Tag archive

photofestival

Canon: Digital Imaging Partner di “Dark-Matter” di Enrico Sacchetti

Canon e la mostra “Dark-Matter” di Enrico Sacchetti

Dal 25 maggio al 30 giugno 2018, Canon Italia è Digital Imaging Partner della mostra fotografica Dark-Matter di Enrico Sacchetti in esposizione presso Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci (Via San Vittore 21 – Milano).  La mostra si colloca nel ricco calendario di appuntamenti del Photofestival 2018, che vede Canon Italia protagonista di varie iniziative dedicate al mondo dell’imaging.

Enrico Sacchetti

Enrico Sacchetti, premiato fotografo internazionale, è specializzato in fotografia scientifica e industriale, interessato in particolare alle grandi strutture nel mondo della fisica, astrofisica e astronomia. Da questa passione nasce la mostra dal titolo Dark-Matter che ha per tema i rivelatori, gli acceleratori e i telescopi. Tutto ciò che serve insomma per potere intraprendere la ricerca sulle particelle fondamentali come Bosoni, Quark, Muoni e Neutrini, ma anche per indagare la materia oscura e l’energia oscura finora ipotizzate, ma mai realmente ‘viste’.
Il Museo della Scienza e della Tecnologia è dunque la sede ideale per ospitare questa mostra che, grazie alla tecnologia e alle applicazioni di stampa Canon Océ Arizona, consente al pubblico di ammirare la riproduzione di immagini suggestive, scattate da un capo all’altro del mondo. Un lavoro che ha portato Sacchetti a visitare anche location estreme come la stazione Italo-Francese Concordia costruita sul plateau antartico con temperature inferiori ai -50° C oppure l’Osservatorio di Arecibo di Porto Rico nel pieno di un temporale tropicale. 

Le immagini di Sacchetti consegnano ai visitatori della mostra il racconto fotografico che testimonia situazioni e punti di osservazione davvero particolari. Ne è un esempio l’Osservatorio Keck che si trova nello splendido paesaggio “marziano” della Grande Isola di Hawaii a un’altitudine di circa 4.100 metri: uno degli unici posti al mondo in cui è possibile guidare dal livello del mare fino a 4,100 metri in circa 2 ore. Inutile descrivere gli spettacolari paesaggi esposti.
La mostra racconta anche l’esperienza presso l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare sotto il Gran Sasso. In questo contesto, per fotografare l’intero rivelatore in un solo scatto, è stato necessario posizionare l’attrezzatura fotografica su una impalcatura situata sopra il rivelatore alto circa 15 metri. Un totale di 30 immagini fotografiche che narrano il lavoro di ingegneri, ricercatori e scienziati impegnati quotidianamente nello studio dell’universo e nello sviluppo del progresso scientifico.

Massimiliano Ceravolo, Professional Imaging & Marketing Consumer Director

Massimiliano Ceravolo, Professional Imaging & Marketing Consumer Director di Canon Italia ha commentato: “Sostenere la mostra Dark-Matter è per Canon un ulteriore occasione per rinnovare il proprio impegno al fianco dei professionisti e sostenere lo sviluppo della cultura dell’imaging. Nel caso specifico di questa mostra dedicata al mondo della scienza e della ricerca, desideriamo sottolineare come l’innovazione, nel campo della fotografia e delle tecniche di stampa, abbia guidato Canon in ogni passo della sua storia”.

Per poter cogliere le più minuscole particelle dell’universo è essenziale disporre di incredibili strumenti tecnologici. Sono proprio queste tecnologie che mi hanno affascinato e che ho voluto raccontare con il mio progetto fotografico. Canon EOS 5DS R e specialmente l’obiettivo EF11-24mm f/4.0L USM mi ha aiutato a rappresentare fedelmente le grandi strutture del mondo della fisica, dell’astronomia e dell’astrofisica” ha affermato Enrico Sacchetti.

