Tag archive

mia fair

#WithRefugees – Fotografi per i rifugiati in mostra a Milano

Milano, Spazio Big Santa Marta | #WITHREFUGEES
FOTOGRAFI PER I RIFUGIATI

DAL 30 MARZO AL 1 APRILE

Gli scatti di Yuri Catania, Franco Pagetti, Pierre André Podbilesky, Massimo Sestini e Paolo Solari Bozzi a sostegno dell’Agenzia ONU per i Rifugiati (UNHCR).


Dal 30 marzo al 1 aprile 2017, lo Spazio Big Santa Marta di Milano – in via Santa Marta 10 – presenta la mostra #WithRefugees – Fotografi per i rifugiati, organizzata dall’Agenzia ONU per i Rifugiati (UNHCR) in collaborazione con il MIA Photo Fair, la fiera internazionale dedicata alla fotografia, che raccoglie 45 scatti di cinque grandi fotografi accomunati dalla loro sensibilità verso la causa dei rifugiati: Yuri Catania e la sua street photography, Franco Pagetti, noto per i suoi reportage di guerra; Pierre André Podbielski e le sue suggestive foto di viaggio; Massimo Sestini, vincitore del World Press Photo del 2015 con il suo Mare Nostrum; Paolo Solari Bozzi e la sua documentazione naturalistica.

Il pubblico potrà acquistare le fotografie e i proventi serviranno per sostenere i programmi di emergenza dell’UNHCR.


Informazioni
Indirizzo: Milano, Spazio Big Santa Marta (via Santa Marta 10)
Orari: 10.00 – 19.00
Ingresso libero


[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’franco pagetti’ unit=’list’]

MIA PHOTO FAIR | Annunciate le date dell’edizione 2017: dal 10 al 13 marzo

Una novità e una conferma per la settima edizione di MIA Photo Fair, l’unica fiera esclusivamente dedicata, in Italia, alla fotografia d’arte. Rispetto alla consueta collocazione nel mese di maggio, la rassegna ideata da Fabio Castelli e diretta da Fabio e Lorenza Castelli anticipa la propria apertura alla seconda settimana di marzo, da venerdì 10 a lunedì 13, con preview stampa e opening su invito nella giornata di giovedì 9 marzo.MIA 2016_1

Confermata invece la location: per il terzo anno consecutivo MIA Photo Fair dà appuntamento agli appassionati di fotografia a The Mall, il centro polifunzionale del quartiere Porta Nuova – Varesine, in una delle aree simbolo del rinnovamento di Milano.

Mia Photo Fair riparte dal successo dell’edizione 2016, che ha registrato un ottimo riscontro da parte del pubblico. Sono stati 24.000 i visitatori, con un incremento del 10% rispetto all’anno precedente; con l’85% degli operatori, tra gallerie e artisti indipendenti presenti della sezione Proposta MIA, riusciti a concludere vendite, in significativo aumento in confronto all’edizione 2015.

MIA Photo Fair 2016 – La fotografia d’arte illumina Milano

Dal 29 aprile al 2 maggio 2016 presso The Mall a Milano, è andata in scena la sesta edizione di MIA Photo Fair. La fiera dedicata alla fotografia d’arte quest’anno ha visto la partecipazione di 80 gallerie provenienti da 13 nazioni del mondo con 230 artisti, 16 editori specializzati e 16 artisti indipendenti.

Confermato anche quest’anno il format canonico della fiera che alla partecipazione delle gallerie associa “Proposta MIA” con una selezione di fotografi che presentano il proprio lavoro individualmente. Ai nostri microfoni Fabio Castelli, ideatore e direttore di MIA Photo Fair e alcuni dei protagonisti.

MIA PHOTO FAIR | 24.000 visitatori per l’edizione 2016: i dati alla chiusura della fiera

da CLP Relazioni Pubbliche


MIA PHOTO FAIR: IN CRESCITA PUBBLICO E VENDITE


Si è chiusa a Milano, con ottimi riscontri, la sesta edizione di MIA Photo Fair, l’unica fiera italiana dedicata alla fotografia d’arte. Il numero di visitatori cresce del 10% circa (raggiungendo quota 24.000 presenze); la quantità di operatori che hanno realizzato vendite ammonta all’85%, superando di oltre quindici punti percentuali i risultati del 2015.

