Tag archive

giovanni gastel - page 2

Raffles Milano: il Master di fotografia con Denis Curti

Raffles Milano: il Master di fotografia

Dieci mesi straordinari. Dieci professionisti della fotografia internazionale in aula, una al mese, con le loro figure chiave. Dieci occasioni uniche per imparare direttamente dai protagonisti. Master di Raffles Milano. Finalmente qualcuno ci ha pensato.
Fotografare vuol dire proporre un modello del mondo utile e interessante, che raccontando la realtà ci aiuti ad amarla. Il fotografo non è più un mestiere da artigiani. La tecnologia digitale lo spinge a “scrollarsi di dosso” l’ossessione della tecnica a favore di una logica sempre più legata al saper vedere, al saper interpretare e al saper raccontare.

Il fotografo deve essere un interprete attivo, efficace e consapevole della contemporaneità. E per questo le lezioni sono costruite sulla logica dell’aggiornamento permanente. La bravura, l’esperienza e la capacità di rompere gli schemi dei docenti coinvolti assicurano un percorso formativo di alto profilo. Al termine del quale, gli studenti hanno la possibilità di trovare posizioni professionali nel mondo della produzione visiva sia in ambito nazionale che internazionale, in varie aree della comunicazione e dell’immagine, dallo still & motion allo storytelling, dall’advertising agli ambiti corporate.

Il Master si rivolge a tutte le persone che desiderano conoscere e approfondire i temi della fotografia contemporanea, trasformando la passione in un mestiere. In particolare, è disegnato per chi vuole intraprendere un percorso di (ri)definizione e (ri)posizionamento professionale al passo con i contesti di oggi. Chi sono i fotografi di domani (e di oggi)? Persone che dispongono di competenze, abilità e strumenti critici per affrontare senza complessi la vastissima scena della produzione contemporanea, e per dare inizio a una propria attività autonoma, continuativa e di successo.

Raffles Milano, il Master di fotografia:  Course leader Denis Curti

Nato nel 1960, è una delle figure critiche di riferimento per il mondo della fotografia italiana e internazionale. Ha curato mostre dedicate a maestri dell’obiettivo come Helmut Newton, Henri Cartier-Bresson, David Lachapelle, Elliott Erwitt e gli italiani Gianni Berengo Gardin, Franco Fontana e Ferdinando Scianna. Esperto di mercato e collezionismo, ha curato aste per Sotheby’s e Minerva Auction. È autore del primo manuale sul collezionismo fotografico e fondatore della galleria Still di Milano. Per 15 anni è stato direttore della sede milanese di Contrasto, con cui ha dato vita molti progetti per aziende e istituzioni. Co-fondatore della Fondazione Forma di Milano, fino al 2014 ne è stato vicepresidente. Negli anni ha coordinato attività editoriali e di advertising con i più grandi fotografi internazionali, in particolare con quelli dell’agenzia Magnum. Dirige il mensile Il Fotografo e coordina le testate appartenenti al gruppo Sprea Fotografia. È membro del Comitato artistico della Villa Reale di Monza e direttore dei festival di fotografia di Capri e di Bergamo.

Raffles Milano, il Master di fotografia: argomenti del corso

  • Contesto della fotografia italiana e internazionale
  • Mercato del collezionismo e fine art.
  • Creatività e progettualità in fotografia.
  • Advertising e corporate.
  • Beauty e ritratto.
  • Centralità dello storytelling.
  • Organizzazione e curatela di mostre ed eventi.
  • Costruzione del portfolio.
  • Tecnologia digitale al servizio della creatività.

Raffles Milano, il Master di fotografia: docenti di progetto

Imparare direttamente dai protagonisti vuol dire acquisire alla fonte le visioni e i metodi più avanzati. A differenza dei Master tradizionali, i Master Raffles Milano portano in aula saperi in azione grazie a 10 professionisti ai vertici del mercato che si alternano in aula nell’arco dei dieci mesi.

Raffles Milano, il Master di fotografia: Docenti di metodo

Ci sono conoscenze e abilità anche teoriche che non si imparano in corsa e richiedono un approfondimento ad hoc. Non si sa quando potranno servire, ma una cosa è certa: serviranno.

