Tag archive

photoshop

Paesaggi perfetti con il Filtro graduato

Paesaggi perfetti

Fra i tanti tool che Photoshop fornisce attraverso il plug-in Adobe Camera Raw (ACR), uno dei più utili per il fotografo digitale è senza dubbio il Filtro graduato. Perfetto per migliorare le foto paesaggistiche, lo strumento agisce creando una transizione lineare su un’area dell’immagine da noi stabilita: tutta la zona coinvolta, a partire dal punto di partenza scelto, verrà influenzata dalle regolazioni tonali da noi impostate, proseguendo poi con una graduale sfumatura dell’effetto lungo la linea tracciata cliccando e trascinando il puntatore.

Filtro graduato è utilissimo, per esempio, quando serve bilanciare una scena “ad alto contrasto”. Con i paesaggi, infatti, ci troviamo spesso di fronte al problema di riuscire a catturare i dettagli sia nel cielo più luminoso sia nelle aree più in ombra del terreno. Certo, per ottenere una foto già perfetta in fase di scatto è sufficiente usare un filtro graduato “fisico” montandolo davanti all’obiettivo, ma qualora non fosse possibile, Camera Raw potrà venirci in aiuto, tanto più con ampi margini di personalizzazione: non gestiremo solo l’esposizione, ma anche contrasto, bilanciamento del bianco, nitidezza e tanto altro ancora.

Come ottenere cieli più drammatici: impariamo a recuperare i dettagli dalle aree più sovraesposte

  • Attiviamo lo strumento. Apriamo la nostra foto di partenza in Adobe Camera Raw. Eseguiamo le classiche regolazioni dei toni nel pannello Base e avviamo poi lo strumento Filtro graduato. Una volta raggiunto il relativo menu, facciamo clic un paio di volte sull’icona “-” di fianco al cursore Esposizione per portare il valore a -1,00.

  • Applichiamo il filtro. Facciamo clic sulla parte centrale del cielo e trasciniamo in basso il cursore, fino all’orizzonte. Premendo [Maiusc], le linee saranno perfettamente orizzontali. È possibile, se serve, modificare la lunghezza e l’angolo delle rette. Premiamo [Y] in qualsiasi momento per attivare la sovrapposizione della maschera così da capire dove sta agendo il filtro.

  • Modifichiamo i toni. Usiamo i cursori nel pannello di destra per sistemare i toni dell’immagine. Usiamo Esposizione per schiarire o scurire l’area coperta dal Filtro graduato (qui portato su -0,50). Proviamo poi a muovere i cursori Contrasto, Chiarezza e Riduzione Foschia – rispettivamente su +7, +29 e +30 – per evidenziare meglio i dettagli.

  • Usiamo Maschera intervallo. Le nostre regolazioni stanno oscurando le aree del terreno che vogliamo rimangano inalterate. In Maschera intervallo scegliamo l’opzione Luminanza. Teniamo premuto [Alt] e agiamo sul cursore nero affinché le zone più scure siano protette dall’elaborazione. Perfezioniamo poi il tutto tenendo premuto [Alt] e muovendo il cursore Sfumatura.

  • Sottraiamo all’effetto. Se abbiamo bisogno di perfezionare ciò che è stato modificato con il Filtro graduato, possiamo usare la funzione Pennello che permette di elaborare a mano libera il risultato dell’intervento già effettuato. Facciamo clic sull’opzione Pennello in alto a destra, quindi clicchiamo sull’icona del pennello con il “-” subito sotto. Premiamo [Y] per attivare la sovrapposizione della maschera, quindi dipingiamo con il cursore laddove serva eliminare dalla foto le modifiche precedenti.

  • Aggiungiamo un altro Filtro graduato. Sentiamoci liberi di aggiungere tutti i filtri che vogliamo. Facciamo clic sull’icona “-” accanto a Esposizionein modo da resettare tutte le impostazioni precedenti, poi seguiamo la stessa procedura dei passi del tutorial precedenti.

Affinity Photo, concorrente PhotoShop, in sconto

Affinity Photo, concorrente PhotoShop, in sconto 

Lo sconto dell’applicazione Affinity Photo permette di ottenere un software di ottima fattura, affidabile e completo ad un prezzo che è molto più basso di quello di molti concorrenti.
Affinity Photo è un software di disegno e fotoritocco: integra strumenti per l’elaborazione dei file RAW, e consente di gestire composizioni con centinaia di livelli; offre anche correzioni Lente avanzate e una riduzione del disturbo; Affinity Photo offre inoltre una libreria completa di livelli di regolazione; importa ed esporta file PSD mantenendo intatti regolazioni, effetti e livelli.