Bilancio ampiamente positivo per la sesta edizione di MIA Photo Fair. L’unica fiera italiana dedicata alla fotografia d’arte, in scena a Milano dal 29 aprile al 2 maggio scorsi, va in archivio con un ottimo riscontro di pubblico e con un confortante “segno più” alla voce vendite. Complice la durata prolungata dell’evento – quattro giorni di fiera al posto dei canonici tre, con la conferma del lunedì e l’apertura al pubblico anticipata alla giornata di venerdì – sono stati raggiunti i 24.000 visitatori, con un +10% rispetto all’edizione record del 2015; mentre ammontano all’85% gli operatori, tra gallerie e artisti indipendenti presenti della sezione Proposta MIA, riusciti a concludere vendite. Un anno fa erano stati circa il 70%.

Questa edizione ci lascia sensazioni confortanti, sia per quanto riguarda la cultura della fotografia in Italia sia per ciò che concerne il mercato” commenta Fabio Castelli, ideatore e direttore di MIA Photo Fair. “Abbiamo notato come il pubblico sia sempre più maturo, attento, competente; e come l’aumento del volume delle vendite, con l’acquisto di diversi pezzi a cifre anche importanti, dimostri il crescente interesse da parte dei collezionisti”.

I gusti del pubblico, misurati in termini di acquisti, premiano in modo equilibrato i grandi maestri storicizzati e gli autori contemporanei. Buoni risultati, da Admira, hanno avuto le firme più note del Neoralismo (da Fulvio Roiter a Mario De Biasi passando per Nino Migliori, con una decina di vendite per un range compreso tra 1.200 e 3.000 euro) ma anche Charlotte Perriand, con una dozzina di esemplari venduti a cifre che oscillano tra i 1.500 e i 5.000 euro; Sabrina Raffaghello Arte Contemporanea ha avuto invece particolare successo con gli scatti vintage di Franco Fontana (3.500 – 5.500 euro); mentre la londinese 29 Arts in Progress ha visto un interesse spiccato per Gian Paolo Barbieri, con prezzi tra i 5.000 euro (per le polaroid) e i 6.000 – 7.000 euro.

Si conferma l’attenzione dei collezionisti per la fotografia italiana: esiti positivi per Glauco Cavaciuti (con Massimo Gatti, Giuseppe Mastromatteo e Fabiano Parisi, tutti attorno ai 5.000 euro) e per la Bag Gallery (con Gianni Pezzani, Maria Cristina Coppa e Giovanni Marinelli a 1.500 euro); ma anche per DaDA East Gallery, che presentava una monografica di Maurizio Galimberti (dieci i pezzi venduti a cifre che oscillano tra 1.000 e 6.000 euro) e per Riccardo Costantini Contemporary, soprattutto per le opere di Edoardo Romagnoli.  Menzione particolare per la MLB Maria Livia Brunelli Gallery di Ferrara, con il successo di Silvia Camporesi, trainato dalla conquista da parte dell’artista del Premio BNL Gruppo BNP Paribas: tre i pezzi venduti a cifre tra i 2.000 e i 6.000 euro, con un’opera acquisita dalla Collezione Maramotti.