Il futuro della città: Antonio Idini e Denis Curti

IL FUTURO DELLA CITTÀ
Mostra e Talking a cura di Denis Curti



A seguito del successo della mostra Romantico Metropolitano di Antonio Idini, lo spazio Zeus è lieto di invitarvi al talking sul futuro e il recupero degli spazi industriali.

La serata può essere l’occasione, per chi l’avesse perso, di ammirare le opere che compongono Romantico Metropolitano, un interessante progetto con cui il fotografo riflette sugli ambienti “irrisolti” delle nostre città. Si tratta di luoghi sospesi nel tempo, tra un passato – in cui avevano una precisa funzione – definitivamente concluso e un futuro ancora incerto.

La storica sede ZEUS, il garage azzurro anni’50 in pieno quartiere Ticinese, da sempre punto di riferimento del design d’avanguardia e minimalista, è il luogo più adatto per accogliere il progetto di Antonio Idini e le conseguenti riflessioni sul tema.



Al talking Il futuro della città, che si terrà il 24 maggio alle ore 19 e a cui seguirà un rinfresco, saranno presenti, oltre all’autore delle opere Antonio Idini, importanti personaggi della cultura milanese: il fotografo Giovanni Gastel, Marina Spada, regista del film Come l’ombra, alla cui realizzazione ha collaborato Gabriele Basilico, Fiorello Cortiana, esperto di città metropolitana, Giovanni Pelloso, sociologo e critico di fotografia, l’architetto Franco Raggi, modererà l’incontro il curatore della mostra Denis Curti.


IL FUTURO DELLA CITTÀ
24 maggio
Zeus Design Store
Corso S. Gottardo 21/9, 20136 Milano
ingresso libero

www.zeusnoto.com
www.stillfototografia.it

per materiale stampa:
press@stillfotografia.it
info@stilllove.it
tel. 02 36 74 45 28


[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’gabriele basilico’ unit=’list’]

La bellezza nell’aria – Sonata a quattro mani | Paola Spencer & Giovanni Gastel

© Paola Spencer

PAOLA SPENCER – GIOVANNI GASTEL

LA BELLEZZA NELL’ARIA – SONATA A QUATTRO MANI

@STILL |  18 aprile 2017 ore 18.30 | MILANO



Entrare in una fotografia guidati dal suono lieve della poesia. Vivere un’esperienza nuova, unica.

Dal 19 aprile al 5 maggio la galleria Still di Milano si trasforma, si veste di fotografia, completamente.

Lo spettatore sarà avvolto – immerso in un allestimento del tutto inedito –  dagli scatti di Paola Spencer ispirati alle poesie del fotografo Giovanni Gastel.

La mostra è un racconto di immagini e parole che descrive con delicatezza lo scorrere inesorabile del tempo e la paura della morte. Ma l’effetto non è cupo e angoscioso, è anzi un’armonia di luce e di incanto, di nuova speranza.

Abiti e figure che evocano eleganza, espressione di quell’ordine morale che accomuna i due artisti: la poesia e l’arte sono le armi più potenti contro la volgarità, l’eleganza vincerà su tutto “siamo troppo umani per non provarci ancora”.


LA BELLEZZA NELL’ARIA

19 aprile | 5 maggio 2017

@Still, via Balilla 36, 20136 Milano

Opening martedì 18 aprile 2017 ore 18.30

Da lunedì a venerdì 9-13 |14-18

sabato – domenica su appuntamento

ingresso libero

www.stillfotografia.it – info@stilllove.it – tel 02.36744528


[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’giovanni gastel’ unit=’list’]

MIA Photo Fair: week end all’insegna della fotografia

Giovanni Gastel

Successo straordinario per MIA Photo Fair 2017 e per la fotografia in generale. L’esposizione, che si estende sui 5.000 metri quadrati dello spazio eventi The Mall nel cuore della milano del business, all’ombra dei grattacieli di piazza Gae Aulenti, offre una parata di oltre 130 gli espositori, di cui 80 gallerie, tra i quali ha naturalmente attirato l’attenzione dei più il maestro Giovanni Gastel che ha ricevuto anche la vista del Sindaco Beppe Sala A corollario delle esposizioni numerosi dibattiti, workshop, prestigiosi premi, oltre alla parata di esponenti del mondo della cultura, della politica e di Vip.