A questa XIII edizione di Photofestival, la rassegna milanese di fotografia d’autore promossa da AIF – Associazione Italiana Foto & Digital Imaging, partecipano per la prima volta in modo attivo gran parte dei brand Partner di AIFoto, con progetti finalizzati a costruire un’offerta di contenuti ampliata e diversificata. Siamo lieti di aver collaborato con Canon alla realizzazione di una mostra che contribuisce a valorizzare il programma di un evento culturale sempre più ricco e diffuso sul territorio metropolitano” ha dichiarato Cristina Comelli, Segretario Generale di AIFoto.

Mostra “Dark-Matter” di Enrico Sacchetti: info

Per informazioni: Museo della Scienza tel. 02 485551 oppure info@museoscienza.it.
La mostra Dark-Matter di Enrico Sacchetti è aperta nei seguenti orari: dal martedì al venerdì dalle 9.30 alle 17.00 e sabato e festivi dalle 9.30 alle 18.30

Per tutti gli appuntamenti di Canon a PhotoFestival 2018: http://www.milanophotofestival.it/eventi/

Milano e Picture Of Life: la Fotografia come riscatto sociale

Picture of life a Milano: la Fotografia come riscatto sociale 

Manfrotto, partner della 13° edizione di Milano Photofestival, ha inaugurato oggi la retrospettiva internazionale “Picture of Life. La fotografia come riscatto sociale”, in programma dal 24 aprile al 7 maggio presso gli spazi dello storico Palazzo Castiglioni, nel cuore di Milano.

L’esposizione racconta, attraverso 40 scatti, altrettante storie di persone provenienti da contesti disagiati, che nella fotografia hanno trovato una nuova dimensione di riscatto, guardando il mondo da una nuova prospettiva. Le immagini ripercorrono le diverse edizioni dei corsi Picture of Life, dal 2014 ad oggi, e lasciano emergere emozioni ed esperienze, storie di rinascita e di opportunità di chi ha aderito ai corsi.

Picture of Life rappresenta la principale iniziativa di Responsabilità Sociale di Manfrotto. Nato nel 2014 dall’incontro tra Manfrotto, l’Associazione Jonathan Onlus di Napoli e il Ministero della Giustizia – Dipartimento della Giustizia Minorile, il progetto ha l’obiettivo di offrire una possibilità di rieducazione e riscatto alle persone che hanno vissuto e vivono situazioni di disagio e di esclusione sociale, attraverso l’organizzazione di corsi di fotografia. L’Azienda supporta l’intero progetto fornendo ai partecipanti l’equipaggiamento fotografico completo e occupandosi dell’organizzazione dei laboratori, curati da fotografi professionisti.

“Manfrotto pone al centro del proprio disegno strategico la valorizzazione del capitale umano e dei talenti, sia all’interno dell’azienda che sul territorio”, ha dichiarato Marco Pezzana, Ceo di Vitec Imaging Solutions. “Il progetto, infatti, guida i partecipanti attraverso un percorso educativo, alla ricerca del proprio potenziale umano ed espressivo, che in qualche caso si traduce anche nella possibilità di una nuova professione. Picture of Life – aggiunge Marco Pezzana – coniuga la nostra passione per la fotografia con l’attenzione per le persone, con l’obiettivo di diventare creatori di valore educativo e sociale, come massima espressione dei nostri valori aziendali”.

Negli anni il progetto, nato e maturato a Napoli grazie alla collaborazione attiva tra azienda, cittadini, istituzioni e terzo settore, ha ottenuto un successo tale da essere ripetuto in molte altre città: l’azienda ha organizzato 10 edizioni, affiancando diverse associazioni in Italia, UK, USA e Cina.

 

Picture of Life. La fotografia come riscatto sociale.

Palazzo Castiglioni, Corso Venezia 47, Milano

24 aprile – 7 maggio 2018

Apertura dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 18.00

PhotoFestival 2018: Cristina Omenetto firma il calendario Epson 2018

PhotoFestival 2018: Calendario Epson 2018 firmato da Cristina Omenetto

A Photofestival, la kermesse annuale dedicata alla fotografia d’autore promossa da AIF – Associazione Italiana Foto & Digital Imaging, Epson sarà presente con Terre di Passo, il suo Calendario 2018 firmato da Cristina Omenetto.