Capitolo estero: si conferma la milanese Officine dell’Immagine, che bissa gli ottimi riscontri del 2015 presentando una selezione di artisti di area mediorientale, con Gohar Dashti, Shadi Ghadirian e soprattutto Jalal Sepehr che vendono per un totale di 47.000 euro. Nel segno della continuità anche un altro spazio meneghino come mc2 gallery, che riceve riscontri positivi per la personale di Liu Xaofang (fra i 3.000 e i 5.000 euro); buona la prima invece per la veronese Boxart, al suo debutto a MIA Photo Fair, che oltre a Mauro Fiorese (venduto a cifre tra i 7.000 e gli 8.000 euro) propone con successo Liu Bolin (15.000 – 20.000 euro). La belga Mazel Galerie realizza vendite con entrambi gli artisti proposti (Antoine Rose e Mauro Timmermans, tra i 4.000 e gli 8.000 euro), mentre la tedesca Galerie Voss ha visto un forte interesse per Iwajla Klinke, filmmaker e fotografa quotata tra i 5.200 e i  6.800 euro.
PREMI – Nell’ambito di MIA Photo Fair è stato assegnato il Premio BNL Gruppo BNP Paribas, giunto alla sua quinta edizione, a Silvia Camporesi (Faenza, 1973), presentata dalla MLB Maria Laura Brunelli Gallery con l’opera Planasia #12, entrata nelle collezioni dell’istituto di credito.

Vince la prima edizione del Premio Massimo Gatti, istituito da MIA Photo Fair e dalla galleria Glauco Cavaciuti, Massimo Sestini (Prato, 1963): il fotografo, considerato il più interessante tra quanti si sono presentati in forma indipendente nella sezione “Proposta MIA”, ottiene un premio in denaro e l’allestimento di una mostra personale negli spazi della stessa galleria Cavaciuti.

È la croata Jovana Popić (Zadar, 1977 – vive e lavora a Berlino) a vincere la quarta edizione di Codice MIA, l’originale portfolio review che offre all’artista considerato più meritevole da una rigorosa giuria internazionale la possibilità di esporre gratuitamente con uno stand personale nella prossima edizione della fiera. Menzione d’onore per Gabriele Corni (Bologna, 1972).

Grande interesse da parte del pubblico per le proposte del programma culturale: partendo dalle interviste di Sabrina Donadel ad alcune coppie di importanti collezionisti e arrivando al contributo di Patricia Urquiola sul rapporto tra fotografia e design; passando per i talk con i maestri della fotografia contemporanea: su tutti Ferdinando Scianna, Paola Agosti – che in qualità di vincitrice del Premio “Tempo Ritrovato – Fotografie da non perdere” dedicato agli Anni Settanta ha raccontato la sua esperienza giovanile come fotoreporter che ha documentato i movimenti di protesta femminista – e Settimio Benedusi, che ha dato conto della sua recente esperienza di cammino dalla Liguria a Milano, a piedi e senza budget, con la fotografia usata come merce di scambio per ottenere vitto e alloggio.

“La fotografia ha ancora un valore?” | Settimio Benedusi si racconta al MIA Photo Fair

MIA Photo Fair: domani (30/4) alle ore 13 l’incontro “La fotografia ha ancora un valore?
Settimio Benedusi racconta l’avventura del suo vaggio (a piedi!) da Imperia a Milano senza soldi e barattando la sopravvivenza scattando fotografie.
Il moderatore dell’incontro sarà Denis Curti.
Vi aspettiamo in piazza Lina Bo Bardi 1 – The Mall, fermata della metropolitana Repubblica.

IMG_3268

Milano, Silvia Camporesi vince il Premio BNL 2016

E’ stato assegnato oggi al MIA Photo Fair, di cui la Banca è main sponsor per il quinto anno consecutivo,  il “Premio BNL Gruppo BNP Paribas” – un riconoscimento concreto –  attribuito al migliore tra gli artisti che hanno presentato i propri lavori tramite le gallerie d’arte, da una giuria di esperti composta da: Gianluigi Colin, Art Director del Corriere della Sera, Fabio Castelli, ideatore e presidente del Comitato Scientifico di MIA, Gianluigi Ricuperati, scrittore e direttore creativo di Domus Academy, Francesca Malgara, membro dell’Advisory Board di MIA e Anna Boccaccio, Direttore del Servizio Relazioni Istituzionali di BNL Gruppo BNP Paribas.

unnamed

Tra i 15 finalisti selezionati dal Comitato Scientifico di MIA il 15 aprile scorso, il Premio BNL è andato a Silvia Camporesi (Forlì, 1973), per l’opera dal titolo “Planasia #12”, presentata dalla MLB Maria Livia Brunelli Gallery.di Ferrara.