La manifestazione, che avrà oggi il suo momento di massimo afflusso, punta a superare l’eccezionale record di 24.000 visitatori dell’edizione 2016. Sprea Fotografia è presente alla mostra milanese con il suo più autorevole rappresentante: Denis Curti, direttore de Il Fotografo.

 

Programma DOMENICA 12 Marzo 2017

Area TALK

CONFERENZA ore 11:30
Sguardi lontani. La fotoceramica tra tecnica e memoria
Intervengono: Carla De Bernardi – fotografa, scrittrice e presidente Amici del Monumentale, Angela Bonomi Castelli – socio fondatore di MED – Associazione Italiana per l’Educazione ai Media e alla Comunicazione

PREMIO ore 12:30
Premiazione V edizione Codice MIA
con i reviewer internazionali: Marc Barbey, Jane Jackson, Charles Jing, Tristan Lund, Evan Mirapaul, Pierluigi e Natalina Remotti, Joëlle e Eric Romba, Roberto Spada, Andra Spallart, Brian Wallis

COLLEZIONE PER DUE ore 15:00
Sabrina Donadel – giornalista, incontra Rossella Colombari ed Ettore Molinario – collezionisti

FOCUS ore 16:00
Presentazione del progetto curato da Denise Gadelha sulla fotografia contemporanea Brasiliana. Saranno presenti gli artisti.
In lingua inglese

CONFERENZA ore 17:00
Educare e formare alla lettura critica delle immagini dei mass media. Un progetto di Rete Fotografia
Intervengono: Marco Capovilla – fotogiornalista e docente Fotografia & Informazione, Carlo Cerchioli – fotogiornalista e presidente Fotografia & Informazione, Mariateresa Cerretelli – giornalista, photo editor e presidente GRIN, Andrea Lassa – CFP Bauer – Afol Metropolitana

PREMIO ore 18:00
Premiazione I edizione Premio RaM Sarteano
Intervengono: Francesco Landi – sindaco di Sarteano, Enzo Ragazzini – fotografo

PREMIO ore 18:30
Premiazione I edizione Premio Piaceri d’Italia.

 

[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’fotografia’ unit=’list’]

Giovanni Gastel & Canon: “Ogni mezzo ha il suo linguaggio”

“Ogni mezzo ha il suo linguaggio”.

Giovanni Gastel si racconta in un’intervista a cura di Canon in occasione della sua mostra 40 Anni di Storia e Immagini, esposta al Palazzo della ragione di Milano fino al 13 Novembre 2016.

“Anche la bellezza è costruita dai difetti”.

“Parlando con voi” alla Triennale di Milano. Fotografie italiane 1965-2015

ALLA TRIENNALE DI MILANO

FINO ALL’8 GENNAIO 2017

 PARLANDO CON VOI – L’INSTALLAZIONE MULTIMEDIALE, PRODOTTA DA AFIP INTERNATIONAL OSPITATA ALL’INTERNO DEL PERCORSO ESPOSITIVO DELLA MOSTRA L’ALTRO SGUARDO. Fotografe italiane 1965-2015


AFIP International (Associazione Fotografi Professionisti) è presente all’interno della mostra L’ALTRO SGUARDO. Fotografe italiane 1965-2015, in programma alla Triennale di Milano dal 5 ottobre 2016 all’8 gennaio 2017.

Lungo il percorso espositivo, infatti, s’incontra l’installazione PARLANDO CON VOI, ideata da Giovanni Gastel e prodotta da AFIP International e Metamorphosi Editrice, che documenta, attraverso un suggestivo approccio multimediale, la vita e la carriera di oltre trenta fotografe italiane, dall’inizio del secolo a oggi.

