Tag archive

mostre fotografiche - page 2

Sony World Photography Awards: il miglior scatto italiano

La giuria dell’edizione 2017 dei Sony World Photography Awards, della quale faceva parte Denis Curti direttore de Il Fotografo, hanno annunciato oggi la foto “L’anima sacra siciliana” di Salvatore Mazzeo come vincitrice del National Award per l’Italia. I World Photography Awards, promossi dalla World Photography Organisation celebrano il decimo anniversario della partnership con il loro principale sponsor, Sony. I SWPA sono il più grande concorso fotografico al mondo e il National Award è un programma globale aperto ai fotografi di qualsiasi livello, il cui scopo è trovare la miglior immagine singola scattata dai fotografi di 66 Paesi. L’opera vincitrice di Mazzeo è un bellissimo ritratto di due giovani ragazze vestite da suore in onore del sacrificio di Cristo durante la celebrazione del Venerdì Santo a Enna.

Salvatore Mazzeo, 29 anni, è insegnante di Ingegneria Meccanica a Torino, dove vive con la moglie e i due figli. Nato nel 1974 a Vibo Valentia, di cui dichiara di sentire ancora “i sui profumi, i suoi tramonti e i suoi dialetti”, si è trasferito nel capoluogo piemontese nel 2000, dopo la laurea. Mazzeo descrive così il suo rapporto con la fotografia: “Mi piace fotografare la gente quando questa mostra e rivela, attraverso gli occhi, l’essenza della loro anima. Tutto deve essere sviluppato in silenzio, in solitaria, senza generare nessun disturbo esterno. Tutto deve essere fotografato e rilevato con spontaneità così come si presenta. WPO è un grande concorso di talenti internazionali. La possibilità di rendere le foto visibili e riconosciute in tutto in mondo è veramente fantastica. Le foto possono così essere rese immortali e diventare un documento storico, artistico e sociale eterno”.

Budapest. Bagni termali Szechenyi. 1997. © Martin Parr / Magnum Photos / Rocket Gallery

Sul podio per il National Award italiano sono arrivati anche Giuseppe Ardica, 2° classificato con l’immagine “Le donne sono meravigliose” e Marcello Perino, 3° classificato:  con l’immagine “Bellezza indiana alla stazione”. L’opera vincitrice di Mazzeo sarà esposta, insieme alle altre immagini premiate alla mostra Sony World Photography Awards & Martin Parr – Edizione 2017, che avrà luogo a Londra dal 21 aprile al 7 maggio nelle sale della Sommerset House sarà inoltre pubblicata nel catalogo con le opere dei vincitori.

 

 

[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’sony’ unit=’list’]

 

I vincitori del concorso Sprea Fotografia – Story Telling 2017

Young photographer girl shooting photography icons

Il contest Sprea Fotografia – Story Telling 2017, che si è appena concluso, è stato un successo oltre le nostre aspettative. I partecipanti sono stati 287 per un totale di 1.722 immagini caricate in 90 giorni nella gallery del nostro sito. Il livello tecnico molto elevato e una notevole capacità narrativa, che si evidenzia nello sviluppo di racconti fotografici di effetto, hanno messo a dura prova la giuria. Per premiare la passione e l’abilità dei fotografi che hanno partecipato al concorso con il loro lavori, sui numeri delle riviste Photo Professional (già in edicola), Nikon Photography (in edicola dal 15 aprile) e Digital Camera (in edicola dal 24 aprile) abbiamo pubblicato i tre progetti vincitori

Contestualmente, abbiamo deciso di ringraziare anche tutti i nostri lettori che hanno sottoposto alla giuria le loro immagini, pubblicando sulle riviste già in edicola e sui numeri seguenti tutte le foto profilo di chi ha partecipato: ci sarai anche tu! Nei prossimi numeri troveranno spazio anche i progetti vincitori dei “premi speciali”.Ricordati di rimanere aggiornato sul sito spreafotografia.it e di continuare a leggere le nostre riviste: presto scoprirai il tema del nuovo concorso e altre grandiose novità per gli amanti della fotografia! 