Offre una vasta gamma di filtri di alta qualità personalizzabili: illuminazione, Sfumature, Distorsione, Tilt Shift, Ombreggiature e Bagliori. 

La versione desktop integra anche funzionalità per formattare intere cartelle di file eseguendo i processi in background. È possibile inoltre, dipingere e disegnare utilizzando una libreria con più di 120 pennelli professionali.

Adobe e l'intelligenza artificiale per le immagini photoshoppate

Adobe e IA per scoprire le foto ritoccate

Adobe, azienda leader nel settore del fotoritocco sta lavorando allo sviluppo di un algoritmo che, tramite un’intelligenza artificiale sia in grado di riconoscere le immagini ritoccate.
Ricordiamo però che la maggior parte delle foto in questione sono prodotte proprio da Adobe tramite il suo software di fotoritocco, Photoshop che, infatti è diventato sinonimo di immagine fasulla.
L’obiettivo di Adobe con la creazione di photoshop non era ovviamente quello di fornire i propri utenti di strumenti in grado di falsificare e strumentalizzare la realtà, ma semplicemente di facilitare l’editing delle foto. Per questo motivo, l’algoritmo nasce con l’obiettivo di individuare tre azioni principali:

  • la rimozione;
  • il cloning; in cui cioè una aprte dell’immagine viene copiata e spostata altrove e lo 
  • lo splicing;  in cui cioè si uniscono parti di immagini diverse per ottenere una terza immagine.

L’intelligenza artificiale cerca gli artefatti di ogni fotografia: analizza le variazioni nel valore colore dei pixel verdi, blu e rossi e analizza le variazioni casuali e improvvise di colore e illuminazione.
Al momento la tecnologia non è ancora perfezionata e ci vorrà parecchio tempo prima che la stessa arrivi in un prodotto commerciale.
 

Mai più occhi chiusi nelle foto grazie al nuovo algoritmo di Facebook

Addio al brutto effetto “occhi chiusi” grazie a Facebook

L’ ultima novità in arrivo dall’intelligenza artificiale di Facebook è la possibilità di “alzare” le palpebre, o meglio, aprire gli occhi, ai soggetti ritratti con gli occhi chiusi nelle fotografie.

Modifica delle foto con il software di Adobe e con Facebook: differenze

Per onestà bisogna ricordare che la possibilità di modificare le foto non è nuova, essendo possibile grazie a Photoshop per esempio; la differenza sta nel fatto che i software di Adobe impiegano un metodo di elaborazione grafica chiamato riempimento in base al contenuto, grazie al quale è possibile eliminare da un’immagine dettagli indesiderati, imperfezioni e riempire spazi vuoti con l’inserimento di pixel. Con Photoshop è possibile eliminare occhi rossi, riflessi e dettagli vari.

Ciò che invece non è possibile fare è la ricostruzione ex novo di uno sguardo, delle pupille e della cornea del soggetto della fotografia.  Facebook al contrario, è riuscita in questa impresa di ricostruzione volti grazie a un sistema di automatico chiamato Generative Adversarial Network in grado di produrre risultati di alta qualità

Addio al brutto effetto “occhi chiusi” grazie a Facebook: come funziona l’algoritmo 

Due i sottosistemi utilizzati:

  • un primo sottosistema atto a riconoscere gli elementi del volto
  • un secondo sottoinsieme per la creazione di immagini fittizie

Nella metà dei casi analizzati è stato impossibile per i volontari distinguere le immagini ritoccate e quelle integre,  cioè le immagini in cui i soggetti erano ritratti con occhi aperti artificiali e le immagini in cui gli stessi soggetti erano ritratti naturalmente con gli occhi aperti. 

Siamo di fronte a un metodo che per ora è a livello embrionale ma che, per chi non tollera la luce del sole o il flash, potrebbe rivelarsi rivoluzionario.

Usa Photoshop online gratis!

Photoshop gratis online

La notizia che molti aspettavano da tempo: Photoshop Online esiste ed è gratis.
Il programma editing della suite Adobe diventa così alla portata di tutti; tutto ciò che serve agli utenti è una connessione internet e l’installazione del plugin di Flash Player.