“Abbiamo assegnato il “Premio BNL Gruppo BNL Paribas” a Silvia Camporesi – recita la motivazione della giuria – “perché la sua ricerca sui luoghi abbandonati, ben rappresentata dalla dolente immagine dei documenti d’archivio di un carcere in disuso, carte di burocrazia e sofferenza, incarna e potenzia i valori pittorici e narrativi che stanno alla base della ricerca fotografica, ponendosi in una relazione insieme diretta e indiretta, squillante e misteriosa, con la tradizione del viaggio in Italia, splendida e magistrale rovina che ritorna al presente, sperando nel futuro.”


L’opera selezionata sarà acquisita da BNL e andrà ad arricchire il patrimonio artistico della Banca che, ad oggi, conta circa 5.000 opere, tra cui spiccano capolavori dell’arte classica e moderna, nonché opere di artisti contemporanei. Tra queste rientrano i lavori fotografici, vincitori del “Premio BNL” nelle passate edizioni del MIA Fair: “Niad, The small crater, 2000” di OhadMatalon nel 2012,  “Passaggio#7” di Luigi Erba e Roberto Berné nel 2013, “Untitled” di Luca Gilli nel 2014, “Da Memorie” di Bruno Cattani ex equo con “In Superficie” di Massimiliano Gatti nel 2015.


Tutte le 15 opere finaliste del Premio sono “esposte” anche sull’accountInstagram@bnl_cultura, il nuovo canale attraverso cui la Banca, con immagini e video, condivide e valorizza l’artee le diverse iniziative culturali che BNL supporta e sponsorizza.

Nel corso dell’intera durata della manifestazione, infine, BNL consegnerà agli appassionati e a tutti coloro che si recheranno al MIA Photo Fair, delle “cornici” in cartoncino attraverso le quali potranno inquadrare la loro opera preferita tra tutte quelle presenti. Le foto potranno essere condivise su Instagram con l’hashtag #laMIAFairBNL e una selezione di queste verrà repostata su @bnl_cultura.


Con questo Premio, BNL Gruppo BNP Paribas vuole confermare ulteriormente il proprio impegno per lo sviluppo dell’arte contemporanea in Italia, della fotografia in particolare, nella consapevolezza del ruolo sempre più importante che questa ha assunto tra i linguaggi espressivi dell’arte contemporanea. Negli ultimi anni, infatti, BNL si è impegnata concretamente nella promozione di artisti contemporanei e nella valorizzazione di iniziative socio-culturali legate alla fotografia, acquisendo anche numerosi lavori, soprattutto di giovani emergenti. Tra questi, anche alcune opere di artisti che hanno partecipato alla mostra “the seaismyland. Artisti dal Mediterraneo” – ideata e realizzata dalla Banca per il proprio Centenario tra i quali: Marie Bovo, DorGuez , David Maljkovic,  MladenMiljanović ,MoatazNasr,Adrian Paci, Rori Palazzo.

Sacralità Laica, Cattedrali Industriali del XX° secolo | Matteo Guariso e Aldo Sardoni | MIA Fair

Quest’anno Noema Gallery presenta il progetto “Sacralità Laica“, Cattedrali Industriali del XX° secolo, due Autori a confronto, Matteo Guariso e Aldo Sardoni.

“…. E’ una caratteristica che li unisce e che si riscontra in tutti i loro lavori, benché le loro modalità di rappresentazione fotografica siano quasi agli antipodi;  Sardoni usa il colore, le ombre e la luce del sud, Guariso il bianco e nero e la luce del nord.

Il primo si limita ad uno sviluppo tradizionale del negativo digitale, il secondo elabora le sue immagini utilizzando quanto la tecnologia gli consente.

