Tag archive

fotografia naturalista

“La luce dell’Artico mi ha conquistata”. Esther Horvath si racconta

un’orsa e il suo cucciolo si avvicinano alle attrezzature posizionate dagli scienziati
Sotto i riflettori della Polarstern, un’orsa e il suo cucciolo si avvicinano alle attrezzature posizionate dagli scienziati. Artico, 10 ottobre 2019. La foto ha vinto il World Press Photo 2020 nella sezione Environment. © Esther Horvath

Esther Horvath è la prima donna ungherese a vincere un World Press Photo nella categoria Environment nel 2020. Dal 2015 ha dedicato il suo lavoro al Polo Nord, in particolare all’Oceano Artico, documentando studi e il dietro le quinte delle spedizioni. È la fotografa ufficiale di MOSAiC, la più grande esplorazione polare di tutti i tempi.…

Leggi Tutto

Fotografare la primavera. 4#Paesi e città

night lights

Le giornate si allungano e la natura si risveglia. Campi e boschi si coprono di gemme e germogli, e gli animali abbandonano il loro letargo per tornare a mostrarsi. Con così tanta attività, è difficile scegliere  dove andare e cosa cercare. Per questo, partendo dal giardino di casa per arrivare ai grandi paesaggi e alle…

Leggi Tutto

Fotografare la primavera. 3#Boschi e foreste

campanule nel sottobosco

Le giornate si allungano e la natura si risveglia. Campi e boschi si coprono di gemme e germogli, e gli animali abbandonano il loro letargo per tornare a mostrarsi. Con così tanta attività, è difficile scegliere  dove andare e cosa cercare. Per questo, partendo dal giardino di casa per arrivare ai grandi paesaggi e alle…

Leggi Tutto

Scatti Selvaggi. Intervista a Stefano Unterthiner

Nelle aree di svernamento i cigni si spostano dalle zone di alimentazione, dove hanno trascorso il giorno, verso i siti di riposo. All’imbrunire, prima del decollo, emettono una serie di richiami, come nella fotografia, che servono a mantenere il gruppo coeso.

Primo italiano nella storia della fotografia moderna a diventare collaboratore, dal 2009, del National Geographic Magazine, Stefano Unterthiner ha raccolto in una retrospettiva davvero unica le immagini dei suoi reportage per il Magazine. La mostra On Assignment, una vita selvaggia è in scena al Forte di Bard, Valle d’Aosta, fino al 2 giugno 2020. Sono…

Leggi Tutto

Fotografare la primavera. 2#Nel paesaggio

Volatine nel campo

Le giornate si allungano e la natura si risveglia. Campi e boschi si coprono di gemme e germogli, e gli animali abbandonano il loro letargo per tornare a mostrarsi. Con così tanta attività, è difficile scegliere  dove andare e cosa cercare. Per questo, partendo dal giardino di casa per arrivare ai grandi paesaggi e alle…

Leggi Tutto

Fotografare la primavera. 1#Dietro l’angolo

Fotografare la primavera

Le giornate si allungano e la natura si risveglia. Campi e boschi si coprono di gemme e germogli, e gli animali abbandonano il loro letargo per tornare a mostrarsi. Con così tanta attività, è difficile scegliere  dove andare e cosa cercare. Per questo, partendo dal giardino di casa per arrivare ai grandi paesaggi e alle…

Leggi Tutto

A tu per tu con il fotografo naturalista Michel d’Oultremont

Michel d'Oultremont foto
Occhi negli occhi © Michel d'Oultremont

A che età si diventa troppo vecchi? Nel caso di Michel d’Oultremont, a ventisette anni! Per quanto possa sembrare incredibile, per Michel questo compleanno ha rappresentato un punto di svolta nella sua breve carriera di fotografo naturalista. Compiere ventisette anni ha significato, infatti, diventare troppo vecchio per partecipare alla sezione Rising Star Portfolio Award del…

Leggi Tutto

0 0,00
Go to Top