Parlando con voi, che trae ispirazione dall’omonimo libro di Giovanna Chiti e Luca Covi (Danilo Montanari Editore) è costituita da trenta schermi ognuno dei quali con un’intervista esclusiva a una fotografa e una sequenza di sue opere e pubblicazioni, e consente al visitatore di conoscere e approfondire le vite di professioniste e artiste, le loro esperienze di donne originali e coraggiose.

Come sottolinea Giovanni Gastel, “Parlando con voi si prefigge di ampliare la conoscenza della fotografia italiana, passata e attuale, grazie ad un nuovo approccio moderno ed informale, slegato dai canoni tradizionali dell’esposizione, che mira a coinvolgere maggiormente lo spettatore a livello emozionale, oltre che a quello visivo”.

Le fotografe coinvolte sono: Paola Agosti, Silvia Amodio, Martina Bacigalupo, Maria Vittoria Backhaus, Isabella Balena, Marirosa Ballo, Giovanna Borgese, Francesca Brambilla e Serena Serrani, Monika Bulaj, Silvia Camporesi, Marianna Cappelli, Lisetta Carmi, Carla Cerati, Isabella Colonnello, Patrizia Della Porta, Paola Di Bello, Cristina Ghergo, Bruna Ginammi, Silvia Lelli, Antonella Monzoni, Francesca Moscheni, Giulia Niccolai, Cristina Omenetto, Donata Pizzi, Susanna Pozzoli, Leonilda Prato, Giada Ripa, Paola Salvioni, Lori Sammartino, Daniela Tartaglia.

La mostra L’ALTRO SGUARDO. Fotografe italiane 1965-2015, a cura di Raffaella Perna, propone una selezione di più di centocinquanta fotografie e libri fotografici provenienti dalla Collezione Donata Pizzi, concepita e costituita con lo scopo di favorire la conoscenza e la valorizzazione delle più significative interpreti nel panorama fotografico italiano dalla metà degli anni Sessanta a oggi.


AFIP INTERNATIONAL – ASSOCIAZIONE FOTOGRAFI ITALIANI PROFESSIONISTI

Per informazioni: info@afipinternational.com

Sito internet: www.afipinternational.com

PARIGI | Le fotografie di Giovanni Gastel in mostra | Dal 29 settembre

DAL 29 SETTEMBRE AL 28 OTTOBRE 2016

GIOVANNI GASTEL IN MOSTRA A PARIGIunnamed


Dal 29 settembre al 28 ottobre 2016 la Photo12 Galerie di Parigi (14, rue des Jardins-Saint-Paul) ospita la prima personale in Francia di Giovanni Gastel, con una selezione di circa 30 opere a coprire un arco cronologico che va dalla metà degli Anni Ottanta fino ai giorni nostri. Un viaggio completo e articolato, dunque, nell’immaginario visivo di uno tra i più grandi fotografi di moda su scala internazionale, dedicato in modo specifico al fascino femminile.

Seducenti, eteree, irraggiungibili come dee; ma al tempo stesso giocose, ironiche, irriverenti come ninfe: le modelle ritratte da Giovanni Gastel conquistano con la sinuosa delicatezza di pose elegantissime, senza mai risultare allusive o volgari, diventando così icone di una bellezza assoluta, capace di astrarsi dai condizionamenti della moda e del mercato, dando forma allo spirito eccentrico ed eclettico di un raffinatissimo sperimentatore.

Gastel, il più possibile fedele alla stampa Polaroid di grande formato e al banco ottico 20×25, ha introdotto nella fotografia di moda contemporanea le tecniche “old mix” e “a incrocio”, le rielaborazioni pittoriche e lo still life ironico, imprimendo un segno unico e originalissimo, che lo pone come figura di assoluto riferimento. Come dimostrano le immagini esposte a Parigi, che sanno restituire il senso profondo di una ricerca costante, sia sotto il profilo compositivo sia puramente tecnico.