Eppure malgrado le differenze così marcate, entrambi ci portano in un luogo non ben definito, facendoci passare attraverso il fotogramma che è l’unico elemento palese del progetto.

Il resto è a cura di ogni spettatore…..”

CARTOLINA-INVITO-MIA-2016-2 (1) (1)

Roberto Polillo: Towers of Miami | MIA FAIR 2016

© Roberto Polillo

MIA PHOTO FAIR 2016 – MILANO -29 APRILE / 2 MAGGIO


Con la mostra al MIA FAIR 2016 di Milano dedicata allo skyline di Miami, è presentato in anteprima un  nuovo capitolo di “Impressions of the World”, il progetto pluriennale, tutto realizzato con tecnica ICM, che ha per obiettivo catturare il Genius Loci di città e paesi del mondo ispirandosi ai pittori viaggiatori dell’800. I grattacieli di Miami, nello sguardo di Polillo, sembrano giganteschi cupi castelli medievali dalle architetture fantascientifiche. Una metafora dello spirito dell’uomo occidentale: ora cupo e gotico, ora luminoso e visionario, costantemente in sfida con la natura e con sé stesso, impegnato in uno sforzo continuo di rimodellare il mondo e la sua storia.

Fotografie di Roberto Polillo

A cura di Alessandro Luigi Perna


La mostra “Roberto Polillo. Towers of Miami”, a cura di Alessandro Luigi Perna e dedicata allo skyline della città americana,  presenta in anteprima al MIA FAIR 2016 dal 29 aprile al 2 maggio 2016, un nuovo capitolo di “Impressions of the World”, il progetto pluriennale e in corso d’opera di Roberto Polillo che ha per obiettivo di catturare il Genius Loci di città e paesi del mondo. Un’avventura artistica che finora lo ha portato in Marocco, India, Sud Est Asiatico, America Centrale, New Mexico, Miami, Islanda e Italia. Il progetto è tutto realizzato in ICM – Intentional Camera Movement, una tecnica di ripresa che impone di realizzare le immagini tenendo tempi di ripresa lunghi e muovendo la macchina fotografica durante lo scatto. Il risultato sono immagini potentemente pittoriche che portano alle estreme conseguenze la tradizione iconografica della fotografia pittorialista delle origini. A ispirarlo culturalmente ed esteticamente sono artisti del calibro di Delacroix, Matisse, Renoir, Van Gogh, Turner, De Chirico. E poi i pittori viaggiatori dell’800 capaci di raccontare attraverso i loro acquarelli le atmosfere e le suggestioni dei paesi d’oriente.

Con “Visions of Venice”, tratta dall’omonimo libro edito da Skira ed esposta ai Tre Oci di Venezia dal 22 gennaio a 28 marzo 2016, Polillo ha voluto far partire il suo viaggio intorno al mondo, in omaggio all’orientalismo,da Venezia, la città più orientale del Vecchio Continente. Adesso con “Towers of Miami” volge il suo sguardo verso occidente, ritraendo un’altra città di confine. A lambirsi e mischiarsi, questa volta, sono due differenti punti cardinali: il nord e il sud del mondo. Fotografa ad ogni ora del giorno e della notte i grattacieli che definiscono lo skyline della città. Nello sguardo di Polillo, quando si affacciano sull’oceano sembrano giganteschi cupi castelli dalle architetture fantascientifiche costruiti per presidiare la terra ferma dalle improvvise aggressioni della natura. Quando sono lontano dal mare sembrano invece torri medievali innalzate per proteggere l’uomo dalla società da lui stesso creata, che inesorabilmente scorre caotica alla base delle loro fondamenta. Le torri di Miami di Roberto Polillo rappresentano la metafora dello spirito dell’uomo occidentale: ora cupo e gotico, ora luminoso e visionario, costantemente in sfida con la natura e con sé stesso, impegnato in uno sforzo continuo di rimodellare il mondo e la sua storia.

