tecniche di lavorazione dell’oreficeria con la guida di maestri orafi della scuola. Lo spazio ospiterà anche lo scultore Italo Antico e le sue creazioni di scultura e gioielleria. Diversi incontri culturali e percorsi didattici renderanno l’esperienza del Salone ancora più interessante per il pubblico che potrà partecipare a tutti gli eventi previa iscrizione al sito www.salonedellacultura.it.

Attraversando gli spazi espositivi, il pubblico potrà dedicarsi all’acquisto di nuove proposte editoriali così come alla ricerca di libri antichi e preziosi.
Per gli appassionati d’arte invece, tre mostre gratuite ed esclusive dislocate nei vari spazi del Salone. Anche quest’anno la Fondazione 3M esporrà per la prima volta a Milano la mostra dedicata alla Fotografa ritrattista Ghitta Carrell. La Galleria d’arte Il Vicolo di Milano proporrà invece in mostra 10 serigrafie di Emilio Isgrò incentrate su segno e parola. Ma le sorprese non finiscono qui! L’architetto Italo Rota curerà una mostra incentrata sulle avanguardie italiane e inglesi degli anni ’60 con pezzi inediti che sono all’origine dell’arte contemporanea. Inoltre, come lo scorso anno, sono aperte le selezioni per partecipare alla mostra fotografica dedicata a nuove proposte.

Il programma completo della manifestazione sarà a breve disponibile sul sito www.salonedellacultura.it.
È già possibile per gli espositori prenotare gli spazi espositivi del salone attraverso la pre-iscrizione presente sul sito.

Foto/Industria 2017: Mitch Epstein and The Making of Lynch

© Mitch Epstein - BP Carson Refinery California 2007

Per questa terza edizione, che propone al pubblico quattordici mostre dei fotografi piùrilevanti del panorama mondiale, la Fondazione MAST moltiplica il suo impegno creando una comunitàtemporanea, ma viva e partecipe, che si rinnova ogni due anni con lo stesso desiderio di confronto innescato dalla forza narrativa delle immagini.


© Mitch Epstein – Amos Coal Power Plant Raymond West Virginia 2004

The Walther Collection

“Landscapes of American Power. Photography from the Walther Collection” indaga gli effetti esercitati dall’industrializzazione americana del secolo scorso. La mostra analizza come due fotografi, a distanza di cento anni l’uno dall’altro, hanno documentato lo sfruttamento delle risorse energetiche e le relative trasformazioni subite dal paesaggio americano.

Mitch Epstein: American Power

Elemento centrale dell’esposizione sono quattordici fotografie a colori di grande formato appartenenti alla celebre serie documentaria di Mitch Epstein American Power (2003–09), cronaca della produzione e del consumo di energia in Nord America.


© Mitch Epstein – BP Carson Refinery California 2007

The Making of Lynch

The Making of Lynch (1917–1920) è un antico album di fotografia vernacolare
che documenta la repentina edificazione di una città mineraria e di un impianto industriale nel Kentucky orientale, mettendo in luce
gli straordinari cambiamenti subiti da questo idilliaco paesaggio rurale americano.


Indirizzo: Pinacoteca Nazionale

Via delle Belle Arti, 56 – Bologna


FOTO/INDUSTRIA
BIENNALE DI FOTOGRAFIA DELL’INDUSTRIA E DEL LAVORO

12 OTTOBRE – 19 NOVEMBRE 2017

www.fotoindustria.it

Foto/Industria 2017: Sviluppare il futuro di Carlo Valsecchi

© Carlo Valsecchi

Per questa terza edizione, che propone al pubblico quattordici mostre dei fotografi piùrilevanti del panorama mondiale, la Fondazione MAST moltiplica il suo impegno creando una comunitàtemporanea, ma viva e partecipe, che si rinnova ogni due anni con lo stesso desiderio di confronto innescato dalla forza narrativa delle immagini.


© Carlo Valsecchi

A Bologna, nel cuore del settore meccanico più avanzato, da pochi mesi è in funzione un sito produttivo che rappresenta un’eccellenza negli ultimi vent’anni per il nostro paese. Per raccontare questo luogo e questa nuova avventura imprenditoriale, Philip Morris ha chiesto a Carlo Valsecchi di prestare il suo sguardo peculiare.