Durante la mostra, che si terrà a Milano presso il Palazzo Castiglioni dal 4 al 18 giugno, saranno esposti i dodici scatti che compongono l’edizione del Calendario Epson 2018 e che offrono una lettura del tutto originale del paesaggio. Lontane da un’intenzione descrittiva, infatti, le fotografie di natura, acqua, ghiaccio, siti archeologici e monumentali sono improvvise ed effimere, indefinite e inafferrabili, rappresentando i continui movimenti dello sguardo, i pensieri e gli stati d’animo dell’artista.

Tradizione ormai consolidata, dal 2000, ogni anno Epson celebra la propria eccellenza nella stampa fotografica con un Calendario firmato dai più illustri nomi della fotografia italiana, di fama internazionale. Rilegato con un processo interamente artigianale e realizzato in copie numerate, Il Calendario è composto da fotografie originali, prodotte con stampanti, carte e inchiostri Epson, quindi incollate manualmente una alla volta.

Queste fotografie – racconta Cristina Omenetto – mi hanno portato a riflettere sul nomadismo visivo. Mi è venuta subito alla mente la migrazione. In particolar modo quella degli uccelli, che nel loro spostarsi da un luogo ad un altro si posano qua e là per raccogliere le forze prima di ripartire per la meta finale. In tutto questo spostarsi e fermarsi vedono cose che li colpiscono e se ne ricordano, ne fanno tesoro.”
“Con le sue fotografie – afferma Massimo Pizzocri, amministratore delegato di Epson Italia – Cristina dà una lettura davvero originale del paesaggio. Ci regala il suo sguardo e ci permette di vedere insieme a lei, con la sua stessa emozione, i luoghi che ha visitato. La sua sensibilità d’artista ci ha proposto degli scatti che gratificano la vista per la loro bellezza e che per noi hanno rappresentato un’ulteriore sfida tecnica: rendere con precisione le sfumature e l’evanescenza dei soggetti con passaggi di colore morbidi, fluidi ed equilibrati”.

Photofestival: Cristina Regina Omenetto, la fotografia come indagine e ricerca

Cristina Regina Omenetto nasce a Milano, dove vive e lavora. Si avvicina alla fotografia negli anni Ottanta, dopo numerose esperienze di studio e di lavoro in Italia, a Londra e in California, orientando il suo lavoro verso il campo dell’indagine sociale, del ritratto, del paesaggio e della ricerca. Da tempo sperimenta e pubblica lavori sul paesaggio utilizzando una tecnica personale di ripresa, dove frammenti dello spazio e del tempo si sovrappongono e si sommano in sequenze che vanno oltre la consueta staticità della rappresentazione.
Ha esposto i suoi lavori sia in Italia sia all’estero e sue opere fanno parte di collezioni pubbliche e private internazionali.

 

Photofestival 2018: “Innovazione Conoscenza Storia”

Photofestival 2018: dal 24 aprile al 30 giugno a Milano va in scena la fotografia 

Photofestival, la grande kermesse annuale dedicata alla fotografia d’autore promossa da AIF – Associazione Italiana Foto & Digital Imaging, si prepara a tornare a Milano dal 24 Aprile al 30 Giugno 2018 con una proposta potenziata e diversificata che vede, accanto all’intensa programmazione di mostre, un calendario di eventi speciali.

La tredicesima edizione di Photofestival è dedicata a “Innovazione Conoscenza Storia” tre elementi che caratterizzano la realtà e il futuro di Milano: la tensione verso il nuovo a qualsiasi livello, lo sforzo di approfondimento culturale e scientifico, ma anche il forte legame con l’eredità storica.

Saranno 165 le mostre fotografiche diffuse sul territorio metropolitano e per la prima volta anche in alcune città limitrofe, in un percorso articolato che coinvolgerà oltre 100 sedi espositive tra gallerie private, luoghi istituzionali, musei, biblioteche, librerie e nuovi spazi che si aprono alla fotografia. Come di consueto, un ruolo centrale sarà riservato ai “Palazzi della Fotografia”, due edifici storici di Milano che ospiteranno alcune mostre fotografiche: Palazzo Castiglioni di Confcommercio Milano e Palazzo Giureconsulti di Camera di Commercio di Milano. La formula espositiva prevede come sempre un’offerta fotografica di qualità che comprende autori affermati, professionisti di alto livello ma anche esordienti, mirando alla produzione di nuove idee oltre che alla diffusione dell’offerta esistente.

