Tag archive

Mia Photo Fair 2019

Milano capitale della fotografia e centro nevralgico del collezionismo in Italia a MIA photo Fair 2019

Giulio di Sturco Ganges, India, 2014 Courtesy Podbelsky Contemporary

Tutto è pronto per il ritorno del MIA Photo Fair. Quattro giornate nel cuore di una città che si conferma capitale della fotografia e centro nevralgico del collezionismo in Italia. Per questa edizione le gallerie partecipanti sono ottantacinque, un terzo delle quali provenienti dall’estero. La selezione è a opera del comitato scientifico composto dal direttore Fabio Castelli, Gigliola Foschi, Roberto Mutti ed Enrica Viganò. Oltre alle gallerie, sono presenti altri cinquanta espositori con diversi progetti individuali, collettivi ed editoriali. Numeri, questi, che testimoniano una forte crescita di interesse per la cultura dell’immagine e per la fotografia d’autore. Tra le novità più interessanti proposte dalla fiera, sono da segnalare il format Arte e Scienza  che propone un’indagine sul rapporto tra il linguaggio artistico e lo sviluppo scientifico, il lavoro performativo sul ritratto dal titolo Ricordi?  a cura di Settimio Benedusi e HP ed Everyday Uniqueness , il progetto realizzato da Paolo Pellegrin e IQOS che racconta per immagini il concetto di unicità e di creatività. Anche quest’anno uno dei principali partner di MIA Photo Fair, BNL Gruppo BNP Paribas, promuove il premio che selezionerà una fotografia, tra quelle esposte in fiera, che entrerà a far parte della collezione della banca insieme ad altre cinquemila opere. La rappresentazione coordinata della IX edizione è stata realizzata dall’artista norvegese Rune Guneriussen, le cui immagini sono state esposte in numerose fiere, mostre personali e collettive in tutto il mondo. Nei suoi progetti l’artista inserisce oggetti costruiti dalla mano dell’uomo per realizzare installazioni temporanee nell’ambiente naturale, inserendole al centro delle sue immagini fotografiche. Il lavoro di Guneriussen pone l’attenzione su uno dei problemi principali della società contemporanea, ovvero l’importanza di mantenere stabile il delicato equilibrio tra uomo e natura. L’autore sarà presente durante i giorni della fiera dove terrà un incontro su questo tema

Dal 22 al 25 marzo 2019, a The Mall, Milano

Arte, Eccellenza, Innovazione sono i tratti distintivi di Canon a MIA Photo Fair 2019

Dal 22 al 25 marzo 2019, Canon sarà presente con una propria area allestita all’interno di The Mall, nel quartiere di Porta Nuova a Milano, in occasione della IX edizione della fiera internazionale dedicata alla fotografia d’arte in Italia, diretta da Fabio Castelli e Lorenza Castelli.
MIA Photo Fair: un grande appuntamento dedicato alla cultura fotografica che quest’anno vede Canon tra i protagonisti di una nona edizione all’insegna dell’arte della stampa fotografica. Canon porta alla manifestazione l’eccellenza del proprio ecosistema di soluzioni legate alla stampa Fine Art grazie a Roberto Caielli – fotografo e stampatore professionista – che sarà presente in qualità di Canon large format printing Ambassador. Canon offre una vasta gamma da soluzioni e servizi dedicati al mondo delle immagini: dalla cattura alla stampa, dalla condivisione all’editing. Grazie alle serie PIXMA e al software Pro Print, è possibile scoprire come le tecnologie e gli inchiostri Canon possano trasformare le librerie digitali in stampe di ottima qualità. Inoltre, i modelli della serie imagePROGRAF, mettono in evidenza il grande potere espressivo delle stampe di grandi dimensioni.
“Sia come fotografo sia come stampatore, ho sempre preferito la tecnologia di stampa IPF Canon. La resa tonale, l’incisione, la morbidezza dei passaggi e la forza espressiva delle stampe si accompagnano sempre alla capacità di dare un carattere peculiare alle immagini. Da fotografo, desidero una stampa precisa, rispettosa, ma soprattutto in grado di conferire forza e personalità a un progetto. Da stampatore, chiedo alla tecnologia la medesima capacità, perfino un po’ di sentimento, e Canon mi ha sempre aiutato a capire e interpretare a fondo le emozioni e i progetti degli altri”, ha commentato Roberto Caielli. Grazie alla costante ricerca sui nuovi materiali e alla sperimentazione continua sui rapporti tra fotografia digitale e stampa, Caielli si avvale di plotter e di stampanti Canon di ultima generazione e tecnologie specifiche per realizzare le sue produzioni artistiche. Inoltre, Canon ospiterà in stand una selezione di immagini fotografiche di maestri della fotografia italiana quali Paolo Pellegrin, Giulio di Sturco, Paolo Verzone, Simona Ghizzoni e Antonio Gibotta. Tutti nomi che fanno parte del programma Canon Ambassador, un progetto che riunisce alcuni fra i migliori fotografi e videomaker al mondo provenienti da Europa, Medio Oriente e Africa. Le competenze, l’esperienza e la visione di questi grandi professionisti ispirano e consigliano tutti coloro che fanno della narrazione visiva il loro sogno e la loro ambizione. Gli Ambassador Canon hanno stili e specializzazioni differenti: dal Reportage alla Moda, dalle Arti figurative alla fotografia naturalistica, dai Matrimoni alla Pubblicità. Ma ciò che li contraddistingue tutti è la dinamicità, il senso artistico e più di tutto la capacità di raccontare storie attraverso le immagini.