Se ancora non hai avuto modo di scoprire le moltissime belle immagini in concorso, vai subito alla gallery Story Telling 2017.

 

900 fotografi hanno ritratto 6.000 monumenti italiani

Domenica 2 aprile inaugura la mostra fotografica Wiki Loves Monuments – edizione italiana, uno tra i concorsi fotografici con più partecipanti al mondo. La mostra sarà visitabile fino a domenica 16 aprile e prevede un percorso espositivo diffuso e accessibile a tutti, proprio come dovrebbe essere il patrimonio culturale italiano nel web, che coinvolge l’intera cittadina di Osnago a pochi chilometri da Lecco.


All’evento di inaugurazione saranno presenti: Marta Pigazzini, coordinatrice regionale Wikimedia Italia e Dario Crespi, Project manager per la didattica di Wikimedia Italia, che illustreranno la situazione italiana per quanto riguarda diritto d’autore, licenze e libertà di panorama.
Le fotografie in mostra sono state selezionate tra moltissimi scatti. Nel 2016, infatti, Wiki Loves Monuments ha visto la partecipazione di più di 900 fotografi, che hanno immortalato oltre 6.000 monumenti italiani. Tutte le fotografie sono state rilasciate con licenza libera e disponibili su Wikimedia Commons, il grande database multimediale di Wikipedia: dalla prima edizione italiana nel 2012 gli scatti raccolti per il concorso Wiki Loves Monuments sono più di 70.000.
Dopo lo straordinario successo di Wikimania 2016, che ha accolto oltre 1.000 volontari Wikipedia provenienti da tutto il mondo, la provincia di Lecco riconferma con questo appuntamento l’impegno ad arricchire e migliorare i contenuti riguardanti il territorio su Wikipedia e i progetti Wikimedia, nell’ambito del programma “Protagonismo culturale On-line e Off-line”.
L’esposizione sarà infatti un’occasione per sensibilizzare le amministrazioni locali a rispondere all’appello per l’autorizzazione al libero inserimento di fotografie dei beni di proprietà comunale in vista dell’edizione 2017 di Wiki Loves Monuments, con l’obiettivo di rendere più visibile, migliorare l’offerta e la valorizzazione dell’intero patrimonio storico artistico del territorio sul web.

Per maggiori informazioni: Francesca Ussani mail: francesca.ussani@wikimedia.it 
Tel: +39 339 8021236

[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’monumenti italiani’ unit=’list’]

 

Festa del papà con Doisneau e Wildlife Photo

Domenica 19 marzo in occasione della Festa del Papà, il Forte di Bard celebrerà la ricorrenza con una promozione speciale che prevede l’accesso agevolato alle mostre presenti nelle sale della struttura espositiva.

Chiunque si recherà alla biglietteria del Forte accompagnato da figli under 18 potrà entrare gratuitamente alle mostre Wildlife Photographer of the Year e Robert Doisneau. Icônes. Durante la giornata sarà anche lanciato il contest Instagram #Sei Forte Papà! I padri che si registreranno al Bookshop e che pubblicheranno su Instagram un selfie con il proprio figlio per raccontare la loro giornata trascorsa assieme nella fortezza, potranno ritirare un gadget omaggio. La promozione non è valida per i gruppi che hanno prenotato una visita guidata. Per usufruire degli omaggi, papà e figli, naturalmente, devono presentarsi insieme alla biglietteria.
Nella stessa giornata di domenica 19 marzo, alle ore 15.00, sarà possibile visitare la mostra Robert Doisneau. Icônes con una guida: gli interessati devono lasciare il proprio nominativo e recapito presso la biglietteria il giorno stesso. La visita, sino a esaurimento dei posti disponibili, ha un costo di 4,00 euro aggiuntivo al prezzo del biglietto di ingresso alla mostra. Viste guidate alla mostra di Robert Doisneau. Icônes sono in programma anche nel mese di aprile, domenica 9 e 23, sempre alle ore 15.00.