Il programma dell’evento, che contribuirà a valorizzare la Milano PhotoWeek promossa dal Comune (4/10 Giugno 2018), sarà inoltre arricchito da un calendario di attività collaterali alle mostre, come workshop fotografici, incontri di approfondimento, laboratori, letture portfolio e performance.

Photofestival 2018: Programma

Il programma completo degli eventi sarà disponibile sul sito milanophotofestival.it Promosso da AIF – Associazione Italiana Foto & Digital Imaging, Photofestival è realizzato in collaborazione con Camera di Commercio di Milano, Confcommercio Milano, patrocinato da Comune di Milano e Regione Lombardia e supportato dalle singole Aziende Associate ad AIFoto, oltre che dagli Sponsor Eataly, il tempio dell’enogastronomia di qualità italiana, e Gruppo Cimbali, leader mondiale nella progettazione e produzione di macchine professionali per caffè.

Photofestival 2018: inaugurazione

23 Aprile 2018 Palazzo Castiglioni, Corso Venezia 47, Milano h 11.30 Conferenza stampa (riservata ai giornalisti) h 12.30 Opening mostre (ingresso aperto al pubblico)

Photofestival 2016: 120 mostre fotografiche fino al 12 giugno

120 mostre fotografiche gratis fino al 12 giugno diffuse in tutta la città di Milano e nell’hinterland: inizia il Photofestival 2016.

Le mostre saranno presentate in diverse sedi espositive, tra gallerie d’arte, spazi istituzionali e palazzi storici, come Palazzo Castiglioni, Palazzo Giureconsulti, Palazzo Bovara, e Palazzo Turati.

“Photofestival torna dal 20 aprile al 12 giugno. Dopo un anno eccezionale, con due edizioni in sintonia con Expo, torniamo alla formula consueta.
Forte di una visibilità accresciuta e di un ulteriore radicamento nel tessuto culturale della città, Photofestival si ripropone come contenitore delle iniziative dedicate alla fotografia capace di concentrare in poco meno di due mesi il meglio dell’offerta.
L’edizione 2016 di Photofestival si svolgerà dal 20 aprile al 12 giugno, diffusa nei tanti spazi espositivi dell’intera città metropolitana, consolidando così la capacità di diffondere la presenza oltre gli stretti confini comunali.
Photofestival può contare, come sempre, sull’appassionato sostegno di AIF, dell’Unione Confcommercio e della Camera di Commercio di Milano, che fin dall’esordio hanno consentito di sviluppare la manifestazione e portare agli attuali livelli di successo.
Come ogni anno sarà realizzato un catalogo cartaceo cui si affiancherà il costante aggiornamento su questo sito, mentre l’ufficio stampa di Photofestival svolgerà la consueta efficace azione di  promozione per garantire la giusta visibilità a alle mostre che aderiranno al nostro circuito.”

Clicca su questo link per scoprire la rassegna completa!

La guerra del Pacifico: da Pearl Harbor alla bomba atomica

Iwo Jima, 23 febbraio 1945, foto di Joe Rosenthal, courtesy U.S. Marine Corps.
INAUGURAZIONE APERTA AL PUBBLICO
 