MIA Photo Fair: un grande appuntamento dedicato alla cultura fotografica

Uno spazio interessante sarà dedicato a Massimo Sestini con le fotografie ‘Barcolana dal cielo’ e ‘Mare Nostrum’ oltre che allo stesso Roberto Caielli con due immagini tratte dal progetto “Questi sono i miei fiumi”, ispirato dalla poesia “I fiumi” di Ungaretti. Tutte le immagini saranno stampate con tecnologia Canon imagePROGRAF a 12 colori. Le soluzioni di stampa grande formato imagePROGRAF di Canon, si sono aggiudicate ben 3 premi assegnati dall’organizzazione Keypoint Intelligence – Buyers Lab (BLI), tra cui il prestigioso ‘2017 Wide-Format Printer Line of the Year Award” come miglior linea in termini di eccellenza tecnologica, affidabilità, user experience e qualità di stampa. I ‘Pick’ Awards per le soluzioni di stampa grade formato vengono assegnati una volta l’anno solo ai prodotti che superano rigorosi test di laboratorio, incluse valutazioni sulle prestazioni e sulle funzionalità, e rappresentano per gli utenti una prova di affidabilità e sostenibilità. Le eccezionali funzionalità e la continua evoluzione dei prodotti hanno permesso a Canon di vincere con la serie imagePROGRAF PRO-2000/PRO-4000 come miglior stampanti fotografiche e fine art. Per questi modelli, la qualità di stampa delle immagini è stata giudicata eccellente sia in ambito grafico che fotografico, con ampie gamme cromatiche e colori luminosi e saturi, nonché tonalità estremamente naturali. I tempi di inattività sono stati minimi, grazie all’affidabilità impeccabile, alle semplici procedure di manutenzione ordinaria e alla possibilità di sostituire le cartucce di inchiostro esaurite mentre l’unità è in funzione. I due modelli sono inoltre risultati altamente produttivi in particolare nelle modalità Standard e High Quality. La funzionalità Direct Print & Share permette agli utenti di eseguire la scansione e recuperare i file dal cloud storage per la stampa.
“Per produrre le opere d’arte del progetto presentato presso il nostro spazio, abbiamo messo in campo le migliori competenze, i servizi e le nostre tecnologie dedicate alla fotografia e alla stampa, convinti di poter emozionare e far riflettere grazie al potere di immagini di qualità nei formati più disparati. Fotografia e cultura sono alla base del nostro sviluppo creativo e dell’arte contemporanea e vogliamo raccontarle laddove le business communities e l’eccellenza artistica si incontrano”, ha dichiarato Paolo Tedeschi, Marketing & Corporate Communication Senior Manager di Canon Italia.
Ideata e diretta da Fabio Castelli e Lorenza Castelli, MIA Photo Fair rappresenta quindi per Canon un’incredibile occasione culturale per inserirsi all’interno di un ricco programma di iniziative testimoniando la maturità e la qualità della stampa fotografiche che a certi livelli di eccellenza diventa Arte.