© Carlo Valsecchi

Confrontandosi con una serie di sfide, il fotografo ha scelto di rappresentare questo luogo con immagini vicine al disegno tecnico che proiettano il visitatore in un infinito corrispondente a una dimensione cosmica e insieme a uno spazio dallo sviluppo vertiginoso.


Indirizzo: Ex Ospedale dei Bastardini
Via D’Azeglio, 41 – Bologna


FOTO/INDUSTRIA
BIENNALE DI FOTOGRAFIA DELL’INDUSTRIA E DEL LAVORO

12 OTTOBRE – 19 NOVEMBRE 2017

www.fotoindustria.it

Foto/Industria 2017: Forza Lavoro di Michele Borzoni

© Michele Borzoni - Open competitive examination

Per questa terza edizione, che propone al pubblico quattordici mostre dei fotografi piùrilevanti del panorama mondiale, la Fondazione MAST moltiplica il suo impegno creando una comunitàtemporanea, ma viva e partecipe, che si rinnova ogni due anni con lo stesso desiderio di confronto innescato dalla forza narrativa delle immagini.


© Michele Borzoni – Open competitive examination

Forza lavoro è un ambizioso progetto documentario che intende tracciare un quadro composito dell’attuale panorama del lavoro in Italia alla luce della recente recessione economica globale. Michele Borzoni propone l’Italia come esempio per illustrare non solo gli effetti della recessione sul lavoro, ma anche come la crisi abbia notevolmente accelerato una serie di cambiamenti che già da decenni erano riconoscibili in tutti i paesi dell’Unione Europea.


© Michele Borzoni – Chinese textile workshop seized from Prato Municipal Police.

Il progetto Forza Lavoro è realizzato grazie al supporto di Zona.


Indirizzo: Palazzo Pepoli Campogrande
Via Castiglione, 7 – Bologna


FOTO/INDUSTRIA

BIENNALE DI FOTOGRAFIA DELL’INDUSTRIA E DEL LAVORO

12 OTTOBRE – 19 NOVEMBRE 2017

www.fotoindustria.it

Foto/Industria 2017: Gli anni militanti di Mimmo Jodice

Napoli © Mimmo Jodice

Per questa terza edizione, che propone al pubblico quattordici mostre dei fotografi piùrilevanti del panorama mondiale, la Fondazione MAST moltiplica il suo impegno creando una comunitàtemporanea, ma viva e partecipe, che si rinnova ogni due anni con lo stesso desiderio di confronto innescato dalla forza narrativa delle immagini.


Foto/Industria rivela un aspetto meno noto di Mimmo Jodice, fotografo celebre in tutto il mondo: le fotografie legate al suo impegno politico degli anni settanta, quando ha il suo sguardo esperto al servizio della stampa di sinistra per illustrare le condizioni del lavoro, soprattutto di quello minorile, all’epoca molto diffuso.


Festival dell’Unità © Mimmo Jodice

Oggi, questi scatti di Napoli hanno sull’osservatore un effetto scioccante, dimostrando che la fotografia può avere un ruolo di testimonianza militante nell’ambito delle lotte dei lavoratori.


Napoli © Mimmo Jodice

Indirizzo: Santa Maria della Vita
Via Clavature, 8 – Bologna


FOTO/INDUSTRIA

BIENNALE DI FOTOGRAFIA DELL’INDUSTRIA E DEL LAVORO

12 OTTOBRE – 19 NOVEMBRE 2017

www.fotoindustria.it

Foto/Industria 2017: Il mondo industriale di Alexander Rodchenko

© Alexander Rodchenko

IL MONDO INDUSTRIALE
NELLA COLLEZIONE DEL MUSEO DI ARTE MULTIMEDIALE DI MOSCA (MAMM)


Per questa terza edizione, che propone al pubblico quattordici mostre dei fotografi piùrilevanti del panorama mondiale, la Fondazione MAST moltiplica il suo impegno creando una comunitàtemporanea, ma viva e partecipe, che si rinnova ogni due anni con lo stesso desiderio di confronto innescato dalla forza narrativa delle immagini.


