Tag archive

spreafotografia

Massimo Vitali: l’irresistibile richiamo del paesaggio

Piscinao de Ramos 2012 © Massimo Vitali
Nella produzione fotografica di Massimo Vitali si riconosce un percorso in cui la biografia e l’esperienza professionale s’intrecciano con la poesia dell’irrazionale e la fascinazione del caso. Negli anni Sessanta, la carriera foto-giornalistica è già brillantemente avviata nelle file dell’agenzia inglese Report e di quella italiana Grazia Neri, senza però registrare quel grado di soddisfazione che fa amare un mestiere. Quindi, senza mai abbandonare definitivamente la fotografia, inizia l’esperienza del cinema, prima come operatore alla macchina da presa realizzando documentari, pubblicità e qualche fiction e poi, brevemente, come direttore della fotografia. Nei primi anni Novanta, un evento inatteso procura un cambiamento radicale nella prospettiva dell’uomo e del fotografo: il furto della sua preziosa attrezzatura. Dopo lo spiacevole incidente, Massimo Vitali rimane con una sola fotocamera, un banco ottico 20×25, la cui ingombrante struttura avrebbe contribuito a complicare irrimediabilmente il suo rapporto con il reportage. Ed ecco che, spinto da una doppia necessità, tecnica e di ricerca, inizia a vedere nell’utilizzo del grande formato le enormi potenzialità espressive e interpretative dell’osservazione lenta e meditata. In primo luogo, capisce subito che avrebbe dovuto alzare il punto di vista per ottenere l’immagine con la nitidezza e il fuoco desiderati. Realizza, con l’aiuto di un artigiano, un cavalletto speciale molto alto e finalmente riesce a vedere il mondo come aveva sempre desiderato osservarlo. In quel momento anche la percezione del colore inizia a cambiare e assume progressivamente le note tenui e delicate del paesaggio e della sua vitale componente umana.

Massimo Vitali: Una nuova coscienza visiva

Lontano dalle breaking news e dalla cronaca, Massimo Vitali  trova la dimensione ideale del suo pensiero. La posizione elevata del suo punto di vista diventa presto un rifugio, un riparto da cui osservare attentamente il mondo, cercare di comprenderlo e rappresentarlo con la fotografia. «Trovato il luogo, si deve cercare il punto in cui posizionarsi per essere esattamente silenziosi e invisibili. Poi bisogna aspettare. Ma quando dico aspettare, non mi riferisco all’attesa dei fotografi del momento decisivo. Nella vita di tutti i giorni tutti i momenti sono decisivi e al momento stesso privi di spettacolarità. Aspettare significa riempire gli spazi, mettere in contatto gli occhi, creare dei cortocircuiti, ordinare i colori».

<<LE PANORAMICHE PRODOTTE IN SERIE SULLE SPIAGGE E ALTRI CARATTERISTICI LUOGHI D’INCONTRO, COME LE PISCINE E LE DISCOTECHE, RAPPRESENTANO L’EMBLEMA DEI NOSTRI TEMPI: FIUMI DI PERSONE SENZA META, ALLA CONTINUA RICERCA DI NUOVI PUNTI DI RIFERIMENTO>>

Con queste parole è l’autore stesso a svelare la sua rinnovata ispirazione. L’urgenza emotiva dell’attesa, che ordina e chiarisce i pensieri, lo porta progressivamente alle ampie vedute di spiagge, coste e bagnanti per cui è divenuto famoso in tutto il mondo. Per entrare più a fondo nell’opera di Massimo Vitali è necessario esplorare le origini della sua visione e cogliere quei cortocircuiti che ne definiscono la poetica e l’identità. Nelle sue fotografie, lo sguardo si perde nell’immenso chiarore del mare e del cielo. Qui una folla umana si ferma al sole e, estasiata dalla vista che si estende davanti agli occhi, sembra occupare e contendersi lo spazio circostante. L’immaginario così descritto richiama subito alcuni modelli di rappresentazione su cui l’autore sviluppa l’efficace discorso visivo che lo impegna per tutto l’arco della sua produzione artistica. Tornano alla memoria le cartoline, specie quelle degli anni Ottanta e Novanta, che identificano il paesaggio italiano nello stereotipo di un territorio a tratti pittoresco, ma sempre uguale a se stesso. L’immagine commerciale e standardizzata del territorio, quella che, per intenderci, mostrava al grande pubblico (dentro e fuori i confini nazionali) il nuovo volto del Paese, offre a Massimo Vitali l’occasione per riflettere sul cambiamento in atto sul nostro paesaggio e sulle nostre abitudini sociali. I riferimenti dell’autore sono quelli conosciuti ai più: la scuola di Düsseldorf e la scuola italiana del paesaggio, già punti di riferimento per l’indagine fotografica dell’era post-industriale.