Mia Photo Fair 2019: la fiera internazionale dedicata alla fotografia d’arte scalda i motori

Alain Laboile

Mia Photo Fair 2019: la fiera internazionale dedicata alla fotografia d’arte

Torna la fiera internazionale dedicata alla fotografia d’arte in Italia.

Manca poco meno di un mese all’apertura della IX edizione di MIA Photo Fair la fiera internazionale dedicata alla fotografia d’arte in Italia, ideata e diretta da Fabio Castelli e Lorenza Castelli. Ospitata nuovamente da The Mall, nel quartiere di Porta Nuova a Milano, dal 22 al 25 marzo 2019, MIA Photo Fair garantirà ad appassionati e collezionisti un accesso privilegiato al mondo della fotografia, con la possibilità di approfondire la conoscenza del medium che meglio di ogni altro riesce a interpretare la realtà contemporanea.
“In otto anni di storia – afferma Fabio Castelli -, abbiamo assistito alla crescita di MIA Photo Fair, non solo come contenitore espositivo, ma come piattaforma culturale, sempre attenta ad accogliere le ultime istanze che provenivano dall’universo fotografico.Parallelamente abbiamo percepito una sempre più ampia considerazione sia dei visitatori, sia degli appassionati di questa forma d’arte, sia degli addetti ai lavori e degli investitori, soprattutto internazionali. Il fatto che anche all’estero MIA Photo Fair venga riconosciuta come una fiera di riferimento per la sua qualità e la sua serietà è un valore aggiunto di non poco conto. Il successo della manifestazione  passa anche attraverso il dato dei
numeri. In otto anni sono stati oltre 400 gli espositori di Mia Photo Fair; con i suoi 170.000 visitatori avremmo riempito due volte lo stadio di San Siro”.
MIA Photo Fair, col patrocinio del Comune di Milano,della Regione Lombardia, della Città Metropolitana di Milano e il contributo del Main Sponsor BNL Gruppo BNP Paribas e degli Sponsor Eberhard & Co. e Olympus, si presenta con una nuova immagine coordinata, firmata dal fotografo norvegese Rune Guneriussen (Kongsberg, 1977), il cui lavoro è stato esposto in numerose mostre personali e collettive negli USA, in Cina, in Francia, Germania, Inghilterra, Svizzera, Olanda e Norvegia, oltre che in fiere internazionali (Paris Photo, Art Basel).  La scelta di Guneriussen è stata guidata, oltre che dalla qualità artistica, anche dall’interesse verso uno dei problemi fondamentali del nostro tempo e cioè l’importanza di mantenere in equilibrio il rapporto tra l’uomo e la natura.