SABATO 30 APRILE 2016 DALLE 15.00 ALLE 19.30
C/O LA CASA DI VETRO DI VIA LUISA SANFELICE 3 A MILANO
 
HISTORY & PHOTOGRAPHY 2016
LA STORIA RACCONTATA DALLA FOTOGRAFIA
 
IN ESPOSIZIONE FINO AL 25 GIUGNO 2016
NELL’AMBITO DI PHOTOFESTIVAL 2016

In anteprima per l’Italia, inserita in Photofestival 2016, prodotta da Eff&Ci – Facciamo Cose e curata da Alessandro Luigi Perna per il progetto History & Photography, inaugura il 30 aprile 2016 dalle 15.00 alle 19.30 (ingresso libero) la mostra fotografica “La Guerra del Pacifico. Da Pearl Harbor alla Bomba Atomica”. L’esposizione si compone di 54 riproduzioni digitali da negativi e stampe realizzate durante la Seconda Guerra Mondiale sul fronte del Pacifico e conservate negli archivi storici statali americani di US Navy, US Marine Corps e US National Archives (NARA). La mostra racconta dall’attacco giapponese di sorpresa a Pearl Harbor alla successiva discesa in campo degli americani in estremo oriente e in particolare si concentra su alcune delle più famose battaglie navali e terrestri passate alla storia – Ivo Jima, Guadalcanal, Okinawa, Midway, etc. A chiudere la mostra le bombe atomiche sganciate sul Giappone che hanno costretto il paese del Sol Levante alla resa. Alcune delle immagini esposte sono molto conosciute, delle vere e proprie icone dello scontro che ha visto da una parte i giapponesi e dall’altra gli alleati, altre sono rimaste per decenni negli archivi, viste soprattutto dagli addetti ai lavori e solo adesso mostrate al grande pubblico italiano. A produrle erano fotografi spesso sconosciuti, al seguito delle forze armate americane, che rischiavano la vita con i loro commilitoni pur di raccontare tutta la drammaticità degli scontri in prima linea durante gli sbarchi sulle isole o gli attacchi suicidi giapponesi alle portaerei di cui erano testimoni. Infine alcune delle immagini mostrate sono invece tratte dagli archivi giapponesi sequestrati dagli alleati.
HISTORY & PHOTOGRAPHY – La fotografia ritrae e racconta la realtà ormai da quasi due secoli. È partendo da questo presupposto che nasce History & Photography, un progetto che si pone 2 obiettivi principali. Il primo è quello di realizzare e promuovere esposizioni e foto proiezioni (in particolare per le scuole ma anche per il grande pubblico) che raccontino la storia contemporanea con la fotografia (e la storia della fotografia), esaltando sia la funzione narrativa e documentale delle immagini che il loro valore estetico. Il secondo è quello di valorizzare e rendere fruibili al grande pubblico i tantissimi archivi fotografici storici spesso sconosciuti o frequentati solo dagli addetti ai lavori, sia italiani che stranieri, sia di fotografi che di enti pubblici e privati.
IL CURATORE – Alessandro Luigi Perna (www.alessandroluigiperna.com) è un giornalista e un consulente che dedica molta della sua attività professionale alla fotografia storica e contemporanea. È specializzato nella valorizzazione e promozione di archivi di fotografi, agenzie, case editrici, musei, aziende. In curriculum ha alcuni volumi fotografici e decine di mostre realizzate con enti pubblici e privati. È stato co-ideatore e co-curatore delle prime tre edizioni di Memorandum – Festival della Fotografia Storica di Torino e Biella, curatore della sezione fotografica del festival Urbana di Biella e ideatore, curatore e co-produttore di All you need is photography! Unlimited Edition Photo Festival di Milano. Da qualche anno con il progetto History & Photography, realizzato in partnership con Eff&Ci – Facciamo Cose, racconta la storia della fotografia e del mondo contemporaneo sia al grande pubblico che ai ragazzi delle scuole con mostre e foto-proiezioni.
EFF&CI – FACCIAMO COSE – EFF&CI – Facciamo Cose (www.effeci.facciamocose.com) fornisce servizi a chi opera nella cultura e nel sociale come enti pubblici e associazioni e propone agli artisti dal semplice supporto alle loro esigenze espositive fino alla progettazione, cura, allestimento, esposizione e promozione delle loro mostre. Nel corso di questi anni ha organizzato presso la Casa di Vetro di Milano diverse esposizioni, dalle personali di pittura e scultura alle collettive di acquarello e pittura a olio. Nell’ambito del progetto History & Photography ha prodotto svariate mostre di fotografia storica.
LA CASA DI VETRO – La Casa di Vetro (www.lacasadivetro.com ) è nello stesso tempo un luogo, un concept e un’associazione culturale che ha come obiettivo fare cultura e conoscenza nella trasparenza. Contribuiscono o hanno contribuito alla ricchezza d’esperienze della Casa di Vetro società, associazioni e istituzioni: La Casa della Carità, Risfor, Assoetica e l’AIF – Associazione Italiana Formatori, S.I.Co. Lombardia, Donnesenzaguscio, il Piccolo Teatro, CNA, Fondazione A. Petrov, Affaritaliani.it, etc. A La Casa di Vetro sono stati presentati libri, è stato dimostrato perché “Per le donne il lavoro è un’arte”, sono state vissute storie d’adozione e realizzati incontri sul tema della qabbalah, sono stati fatti reading e seminari, è stata incontrata la figlia più giovane di Gregory Bateson, è stata raccontata l’epopea del Bosone di Higgs e la storia dell’Albero della Vita, si è parlato di Giorgio Gaber, è stato intervistato Gherardo Colombo, etc.
SISTEMA EDUZIONE – Sistema Eduzione, sponsor tecnico della mostra per la cui realizzazione concede i propri spazi, non è solo una scuola di formazione ma un vero e proprio insieme di opportunità di aggiornamento. Le lezioni della scuola sono infatti affiancate dalle proposte de La Casa di Vetro: incontri culturali di vario genere, mostre, seminari, presentazioni di modelli e esperienze innovative. Collabora nella stessa sede con EFF&Ci – Facciamo Cose, Assoetica, AIF, e molte altre associazioni culturali e sociali. Proprietaria della scuola è Maria Cristina Koch, epistemologa, psicoterapeuta, saggista che opera a Milano nell’ambito della relazione umana da più di quarant’anni con un’attenzione particolare ai diversi registri della comunicazione e al loro intrecciarsi.