Il costruttivista Alexander Rodchenko era affascinato dal ritmo dei meccanismi e delle macchine. Fotografando il mondo della produzione, l’artista sviluppò un approccio estetico molto peculiare. Scorci inattesi e composizioni diagonali conferivano dinamismo all’inquadratura, permettendo all’immagine statica di esprimere la rapidità e la stupefacente bellezza del movimento regolare.


© Alexander Rodchenko

Le prospettive vertiginose sancivano il primato assegnato al processo di produzione, come pure alle immagini delle persone che a quel processo prendevano parte.
Mostra resa possibile dalla collaborazione con il Museo di Arte Multimediale di Mosca / Casa della Fotografia di Mosca.


Wood Factory © Alexander Rodchenko

Indirizzo: Fondazione Cassa di Risparmio – Casa Saraceni
Via Farini, 15 – Bologna


FOTO/INDUSTRIA

BIENNALE DI FOTOGRAFIA DELL’INDUSTRIA E DEL LAVORO

12 OTTOBRE – 19 NOVEMBRE 2017

www.fotoindustria.it

Foto/Industria 2017: l’odissea del Soyuz 2 di Joan Fontcuberta

Per questa terza edizione, che propone al pubblico quattordici mostre dei fotografi piùrilevanti del panorama mondiale, la Fondazione MAST moltiplica il suo impegno creando una comunitàtemporanea, ma viva e partecipe, che si rinnova ogni due anni con lo stesso desiderio di confronto innescato dalla forza narrativa delle immagini.


La Sputnik Foundation sta ripercorrendo uno dei casi più sorprendenti nella storia dell’esplorazione spaziale. Il 25 ottobre del 1968 il cosmonauta imbarcato sulla navicella Soyuz 2 scomparve durante una missione. Secondo la versione ufficiale diffusa all’epoca, il Soyuz 2 era un’astronave completamente automatizzata, senza equipaggio a bordo.


Ivan Istochnikov © Joan Fontcuberta

Gli archivi vennero manomessi e la storia fu riscritta per oscure “ragioni di stato”, finché i documenti non vennero finalmente desecretati, permettendo la ricostruzione di uno straordinario capitolo della storia che oggi ci appare assolutamente incredibile.


© Joan Fontcuberta

Indirizzo: Palazzo Boncompagni
Via del Monte, 8 – Bologna

FOTO/INDUSTRIA

BIENNALE DI FOTOGRAFIA DELL’INDUSTRIA E DEL LAVORO

12 OTTOBRE – 19 NOVEMBRE 2017

www.fotoindustria.it

Foto/Industria 2017: Al lavoro di Lee Friedlander

© Lee Friedlander, Boston 1986

Per questa terza edizione, che propone al pubblico quattordici mostre dei fotografi piùrilevanti del panorama mondiale, la Fondazione MAST moltiplica il suo impegno creando una comunitàtemporanea, ma viva e partecipe, che si rinnova ogni due anni con lo stesso desiderio di confronto innescato dalla forza narrativa delle immagini.


Lee Friedlander è uno dei rari autori della sua generazione a curare come progetti personali i lavori commissionati in un contesto privato come quello delle grandi aziende. Le sue immagini ci restituiscono un’America al lavoro nell’arco di sedici anni, a partire dagli anni settanta, mostrando luoghi e situazioni diversi, tra cui fabbriche, uffici, sedi di servizi di telemarketing.


© Lee Friedlander, Boston 1986

Friedlander ha sempre salvaguardato la propria libertà artistica; pur fotografando su commissione, il suo approccio estetico appare inconfondibile. Le sue testimonianze rappresentano una preziosa memoria dei processi di lavoro, degli strumenti utilizzati e dei rapporti negli ambienti professionali.

Lee Friedlander è rappresentato da Fraenkel Gallery, San Francisco.


© Lee Friedlander

Indirizzo: Fondazione Del Monte

Via delle Donzelle, 2 – Bologna


FOTO/INDUSTRIA

BIENNALE DI FOTOGRAFIA DELL’INDUSTRIA E DEL LAVORO

12 OTTOBRE – 19 NOVEMBRE 2017

www.fotoindustria.it

1 2 3 5
0 0,00
Go to Top