RIPRESA ICM E NOTE TECNICHE

Le immagini in mostra sono state realizzate da Roberto Polillo con reflex digitale Canon Eos 1-DS Mark III e Canon 5D SR, prevalentemente con zoom di media focale dotati di filtro grigio scuro per permettere tempi lunghi anche con luce diurna. La tecnica di ripresa utilizzata è quella definita dall’acronimo ICM – Intentional Camera Movement. Il ritocco digitale delle immagini è stato effettuato dall’autore in post-produzione con Photoshop senza mai modificare la struttura delle foto ma limitandosi a correggere saturazione, contrasto, chiarezza, nitidezza, dominanti dell’immagine originale. Mosso e sfocature sono nella ripresa originale e non sono stati usati filtri pittorici disponibili in Photoshop. Le immagini sono state stampate su canvas fine art Hahnemuhle con lo scopo enfatizzare l’effetto pittorico delle immagini.

MIA Photo Fair, VI edizione

Milano (askanews) – La fotografia come termometro del contemporaneo. La sesta edizione di Mia Photo Fair, in programma a Milano dal 29 aprile al 2 maggio, conferma lo spirito con cui Fabio Castelli ha ideato e continua a dirigere la fiera: equiparare a tutti gli effetti la fotografia all’arte.
E proprio su questo punto Castelli è intervenuto durante la presentazione dell’evento a Palazzo Reale. “Non possiamo dimenticare – ha detto – quanto le grandi collezioni di arte contemporanea contengano opere di fotografia, proprio per il fatto che forse sono le opere più contemporanee nell’ambito delle tecniche collezionate”.
Per l’edizione 2016 sono presenti nello spazio The Mall a Porta Nuova 80 gallerie, provenienti da 13 nazioni e con 230 artisti. Confermata anche la sponsorizzazione di BNL Gruppo Bnp Paribas, che anche quest’anno promuove il premio che porta il nome della banca e che porterà l’opera vincitrice a fare parte della collezione di BNL. L’intento culturale, quindi è dichiarato, e a conferma di ciò Mia presenta un ricco programma di eventi e talk. E l’assessore alla Cultura del comune di Milano, Filippo Del Corno, ha sottolineato il legame forte con il momento della città. “I numeri in costante crescita – ha detto – sottolineano anche un’evoluzione molto significativa del progetto che credo abbia trovato nella sua nuova collocazione a The Mall un punto di forza assolutamente straordinario, innanzitutto perché il luogo si presta particolarmente all’attività della photo fair, ma anche perché simboleggia in maniera molto forte la città in trasformazione, la città in cambiamento di cui appuntamenti come Mia rappresentano momenti essenziali e di grande importanza”.
Nel 2015 i visitatori di Mia sono stati 22mila, l’obiettivo della sesta edizione è quello di provare a fare ancora meglio.

Per il video della conferenza di presentazione clicca qui

MIA PHOTO FAIR | Conferenza Stampa di presentazione, MILANO Palazzo Reale | Martedì 19 aprile ore 12

MIA PHOTO FAIR

Sesta edizione

In programma

MARTEDÍ 19 APRILE 2016 – ORE 12.00

A MILANO, PALAZZO REALE (Sala Conferenze – terzo piano)
Piazza Duomo, 14

Interverranno

Fabio CASTELLI – Ideatore e Direttore MIA Photo Fair

Lorenza CASTELLI – Direttore Organizzativo MIA Photo Fair

Gigliola FOSCHI – Comitato Scientifico MIA Photo Fair

Roberto MUTTI – Comitato Scientifico MIA Photo Fair

Enrica VIGANÒ – Comitato Scientifico MIA Photo Fair


80 gallerie provenienti da 12 diverse nazioni del mondo con 230 artisti, 15 editori specializzati e 20 artisti indipendenti: questi i numeri della sesta edizione di MIA Photo Fair, la fiera dedicata alla fotografia d’arte ideata e diretta da Fabio Castelli con Lorenza Castelli, in programma a The Mall, centro polifunzionale nel quartiere di Porta Nuova Varesine a Milano, da giovedì 28 aprile, giornata di inaugurazione a inviti, a lunedì 2 maggio 2016.