La preoccupazione che si possa trattare di un qualche sistema illegale sparisce non appena si accede al sito ufficiale di Adobe Tools: è la stessa Adobe che permette di utilizzare Photoshop da browser.

Photoshop: Express Editor

Non appena aperto il sito di Photoshop comparirà la frase “Make your snapshots look great with easy options for quick fixes and creative enhancements.”  Basterà cliccare sulla dicitura  “Start the Editor” e come per magia verrà aperta automaticamente la schermata ufficiale di Photoshop via browser! Si consiglia di scaricare la versione aggiornata di Adobe Flash Player.
Una volta cliccato su Start the editor, si aprirà un Pop-Up “Upload Photo“,  e da quel momento potete procedere al caricamento della la foto scelta da editare, che si ricorda deve essere esclusivamente in formato Jpg e con una grandezza massima di 16 Megapixel.

Ecco che comparirà, a questo punto, la schermata di photoshop con gli strumenti che possono essere utilizzati per le correzione di colore:

  • Crop
  • Resize
  • Red Eye
  • White Lever
  • Highlits
  • Sharpen 

Una volta terminate le modifiche basterà salvare la foto sul pc ed il gioco è fatto!

 

Tutte le novità e i potenziamenti di Adobe CC 2018

In questo 2018 sono tante le novità e i potenziamenti della suite di programmi Adobe da Photoshop CC alle App mobile

L’ obiettivo di quest’anno di Adobe è di puntare cloud e su nuovi piani per l’utilizzo dei software e per l’archiviazione delle fotografie, creando qualche trambusto. Per i non professionisti esperti i maggiori ostacoli sono da imputare a un abbonamento piuttosto oneroso e alla complessità di utilizzo. Adobe però ha comunque pensato ai neofiti introducendo alcune nuove modalità. Passando con il cursore sopra ai vari strumenti, appaiono suggerimenti e spiegazioni sul loro utilizzo e alcune di queste sono GIF animate che dimostrano come funziona lo strumento. Ma non è l’unica miglioria.

Photoshop CC

Lo strumento Seleziona e Maschera èstato migliorato, come lo èstato anche il Pennello Migliora Bordo, che ha reso Photoshop ancora piùpreciso ed efficiente nelle selezioni difficili e negli scontorni. La potenza di Photoshop nella gestione delle selezioni, dei livelli e delle maschere èancora imbattibile. Utile il pannello Scopri che aiuta i principianti a orientarsi fra le nuove procedure.

Lightroom CC 2018

Per quel che concerne Lightroom le novità e i vantaggi sono maggiori. Il software permette di avere a disposizione tutte le immagini ovunque, a piena risoluzione, gestibili e modificabili su tutti i nostri dispositivi. Anche sul vecchio Lightroom, ora chiamato Lightroom Classic, era possibile la sincronizzazione sul cloud, ma solo fino a un certo punto. Lightroom CC segue gli stessi principi di Lightroom Classic, ma è completamente cambiato il suo approccio all’archiviazione delle immagini e alla loro organizzazione. Le foto originali sono automaticamente caricate sull’archivio online Adobe e sono disponibili ovunque; hai anche la possibilità di archiviarle su dischi locali, ma la loro destinazione naturale èil cloud.

Lightroom Classic

La nuova maschera sul colore e sulla gamma di luminanza sono un upgrade importante e utile per un software che ègiàuno standard per chi lavora nel mondo imaging. Lightroom Classic mantiene i moduli separati Libreria, Sviluppo, Mappa, Libro, Presentazione, Stampa e Web. Puoi applicare una serie di effetti con un solo clic scegliendo uno dei Predefiniti di Lightroom oppure programmare il tuo flusso di lavoro abituale come Predefinito Utente.

Queste sono solo le principali novità e modifiche, per approfondirle puoi leggere l’articolo completo su Professional Photoshop 42 ora in edicola e disponibile online.

Professional Photoshop 42 esce in edicola!

Professional Photoshop 42 esce in edicola!

In questo numero scoprirai i segreti delle nuove versioni di Photoshop e Lightroom! Ma non solo, troverai utili consigli per creare immagini surreali, i top designer di questo numero e..il nuovo contest di Professional Photoshop!

La rivista è disponibile anche online!