Si passa quindi dai servizi di moda per grandi testate come Vanity Fair, scattati in bianco e nero con un gusto classico e tradizionale, agli effetti quasi pittorici ottenuti nelle serie di ritratti della metà degli Anni Novanta stampati su foglia d’oro; dai divertissement in bilico tra suggestioni dada e visioni surrealiste fino agli omaggi all’iconografia dell’Estremo Oriente o a quella della Belle Époque. Il tutto in un tourbillon di citazioni, rimandi e riferimenti che restituiscono la sconfinata cultura visuale di un vero e proprio inventore di immagini.


Note biografiche

Giovanni Gastel nasce a Milano il 27 dicembre 1955, da Giuseppe Gastel e da Ida Visconti di Modrone, l’ultimo di sette figli. Negli anni Settanta, avviene il suo primo contatto con la fotografia. La svolta avviene nel 1981 quando incontra Carla Ghiglieri, che diventa il suo agente e lo avvicina al mondo della moda.

Dopo la comparsa dei suoi primi still-life sulla rivista Annabella, nel 1982. Inizia a collaborare con Vogue Italia e poi, grazie all’incontro con Flavio Lucchini, direttore di Edimoda, e Gisella Borioli, alle riviste Mondo Uomo e Donna. La consacrazione artistica avviene nel 1997, quando la Triennale di Milano gli dedica una mostra personale, curata dallo storico d’arte contemporanea, Germano Celant.

Il successo professionale si consolida nel decennio successivo, tanto che il suo nome appare nelle riviste specializzate insieme a quello di fotografi italiani quali Oliviero Toscani, Giampaolo Barbieri, Ferdinando Scianna, o affiancato a quello di Helmut Newton, Richard Avedon, Annie Leibovitz, Mario Testino e Juergen Teller. Nel 2002, nell’ambito della manifestazione La Kore Oscar della Moda, ha ricevuto l’Oscar per la fotografia. Attualmente è Presidente dell’Associazione Fotografi Italiani Professionisti e membro permanente del Museo Polaroid di Chicago. Nell’autunno 2016 inaugurerà nella sua Milano una grande personale, curata da Germano Celant, nelle sale di Palazzo Reale.


GIOVANNI GASTEL

Parigi, Photo12 Galerie

14, rue des Jardins-Saint-Paul, 75004 Paris 4

29 settembre – 28 ottobre 2016

Orari: martedì-sabato 14 – 18.30

Ingresso libero

Informazioni:     tel. 02.8322530 – e.oropallo@giovannigastel.it

tel. + 33 (0)1 42782421; galerie@galerie-photo12.com

Sito internet:     www.galerie-photo12.com

www.giovannigastel.it

Fotografia a cena: Giovanni Gastel e Denis Curti alla Villa Reale di Monza | 22/6 ore 20.00

In occasione della mostra “Le 100 facce della musica italiana” di Giovanni Gastel, è stata organizzata una cena fotografica presso la Villa Reale di Monza, il 22 giugno dalle ore 20.00.

Un’occasione imperdibile per passare una serata con il maestro Gastel, Denis Curti e tanti autori della fotografia italiana.

Info e prenotazioni al numero 3385082044 e all’indirizzo mail commerciale@villarealedimonza.it

arsin_cena-gastel_Part1

Gastel per Rolling Stone: le 100 facce della musica italiana – sabato 23 aprile

Sabato 23 aprile appuntamento alla Villa Reale di Monza con la mostra di Giovanni Gastel “le 100 facce della musica”, un progetto realizzato per Rolling Stone Italia.

Ritratti dei grandi della musica, da Alessandra Amoroso a Zucchero, passando per Vasco Rossi e Paolo Conte, Ligabue e Francesco De Gregori, Mario Biondi e i Negramaro, Elisa e Giorgia, fino alle rapstar Emis Killa, Club Dogo, Fedez, J- Ax e Fabri Fibra.

Venerdì 22 aprile (11.30) la preview stampa con Denis Curti e Giovanni Gastel; a seguire l’inaugurazione. L’esposizione resterà aperta fino al 25 settembre.

Copia di invitodigitale

 

Villa Reale di Monza

Secondo piano nobile

viale Brianza, 1, Monza

www.villarealedimonza.it

info 199151140

0 0,00
Go to Top