Per informazioni e prenotazioni: Tel. 0125.833811
www.fortedibard.it

[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’Robert Doisneau’ unit=’list’]

 

I finalisti dei Sony WPA 2017 selezionati fra 227.596 immagini

Giulia Piermartiri Edoardo Delille Professional Portraiture

I Sony World Photography Awards rappresentano una tra le più grandi competizioni fotografiche a livello mondiale. Il concorso raccoglie e premia le migliori opere di fotografia contemporanea dello scorso anno, presentate per ognuno dei quattro concorsi del contest. Come sempre, prodotta dalla World Photography Organisation, l’edizione 2017 segna il decimo anniversario della competizione e una collaborazione decennale con il suo principale sponsor, Sony.

“Quest’anno i Sony World Photography Awards hanno raggiunto una dimensione davvero globale, non ho mai visto scatti di una varietà e un’eterogeneità simili – ha dichiarato Zelda Cheatle, Presidente della giuria Professionisti. “In occasione del decimo anniversario, posso affermare con certezza che i Sony World Photography Awards e l’arte della fotografia stanno riscuotendo un grande successo”. Oggi sono stati annunciati i nomi dei dieci fotografi finalisti e le cinquanta menzioni speciali di tutte le categorie. I partecipanti hanno inviato 227.596 immagini per i concorsi Professionisti, Open e Giovani segnando con un forte aumento di candidati provenienti dall’Asia e Sud-est asiatico, tra cui Cina (90%), Myanmar (183%), Vietnam (108%), Filippine (71%) e Hong Kong (73%).
“Gli scatti finalisti dei Sony World Photography Awards, la maggior parte dei quali provenienti da Italia (22), Regno Unito (18), Germania (17), Cina (14) e Russia (11), rappresentano il meglio della fotografia contemporanea dello scorso anno e mostrano una straordinaria varietà di generi, stili e soggetti, confermando l’appeal internazionale del concorso e la sua esclusiva capacità di riunire le migliori immagini scattate da fotografi provenienti da ogni angolo del pianeta, per una dimensione davvero globale. E tra i fotografi meritevoli di citazione si annoverano altri 11 Paesi”, ha aggiunto Zelda Cheatle.
I finalisti dei concorsi Professionisti, Open, Giovani (in aumento del 56% come numero di candidati rispetto al 2016)  e Student Focus hanno impressionato i giudici per la solida narrativa e il linguaggio visivo di forte impatto che accompagnano i soggetti delle loro opere. L’elenco completo dei fotografi finalisti è visionabile sul sito www.worldphoto.org
La giuria convocata dalla World Photography Organisation è formata da esponenti della cultura internazionale e comprende: Zelda Cheatle Presidente di giuria e curatrice; Aida Muluneh, fondatrice/direttrice, Addis Foto Fest; Allegra Cordero di Montezemolo, curatrice e responsabile mostre, Centro de la Imagen; Denis Curti, curatore e direttore de Il Fotografo; Russ O’Connell, Picture Editor The Sunday Times Magazine e Françoise Callier, Program Director di Angkor Photo Festival & Workshops. Le giurie dei concorsi Open e Giovani erano presiedute da Damien Demolder, fotografo e giornalista, mentre il concorso Student Focus è stato giudicato da Andrea Kurland, caporedattore di Huck, Dan Rubin, fotografo e direttore artistico  e Jennifer Shaw, fondatrice e direttrice creativa, PhotoNOLA.

Commentando l’elenco dei finalisti di quest’anno, Scott Gray, CEO, World Photography Organisation, ha dichiarato: “Quest’anno, più che in passato, i candidati ai Sony World Photography Awards hanno dato prova di una grande integrità e di un approccio equilibrato. Sono stati presentati alla giuria meravigliosi capolavori di arte fotografica, non semplici scatti, e sono estasiato nel constatare che i nostri giudici hanno scelto di premiare l’abilità pura, l’interpretazione fotografica e l’audacia del fotografo, anziché il semplice soggetto fotografico. In dieci anni di storia, i Sony World Photography Awards hanno celebrato i fotografi e la fotografia; ora ci auguriamo di garantire che la fotografia abbia una piattaforma globale e venga riconosciuta come il mezzo dinamico, eccitante e accessibile che è”.