 

 

Trasforma i tuoi scatti in realtà: scegli il fotolibro Saal Digital approfittando dei nostri sconti

Trasforma i tuoi scatti in realtà: scegli il fotolibro Saal Digital

Il digitale ci ha permesso, senza dubbio, di avere una disposizione illimitata di scatti e non dover piú temere di sprecarne uno a vuoto. Ma, alla fine dei conti, di quanti veramente ne possiamo godere la bellezza? Quanti rimangono nelle nostre memory card e non si trasformano, come un tempo, in una vera foto? Perché, prima del digitale, non esisteva una foto se non stampata su un supporto cartaceo.
Ad accompagnare il digitale, adesso si è affiancato il mondo della stampa digitale che permette, attraverso mezzi e sistemi estremamente intuitivi di non rinunciare alle emozioni che solo una foto stampata sa regalare.

Saal Digital: laboratorio tedesco di stampa professionale

In Italia da un paio di anni si è affacciata in questo mercato Saal Digital, laboratorio tedesco di stampa professionale già leader del settore in Germania, che grazie alla qualità dei suoi prodotti e dei suoi servizi, si sta facendo conoscere nel mondo della fotografia ogni giorno di più
L’azienda di Rottembach si caratterizza per la produzione in alta qualità di un’ampia gamma di prodotti: fotolibri, fotoquadri, stampe Fine-Art, calendari, accessori. Soffermandoci sul fotolibro, il prodotto senza dubbio più conosciuto e apprezzato dagli estimatori del colosso tedesco, è opportuno segnalare alcune caratteristiche che ne hanno decretato il grande successo negli ultimi anni.

  • Grande disponibilitá di formati: dallo standard verticale 21×28 cm., al quadrato 28×28 cm., fino al panoramico da 42×28 cm.
  • Copertina di pregevole fattura: lucida, opaca, rigida, imbottita, in lino, similpelle, metallica, con effetto legno. Per marchiare con uno stile differente ogni progetto.
  • Qualitá premium della carta: lucida, opaca oppure artistica
  • Rilegatura panoramica a 180 gradi per non perdere neanche un pixel delle foto impaginate in prossimitá della piega centrale

Realizzare il fotolibro Saal Digital è semplicissimo, direttamente da sito on-line oppure scaricando il software gratuito per l’impaginazione che permette di realizzare il proprio progetto attraverso un fornitissimo pannello di strumenti a disposizione. Per i meno pratici, vi è anche la possibilitá di selezionare l’opzione “Fotolibro in un minuto” che semplifica attraverso comodi templates il completamento del progetto.
L’area professionisti di Saal Digital, infine, offre strumenti, tutorial e numerose schede informative per ottimizzare al meglio la resa a stampa delle proprie foto. Tra questi, i profili colore ICC, disponibili per qualsiasi tipo di prodotto e supporto.