È gradita la conferma di partecipazione al numero 02 36 755 700.

 

MIA PHOTO FAIR a Milano | 28 aprile – 2 maggio

Milano, The Mall – Porta Nuova Varesine | Dal 28 aprile al 2 maggio 2016

MIA PHOTO FAIR

Torna con la sua sesta edizione la fiera della fotografia d’arte
diretta da Fabio Castelli e Lorenza Castelli


MIA 2016_180 gallerie provenienti da 12 diverse nazioni del mondo con 230 artisti, 15 editori specializzati e 20 artisti indipendenti: questi i numeri della sesta edizione di MIA Photo Fair, la fiera dedicata alla fotografia d’arte ideata e diretta da Fabio Castelli, in programma a The Mall, centro polifunzionale nel quartiere di Porta Nuova Varesine a Milano, da giovedì 28 aprile, giornata di inaugurazione a inviti, a lunedì 2 maggio 2016.

MIA Photo Fair, col patrocinio della Regione Lombardia, della Città Metropolitana di Milano e del Comune di Milano, può contare sul contributo dei main Sponsor BNL Gruppo BNP Paribas e Lavazza  e dello Sponsor Eberhard & Co.

Forte del successo ottenuto nel 2015 (con oltre 22.000 visitatori), MIA Photo Fair sceglie di prolungare il proprio periodo di apertura, accogliendo il pubblico dal giovedì e proseguendo fino al lunedì. Confermato il format canonico della fiera, che alla partecipazione delle gallerie – libere di esporre collettive o progetti monografici – associa Proposta MIA, con una selezione di fotografi che presentano il proprio lavoro individualmente.

PREMI     

PREMIO BNL Gruppo BNP Paribas – Si rinnova per il quinto anno consecutivo il rapporto tra MIA Photo Fair e BNL Gruppo BNP Paribas, main Sponsor della manifestazione. Viene quindi istituito, anche per il 2016, il Premio BNL Gruppo BNP Paribas, assegnato da una giuria qualificata ai fotografi che prendono parte alla fiera esponendo con le proprie gallerie di riferimento. Le opere finaliste verranno pubblicate su bnl_cultura, l’account Instagram di BNL dedicato all’arte e alla fotografia. L’opera vincitrice entrerà a far parte del patrimonio artistico della Banca,  che ad oggi conta oltre 5.000 opere.

 

PREMIO ARCHIVI “Tempo ritrovato – fotografie da non perdere” sostenuto da Eberhard & Co. – Dopo l’edizione speciale dell’anno passato, che affrontando l’esperienza di Giuseppe Pellizza da Volpedo aveva interrotto il filo cronologico avviato con l’indagine sugli Anni Cinquanta prima e Sessanta poi, riprende il proprio corso naturale il Premio Archivi “Tempo ritrovato – fotografie da non perdere” , ideato con la collaborazione di  Io Donna  e  supportato dalla Maison svizzera di orologeria che da quattro anni sostiene il progetto. L’iniziativa, vero e proprio unicum nel panorama italiano,  promuove la riscoperta e la tutela dei fondi che documentano la tradizione e i costumi del’italia, contribuendo a preservarne e diffonderne la memoria. L’edizione 2016 si rivolge agli Anni Settanta, si rivolge agli Anni Settanta, significativo momento storico contrassegnato da importanti trasformazioni socioculturali.

PREMIO Massimo Gatti – MIA Photo Fair istituisce insieme alla galleria Glauco Cavaciuti Arte di Milano la prima edizione di un premio intitolato alla memoria di Massimo Gatti, fotografo scomparso nello scorso mese di novembre. All’artista che verrà ritenuto più meritevole tra quelli partecipanti alla sezione Proposta MIA verranno offerti un premio in denaro e l’allestimento di una personale negli spazi della stessa galleria Cavaciuti.

