Tag archive

mirrorless full frame

Sigma FP: la mirrorless full-frame diventa tascabile. La fotocamera a pieno formato più piccola del mondo

Sigma FP è la più piccola mirrorless full-frame mai realizzata. Nonostante il sensore a pieno formato 35,9×23,9 mm da 24,6 megapixel (e grazie all’assenza di otturatore meccanico a vantaggio di quello elettronico, silenzioso e affidabile), Sigma è infatti riuscita a progettare un corpo macchina che misura solamente 112,6×69,9×45,3 mm per un peso di 422 g (batteria e scheda di memoria SD incluse): sono all’incirca gli ingombri di una fotocamera compatta – dimensioni che fanno della Sigma FP una perfetta compagna per i fotografi street o per chi ama viaggiare leggero.

Sigma FP, il cinema in tasca

Messo da parte, almeno per il momento, il design proprietario Foveon in favore del classico filtro colore Bayer, il sensore è del tipo BSI (backside illumination), retroilluminato: in sostanza, è in grado di catturare più luce, poiché la circuiteria è sistemata dietro i fotodiodi e non davanti a essi (come avviene invece nei sensori tradizionali) e, di conseguenza, offre una maggiore resistenza al rumore digitale e una più ampia gamma dinamica. A proposito di gamma dinamica, la mirrorless è dotata di funzione Auto HDR operante sia in modalità foto che video. Quest’ultima consente riprese 4K UHD (3.824×2.160) che, tramite registratore esterno, possono essere effettuate in formato CinemaDNG a 12 bit/24 fps per la massima qualità. É inoltre presente il supporto al codec ALL-Intra che permette di mantenere una buona resa dell’immagine anche in formato compresso H.264 e di fornire file più leggeri ai programmi di post-produzione per un editing più agevole. La registrazione interna arriva alla risoluzione Ultra HD a 23,98, 25, 29,97 fps o in Full HD a 23,98, 25, 29,97, 59,94, 100 oppure 119,88 fps.

Sigma FP: pronta a tutto

La Sigma FP può scattare fino a 18 foto al secondo, entro un range di sensibilità da ISO 100 a 25.600 – espandibili all’occorrenza a ISO 6 da un lato e a 102.400 dall’altro. Il sistema di messa a fuoco automatica è del tipo a rilevamento di contrasto con 49 punti AF e capacità di “agganciare” i volti o gli occhi dei soggetti inquadrati. Sul retro troviamo un touchscreen da 3,15 pollici e 2,1 milioni di punti che rende semplicissimo l’uso della macchina. Il corpo in alluminio, grazie a 42 diverse sigillature, è resistente a umidità, pioggia e polvere.
Sigma fa parte della L-Mount Alliance e la nuova arrivata può dunque montare le ottiche per attacco L della stessa Sigma (la line-up, in espansione, prevede per ora tredici ottiche da 14 a 135 mm della prestigiosa gamma Art più il compatto 45 mm Contemporary appena annunciato –perfetto per accompagnare la piccola mirrorless), ma anche quelle prodotte da Panasonic e Leica. La Sigma FP è compatibile con l’adattatore MC-21 che consente di utilizzare anche 29 obiettivi per reflex Canon EF e Sigma SA nonché 13 ottiche Sigma CINE.

Sony presenta la nuova α7R IV

Anticipata dai rumors degli scorsi mesi, è stata presentata oggi 16 luglio 2019 a Dublino la Sony α7R Mark IV – quarta generazione della fotocamera che promette di diventare una tra le mirrorless full-frame più desiderate dai fotografi di tutto il mondo. A svelarne le formidabili caratteristiche (sono più di 50 le migliorie rispetto al modello precedente) sono stati Yas Nagata, Senior General Manager Digital Imaging Group, Sony Imaging Products & Solutions Inc., e Ken Morisawa, Vice President e Head of Digital Imaging di Sony Europe, che hanno sottolineato come la nuova arrivata risponda a tutti i requisiti richiesti oggi a una fotocamera di questa categoria: qualità d’immagine, velocità, durata della batteria e compattezza.