INGRESSO GRATUITO

Photofestival 2016 – 11ª edizione

SEGNI, FORME, ARMONIE

PHOTOFESTIVAL_senza-date

Milano, 20 aprile – 12 giugno 2016

PHOTOFESTIVAL, il grande circuito espositivo milanese dedicato alla fotografia d’autore promosso da AIF – Associazione Italiana Foto & Digital Imaging, torna dal 20 Aprile al 12 Giugno 2016 con l’obiettivo di ribadire nella sua 11a edizione il ruolo di Milano come capitale della fotografia italiana.
Dopo un anno eccezionale, con due edizioni in sintonia con Expo Milano 2015 e forte di una visibilità accresciuta, il Festival si ripresenta con la formula consueta che l’ha portato a essere la più ricca e importante rassegna milanese dedicata all’arte fotografica: Photofestival da un lato accoglie quanto già programmato delle gallerie private e istituzionali che aderiscono al proprio circuito, dall’altro propone numerose mostre prodotte per l’occasione, concentrando in poco meno di due mesi il meglio dell’offerta in ambito fotografico.Photofestival Milano 2016_Palazzo dei Giureconsulti
In occasione della XXI Esposizione Internazionale della Triennale, che vede Milano nuovamente protagonista, Photofestival 2016 invita a riflettere sul tema del design, un mondo che ha un legame imprescindibile con la Fotografia e che fungerà da stimolo per gli autori che si vorranno confrontare con questo tema.

Photofestival Milano 2016_Palazzo Bovara

Anche quest’anno la kermesse sarà diffusa in modo capillare in tutta la città e nell’area metropolitana milanese coinvolgendo, oltre alle principali gallerie d’arte e spazi espositivi, alcuni importanti edifici storici di Milano: Palazzo Bovara, Palazzo Castiglioni, Palazzo Giureconsulti e Palazzo Turati, i prestigiosi “Palazzi della Fotografia” che ormai fanno da quinta d’eccezione per Photofestival.
Tutte le informazioni sulle mostre, le news, le anticipazioni, il calendario degli appuntamenti e il catalogo dell’edizione 2016 saranno consultabili online all’indirizzo web www.milanophotofestival.it, mentre, come da tradizione, i cataloghi cartacei saranno distribuiti gratuitamente presso le singole sedi espositive.

 

Info:

www.milanophotofestival.it
www.facebook.com/photofestivalmilano
www.aifotoweb.it

0 0,00
Go to Top