PROGRAMMA CULTURALE

Arricchisce l’appuntamento con MIA Photo Fair un fitto programma di talk e dibattiti che affrontano i temi di maggiore attualità tra i tanti che coinvolgono il mondo della fotografia.  Tra questi l’incontro, realizzato in collaborazione con la Comunità di Sant’Egidio, dedicato alla forza dell’immagine come linguaggio per raccontare il fenomeno dei processi migratori che stanno cambiando l’Europa. Un processo affrontato attraverso il lavoro di artisti e reporter come Liu Bolin, Massimo Sestini, Fabio Bucciarelli e Corrado Levi.

La sesta edizione di MIA Photo Fair nel consueto focus dedicato al collezionismo, presenta tre appuntamenti speciali a cura di Sabrina Donadel, che nelle giornate di venerdì, sabato e domenica incontrerà  tre coppie di collezionisti, compagni nella vita e uniti dalla passione per la fotografia: Pier Luigi e Natalina Remotti, Giovanni e Anna Rosa Cotroneo, Gaetano e Barbara Maccaferri.

L’area talk dove ha luogo il programma culturale è oggetto di uno speciale progetto allestitivo, ideato e realizzato grazie all’intervento di un gruppo di giovani talenti creativi coordinati dall’Institute for Production of Wonder insieme a Cassina, sotto la guida della direzione creativa di Patricia Urquiola.

PROGETTI SPECIALI                               

LAVAZZA dedicherà lo spazio del proprio Caffè Artistico a una mostra di preziose opere fotografiche provenienti dall’Archivio Mario De Biasi, un tributo a uno dei più grandi interpreti del fotoreportage giornalistico a livello internazionale. La selezione delle immagini, curata da Enrica Viganò, membro del Comitato Scientifico di MIA Photo Fair, e da Silvia De Biasi, responsabile dell’Archivio Mario De Biasi, raccoglie scatti che illustrano situazioni diverse e lontane tra loro, all’interno dei quali il rito del caffè è sempre protagonista.

36 immagini che raffigurano figure di spicco, celebrità, scrittori, musicisti, attori, persone comuni in luoghi differenti, dai locali alla moda di New York all’Australia da Milano all’Iran.

Un omaggio all’energia che questa bevanda infonde a tutte le latitudini.

MIA Photo Fair ospita il progetto espositivo realizzato da Luca Gilli vincitore del Premio BNL Gruppo BNP Paribas nel 2014, per Ice Yachts, azienda di cantieristica navale leader nel campo della vela che sviluppa programmi speciali legati all’uso delle nuove tecnologie. Attraverso il suo obiettivo, Gilli racconta le diverse fasi della nascita di un’imbarcazione di ultima generazione, trovando il punto di incontro tra il sapere di una artigianalità antica e le più avveniristiche soluzioni rese possibili dalla contemporaneità.

CODICE MIA

MIA Photo Fair conferma la sua visione orientata al futuro proseguendo l’esperienza di CODICE MIA, ideato da Enrica Viganò come originale forma di portfolio review. Una selezione di artisti scelti dalla fiera stessa avranno l’opportunità di discutere il proprio lavoro con un panel di collezionisti, curatori, art advisor italiani e stranieri:

Pedro Barbosa, collezionista – Saõ Paulo, Brasile

Peter Coeln, collezionista – Vienna, Austria

Elaine Goldman, collezionista – New York, USA

Jim Grover, collezionista – Londra, Gran Bretagna

Charles Jing, collezionista – Atlanta, USA

Annamaria e Antonio Maccaferri, collezionisti – Bologna, Italia

Massimo Perazzo, collezionista – Milano, Italia

Nissan Perez, art advisor e curatore – Tel Aviv, Israel

Jeff Rosenheim, curatore responsabile della collezione di Fotografia del Metropolitan Museum of Art – New York, USA

Maria Sukkar, collezionista – Londra, Gran Bretagna

Tra tutti gli artisti che parteciperanno alle sessioni di confronto e discussione ne verrà scelto uno, premiato con la possibilità di esporre il proprio lavoro nella sezione Proposta MIA dell’edizione 2017.

0 0,00
Go to Top