Sony α7R Mark IV: caratteristiche

Disponibile da agosto a un prezzo stimato intorno ai 4.000 €, la α7R IV è la prima full-frame a montare un sensore da ben 61 megapixel, pronto a catturare anche i più piccoli dettagli in ogni condizione (nonostante l’ampia conta dei pixel, la gamma dinamica si spinge fino a 15 stop). Per vincere le vibrazioni – temibilissime a risoluzioni così alte – il corpo macchina resistente a polvere e umidità offre un’impugnatura più profonda e incorpora un efficace stabilizzatore ottico a cinque assi nonché un altrettanto efficiente autofocus a rilevamento di fase basato su 567 punti AF e con copertura del 74% dell’inquadratura. Per agganciare il soggetto e non mollarlo mai, il sistema offre la funzione Real-Time Eye AF attivo sia per le foto sia per le riprese video e capace di riconoscere sia l’occhio umano sia quello degli animali. Altissima è anche la definizione del mirino elettronico OLED: 5,76 milioni di punti, il massimo oggi disponibile sul mercato. La Mark IV offre tutto quel che serve al videomaker 4K – dall’oversampling da materiale 6K con readout full pixel senza binning in modalità Super 35mm, alla funzione Touch Tracking per i video, dal profilo S-Log3 con gamma dinamica da 14-stop all’HLG (Hybrid Log-Gamma). Come opzione il catalogo Sony si arricchisce dei microfoni ECM-B1M (circa 380 €) dall’innovativo design a 8 “capsule”, e XLR-K3M (650 €). Per sfruttare al massimo il potere risolutivo del sensore occorrono ottiche di qualità. La α7R IV può contare su un catalogo di modelli per mirrorless che include 52 obiettivi, di cui dieci della prestigiosa linea G-Master. Il mercato mondiale delle macchine fotografiche digitali a obiettivo intercambiabile sta decisamente virando verso le mirrorless. Secondo il centro ricerca di Sony, infatti, già nel 2018 c’è stato il sorpasso nei confronti delle tradizionali reflex e le previsioni per il 2019 confermano decisamente la tendenza – anche nel settore delle full-frame. Il marchio giapponese è il numero uno del segmento mirrorless, sia per quanto riguarda le unità vendute che i ricavi, e lo è anche in quello complessivo delle full-frame (dunque, reflex comprese).
Sony, inoltre, offre una capillare assistenza ai professionisti che si affidano ai suoi prodotti: tra gli eventi supportati nel corso dei primi mesi del 2019, il Festival del Cinema di Cannes, gli incontri di tennis del Roland Garros e di Wimbledon, la 24H di Le Mans, e i MotoGP d’Austria e Paesi Bassi.

Info: www.sony.it

Mirrorless full-frame: prestazioni super per le nuove Lumix S1R e S1 di Panasonic

Prestazioni super per le nuove Lumix S1R e S1 di Panasonic

Dopo Sony, Nikon e Canon, anche Panasonic entra nell’arena delle mirrorless full-frame.
E lo fa davvero alla grande, con due fotocamere “senza specchio” pronte a sfidare le rivali a suon di prestazioni: Lumix S1R e Lumix S1. Dopo l’annuncio in occasione dell’ultima edizione di Photokina, finalmente è arrivato il momento per il brand giapponese di svelarne ufficialmente prezzi e caratteristiche. La S1R è stata progettata per i fotografi che pretendono la massima resa del dettaglio: vanta, infatti, un sensore da 47,3 milioni di pixel (senza filtro passa basso) e ad oggi è la mirrorless di questa categoria con la più alta risoluzione al mondo. Grazie al nuovo design delle microlenti asferiche che accompagnano ogni pixel, la Lumix S1R è in grado di catturare la luce con più efficacia, contrastando allo stesso tempo il rumore anche agli alti valori di sensibilità (la gamma arriva a ISO 25.600). All’occorrenza, è possibile realizzare scatti da ben 187 MP: la modalità High Resolution è in grado di combinare otto scatti realizzati in rapida successione con microscopici spostamenti del sensore che portano a file RAW addirittura da 116.736 x 11.168 pixel!