Martin Parr

Andrea Kurland, giudice della categoria Student Focus, ha aggiunto: “I finalisti di quest’anno sono un esempio lampante del perché concorsi come questo sono più importanti che mai. I lavori presentati erano originali, profondi e coraggiosi, una testimonianza che ci ricorda che il talento vincerà e prevarrà sempre sul rumore”.
I finalisti concorreranno ora per aggiudicarsi le più avanzate attrezzature fotografiche digitali firmate Sony, per essere inclusi nel catalogo dell’evento 2017, oltre che per premi in denaro del valore di 25.000 dollari per il titolo di Fotografo dell’Anno, 5.000 dollari per il vincitore assoluto della categoria Open e 30.000 euro in attrezzatura per l’università del vincitore della categoria Student Focus. I nomi dei vincitori verranno proclamati durante la cerimonia di premiazione, che si terrà a Londra il 20 Aprile 2017.
Tutte le opere vincitrici, finaliste e meritevoli di menzione saranno esposte in occasione della mostra “Sony World Photography Awards & Martin Parr – Edizione 2017”, che aprirà i battenti alla Somerset House di Londra il 21 aprile e ospiterà alcuni pezzi rari di Martin Parr, vincitore del premio Outstanding Contribution to Photography. A Londra, la mostra resterà aperta fino al 7 maggio prima della partenza del tour internazionale. I biglietti della mostra sono disponibili all’indirizzo www.worldphoto.org/2017exhibition

Inspiring passion in Puglia

“Inspiring passion”. Fino al 7 maggio il Castello di Gallipoli ospiterà la mostra fotografica a cura dell’associazione fotografica Obiettivi, realizzata nel giugno del 2016 in occasione del festival Fotoarte in Puglia. Esposti 12 scatti di Angelo Mangione, Adriano Nicoletti, Ernesto Nuzzo, Samuele Vincenti, Tiziana Miccoli, Sergio Manzone, Mauro Maggiore, Loredana Cocola De Matteis, Marco Morelli, Carmelo Roberto, Paolo Laku e Fabio Ingrosso, che rendono omaggio ai grandi maestri della fotografia del passato e contemporanei. Si tratta di un lavoro di studio, ricerca e condivisione che mira a celebrare la storia della fotografia attraverso le esperienze individuali degli autori in mostra, i loro gusti, le concezioni e il peculiare modo di ognuno nel saper “guardare”.

[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’arte fotografica’ unit=’list’]

San Valentino con Robert Doisneau

Le Baiser de l'Hôtel de Ville, 1950 © Robert Doisneau

La bellissima struttura espositiva del Forte di Bard propone un evento speciale per tutte le coppie di innamorati: “San Valentino nel segno dei baci di Robert Doisneau“, una serata esclusiva e romantica tra le possenti mura della più imponente fortezza delle Alpi Occidentali, alle porte della Valle d’Aosta.Bacio-2-Robert-Doisneau
Un brindisi all’interno della Cappella del Forte, darà il via alla visita guidata della mostra Robert Doisneau. Icônes che presenta una nuova selezione di fotografie realizzate dal grande artista francese nel corso della sua straordinaria carriera. Fil rouge del percorso espositivo è la iconicità delle immagini, quelle che maggiormente hanno saputo conquistare l’immaginario collettivo e il grande pubblico, a partire dal celebre bacio del 1950, Le baiser de l’Hôtel de ville.
La serata continuerà nei locali della Polveriera, per l’elegante cena. Una musica d’ambiente renderà ancora più magica l’atmosfera. Al termine della cena sarà possibile visitare anche la mostraFORTEDIBARD
È richiesta la prenotazione al numero 0125.833886 oppure via email all’indirizzo eventi@fortedibard.it. Le coppie che riserveranno la cena avranno in omaggio una copia del catalogo della mostra Robert Doisneau Icônes. Nel giorno di San Valentino, martedì 14 febbraio 2017, speciale promozione per tutte le coppie, sposi, conviventi, fidanzati: si entra in due e paga uno. L’offerta è valida per tutte le aree espositive del Forte.

[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’Robert Doisneau’ unit=’list’]

0 0,00
Go to Top