Mia Photo Fair 2019: le novità di questa edizione

MIA Photo Fair ha sempre cercato di essere una piattaforma su cui discutere di fotografia nei suoi molteplici aspetti. Ecco perché l’edizione 2019 si arricchirà di una nuova sezione dal titolo Beyond Photography, con l’intento di sottolineare cosa vuol dire oggi ‘fotografia’ soprattutto in rapporto al mondo dell’arte contemporanea. All’interno di Beyond Photography si troverà un gruppo di gallerie che sono solite esporre in fiere italiane e internazionali non specificatamente dedicate alla fotografia o che rappresentano artisti la cui ricerca contempla altri mezzi oltre alla fotografia; tra queste, A100 gallery conLuca Coclite, Federica De Carlo e Matteo Nasini, CE Contemporary con Rania Matar, la Galleria Clivio con Julien Blaine, Sylvano Bussotti, Giuseppe Chiari, Lamberto Pignotti e Sarenco, Maria Livia Brunelli MLB Gallery con Anna Di Prospero e Jacopo Valentini, la Galleria Massimo Minini con Roger Ballen, Vanessa Beecroft, Elisabetta Catalano, Bertrand Lavier, Matthieu Mercier e Ariel Schlesignere Progetto Arte elm con Ivan Falardi e Giò Pomodoro. Tra le novità più suggestive di MIA Photo Fair 2019 vi è la collaborazione con Photo Independent, la fiera di fotografia di Los Angeles – che quest’anno ha avuto un appuntamento europeo al Carrousel du Louvre a Parigi – che sonda le nuove generazioni di fotografi indipendenti. Lo spazio di Photo Independent proporrà una selezione dei più interessanti autori, scelti tra i molti che hanno esposto nella rassegna californiana.
La Corea del Sud è il paese ospite di MIA Photo Fair 2019.
Per l’occasione, il Consolato Generale della Repubblica di Corea promuove il Focus Korea, ideato in collaborazione con la Korea Foundation, organizzazione associata al Ministero degli Affari Esteri sudcoreano, curato da Christine Enrile, fondatrice e direttrice artistica della C|E Contemporary, che presenterà una serie di lavori di alcuni dei più importanti artisti coreani della nuova generazione. L’intento è quello di promuovere il talento dei giovani fotografi e condividere con il pubblico l’attuale realtà dell’arte contemporanea coreana. L’architettura e il design saranno due argomenti che MIA Photo Fair indagherà con attenzione, attraverso una serie di appuntamenti di varia natura. Particolarmente interessante sarà il percorso che Fabio Novembre, uno degli architetti e designer italiani più conosciuti e apprezzati a livello internazionale, nonché grande appassionato e collezionista di fotografia, comporrà selezionando alcune delle opere esposte a MIA Photo Fair.
Il pubblico potrà essere protagonista del nuovo progetto performativo di Settimio Benedusi per HP. All’interno di MIA Photo Fair si terrà, infatti,una edizione speciale di RICORDI?, il format creato da Benedusi per riportare in auge il privilegio del ritratto fotografico stampato. Tale progetto nasce dalla presa di coscienza che, con l’avvento delle nuove tecnologie, le immagini hanno iniziato a rivelare la loro precarietà, dimenticate sulle memorie degli smartphone o dei tablet o conservate su sopporti digitali, col rischio non troppo remoto di perdere una buona parte dei ricordi di una vita. Con questa iniziativa Benedusi desidera recuperare la fotografia stampata su carta, nel suo essere oggetto fisico e tattile, che può essere esposto e interagire con le persone che la guardano e con l’ambiente che le accoglie. L’obiettivo dell’esperienza è quindi sottolineare l’importanza della fotografia stampata e farsi pionieri del ritorno del ritratto fotografico d’autore.  La fiera ospiterà inoltre, per il terzo anno anche il Premio RaM Sarteano, nato dalla collaborazione tra MIA Photo Fair e il Comune di Sarteano (SI), che inviterà alcuni artisti a esporre in una mostra collettiva nei mesi di luglio – settembre 2019, all’interno della Rocca Manenti a Sarteano. Il comitato di selezione del Premio sarà formato da Fabio Castelli, Francesco Landi, sindaco del Comune di Sarteano.
Uno degli appuntamenti più attesi di MIA Photo Fair, fin dalla sua prima edizione, è Proposta MIA, la sezione dedicata a fotografi indipendenti selezionati dal comitato scientifico, che si presentano al mondo delle gallerie e al pubblico e che, nel tempo, si è rilevata essere una vera risorsa per gli autori, consentendo a molti di loro di entrare a fare parte della scuderia di prestigiose gallerie.

Il programma completo di Mia Photo Fair 2019 

Milano, febbraio 2019
MIA Photo Fair 2019, The Mall – Milano Porta Nuova, P.zza Lina Bo Bardi
22 – 25 marzo 2019
Inaugurazione: giovedì 21 marzo 2019ore 18 -22

0 0,00
Go to Top