Le nuove Lumix S1R e S1 di Panasonic

È una funzione questa che troviamo anche a bordo della Lumix S1 (dovremo però “accontentarci” di file da 96 MP), una mirrorless da 24,2 megapixel che eredita gran parte delle tecnologie dalla sorella maggiore: oltre al potente processore Venus Engine di ultima generazione, condivide con la S1R il sistema di messa a fuoco DFD – in grado di funzionare in condizioni di luce scarsissima (-6EV) e con tempi di reazione di soli 0,08 sec – e il formidabile stabilizzatore d’immagine Body I.S. a 5 assi integrato nel corpo che, abbinato a quello a 2 assi offerto dalle ottiche Lumix Serie S, consente di scattare foto e registrare filmati con un vantaggio fino a 6 stop. Proprio le riprese video (fino 4K a 60/50p 4:2:0 su SD, oppure 4:2:2 in output HDMI, con ulteriori miglioramenti in arrivo entro la fine del 2019) sono il cavallo di battaglia della S1, capace di utilizzare l’intera ampiezza del sensore per sfruttare al massimo la focale dell’obiettivo in uso – al momento sono disponibili tre ottiche Lumix S con innesto L-Mount di Leica: 50 mm f/1.4 (2.599 €), 70-200 mm f/4 O.I.S (1.899 €) e 24-105 mm f/4 O.I.S (1.399 €).
Entrambe le macchine sono dotate di un fantastico mirino elettronico OLED da 5,76 MP, il più grande mai realizzato. Ottimi anche il touchscreen da 3,2 pollici e 2,1 milioni di pixel, inclinabile, e il display di stato (anche questo il più ampio della categoria) sulla parte superiore della fotocamera. Il corpo è resistente a polvere, schizzi e gelo, ed è dotato di doppio slot per le memory card e Bluetooth 4.2 a basso consumo.

S1R e S1 costano rispettivamente 3.699 € e 2.499 €

www.panasonic.it

 

Mr. Yosuke Yamane, direttore della divisione Imaging Network Business di Panasonic mentre svela la nuova linea S full-frame.
Mr. Yosuke Yamane, direttore della divisione Imaging Network Business di Panasonic mentre svela la nuova linea S full-frame.
Panasonic, Leica e Sigma sono partner della “L-Mount Alliance”, grazie alla quale Panasonic e Sigma possono offrire sia fotocamere sia ottiche dotate di attacco L-Mount, lo standard creato da Leica per le proprie attività di sviluppo. Nella foto, da sinistra, Stephan Schulz di Leica, Yosuke Yamane di Panasonic e Yasuhiro Ohsone di Sigma.
La Lumix S1 da 24,2 megapixel (a sinistra) e Lumix S1R da 47,3 megapixel.

 

 

Canon e Nikon sfidano Sony: nuove mirrorless di fascia alta

Canon e Nikon pronte a rispondere a Sony con mirrorless di fascia alta

Anche Canon e Nikon sembrano essere pronte ad entrare nel mercato delle fotocamera mirrorless di fascia alta.
Dopo il dominio incontrastato di Sony che da qualche tempo si attestata continuamente al vertice dalla classifica dei maggiori produttori di fotocamere mirrorless, anche Canon e Nikon vogliono farsi sentire e conquistare questa nuova fetta del mercato. 

Di recente Nikon Rumors hanno preannunciato il lancio di due nuove mirrorless full-frame entro la fine di questo mese, con commercializzazione prevista per il mese di agosto; un modello con sensore da25 megapixel dal prezzo di circa 3000 dollari e una seconda proposta con risoluzione di 45 megapixel.

Anche i rumors provenienti dall’ambiente Canon preannunciano nuove proposte Canon in ambito mirrorless full-frame; entro la metà del prossimo anno dovrebbero essere annunciate una soluzione con sensore da 30,4 megapixel come modello top di gamma e una seconda proposta con sensore da 24 megapixel

Non ci resta che attendere…

0 0,00
Go to Top