Disegna su carta digitale con le nuove Wacom

Le ultime nate della gamma di tavolette grafiche Wacom sono le Intuos Pro e Intuos Pro Paper Edition, due stupendi dispositivi di nuova generazione caratterizzati da una vasta gamma di funzionalità innovative ideali per per digital artist, designer e fotografi.

La nuova Pro Pen 2 unisce maggiore sensibilità alla pressione e precisione, mentre la Intuos Pro Paper Edition è in grado di integrare la carta nel flusso di lavoro creativo. I disegni su carta creati con l’inchiostro vengono catturati e archiviati in forma digitale nella Intuos Pro Paper Edition e possono essere perfezionati in seguito sulla tavoletta utilizzando qualsiasi applicazione software multilivello compatibile, basata su raster o vettori. La gamma di penne e tavolette touch Intuos Pro è il risultato dei feedback degli utenti. La Intuos Pro Paper Edition vanta tutte le stesse funzionalità della Intuos Pro con in aggiunta una penna con inchiostro gel con punta fine e sensibile alla pressione e dell’app Wacom Inkspace per convertire gli schizzi e utilizzarli con tutte le più diffuse applicazioni di fotoritocco e disegno digitale.

[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’wacom’ unit=’list’]

A scuola di fotoritocco con Gianluca Catzeddu

L’Adobe Guru Gianluca Catzeddu

Accademia Sprea Fotografia inaugura una nuova stagione di corsi, percorsi formativi e workshop studiati per trasmettere e condividere la passione, la cultura e l’esperienza fotografica ad appassionati e prosumer e tenuti da alcuni tra i migliori esperti italiani come Gianluca Catzeddu, Matteo Macchiavello, Amedeo Novelli, Erminio Annunzi e Paolo Castiglioni. Sprea Fotografia mette a tua disposizione le proprie professionalità e competenze offrendoti una vasto programma formativo basata su esperienze concrete e su progetti creativi, con stile e innovazione, fondati soprattutto sulla pratica. Post Produzione Fotografica a cura dell’Adobe Guru & Adobe Certified Expert Gianluca Catzeddu è dedicato a tutti coloro che desiderino approfondire le tecniche di elaborazione, apprendere le conoscenze base per affrontare la post-produzione delle immagini e i principali strumenti disponibili nella “camera oscura” digitale. Prenota subito la possibilità di accedere al corso cliccando su: corso di Post Produzione Fotografica.

“Il panorama della fotografia digitale è in continuo e rapido mutamento, molto spesso una buona foto non viene valorizzata da un corretto approccio nell’elaborazione, ormai diventata fondamentale e parte del linguaggio”, spiega Gianluca Catzeddu. “Il workshop si rivolge a tutti i fotografi e tratterà di come lo scatto e le impostazioni della fotocamera influiscono sulla corretta post-produzione, sulle tecniche base per lo sviluppo dell’immagine in Camera Raw, la gestione corretta del contrasto e le basi della lavorazione della foto in Photoshop e dei principali strumenti digitali disponibili”.

I corsi si svolgono presso Galleria Still – Via Balilla, 36 Milano

Per maggiori informazioni e iscrizioni: Federica Berzioli

Mail: federica.berzioli@gmail.com

Tel: +39 338.9998233

 

[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’photoshop’ unit=’list’]

Lo speciale RAW con Photoshop in edicola dal 30/11

Dal 30/11 saremo in edicola con lo speciale RAW con Photoshop.
In allegato al giornale, composto da 132 pagine, ci sarà un DVD con 112 immagini da elaborare utilizzate all’interno dei tutorial.

Il prezzo? Solo 9,90 euro!

Lo speciale RAW è acquistabile anche su www.sprea.it/raw.


cop_001_cover_raw_simulata

È in edicola il secondo numero di Professional Photoshop

In edicola dal 21 Giugno il 2 Numero di Professional Photoshop, la nuova rivista italiana dedicata a fotoritocco e creatività digitale.

Sei un digital artist? Inviaci le tue immagini all’indirizzo redazione@professionalphotoshop.it con una breve descrizione e il tuo sito o profilo social. I lavori migliori saranno selezionati per la pubblicazione!

Registrati e scarica i Tutorial vai su http://www.spreafotografia.it/photoshoptutorial/cop_001_Photoshop_32

0 0,00
Go to Top