Saal Digital: stampa il tuo fotolibro con lo sconto Sprea Fotografia

Vuoi provare i prodotti di Saal Digital? Grazie a Sprea Fotografia lo puoi fare attraverso un voucher di sconto di 20 € su tutti i prodotti dello store. Ti basterà semplicemente accedere al sito Saal Digital o scaricare il software gratuito Saal e dopo aver terminato il progetto inserire il codice sconto FOTOSAAL20 prima di confermare l’acquisto.
Di seguito tutti i dettagli e le condizioni dell’offerta Saal Digital in collaborazione con Sprea Fotografia.
CODICE SCONTO: FOTOSAAL20
Il codice ha un valore di 20,00 €
– Il codice è valido solo con acquisti superiori ai 39,95 €
– Il codice è valido su tutti i prodotti dello store Saal Digital
– Il codice va scritto interamente in maiuscolo
– Il codice è utilizzabile solo una volta
– Il codice ha scadenza 30.10.2018
– Il codice non è cumulabile con altre promozioni
– Il codice è valido solo per nuovi clienti

Raffles Milano: il Master di fotografia con Denis Curti

Raffles Milano: il Master di fotografia

Dieci mesi straordinari. Dieci professionisti della fotografia internazionale in aula, una al mese, con le loro figure chiave. Dieci occasioni uniche per imparare direttamente dai protagonisti. Master di Raffles Milano. Finalmente qualcuno ci ha pensato.
Fotografare vuol dire proporre un modello del mondo utile e interessante, che raccontando la realtà ci aiuti ad amarla. Il fotografo non è più un mestiere da artigiani. La tecnologia digitale lo spinge a “scrollarsi di dosso” l’ossessione della tecnica a favore di una logica sempre più legata al saper vedere, al saper interpretare e al saper raccontare.

Il fotografo deve essere un interprete attivo, efficace e consapevole della contemporaneità. E per questo le lezioni sono costruite sulla logica dell’aggiornamento permanente. La bravura, l’esperienza e la capacità di rompere gli schemi dei docenti coinvolti assicurano un percorso formativo di alto profilo. Al termine del quale, gli studenti hanno la possibilità di trovare posizioni professionali nel mondo della produzione visiva sia in ambito nazionale che internazionale, in varie aree della comunicazione e dell’immagine, dallo still & motion allo storytelling, dall’advertising agli ambiti corporate.

Il Master si rivolge a tutte le persone che desiderano conoscere e approfondire i temi della fotografia contemporanea, trasformando la passione in un mestiere. In particolare, è disegnato per chi vuole intraprendere un percorso di (ri)definizione e (ri)posizionamento professionale al passo con i contesti di oggi. Chi sono i fotografi di domani (e di oggi)? Persone che dispongono di competenze, abilità e strumenti critici per affrontare senza complessi la vastissima scena della produzione contemporanea, e per dare inizio a una propria attività autonoma, continuativa e di successo.

Raffles Milano, il Master di fotografia:  Course leader Denis Curti

Nato nel 1960, è una delle figure critiche di riferimento per il mondo della fotografia italiana e internazionale. Ha curato mostre dedicate a maestri dell’obiettivo come Helmut Newton, Henri Cartier-Bresson, David Lachapelle, Elliott Erwitt e gli italiani Gianni Berengo Gardin, Franco Fontana e Ferdinando Scianna. Esperto di mercato e collezionismo, ha curato aste per Sotheby’s e Minerva Auction. È autore del primo manuale sul collezionismo fotografico e fondatore della galleria Still di Milano. Per 15 anni è stato direttore della sede milanese di Contrasto, con cui ha dato vita molti progetti per aziende e istituzioni. Co-fondatore della Fondazione Forma di Milano, fino al 2014 ne è stato vicepresidente. Negli anni ha coordinato attività editoriali e di advertising con i più grandi fotografi internazionali, in particolare con quelli dell’agenzia Magnum. Dirige il mensile Il Fotografo e coordina le testate appartenenti al gruppo Sprea Fotografia. È membro del Comitato artistico della Villa Reale di Monza e direttore dei festival di fotografia di Capri e di Bergamo.

Raffles Milano, il Master di fotografia: argomenti del corso

  • Contesto della fotografia italiana e internazionale
  • Mercato del collezionismo e fine art.
  • Creatività e progettualità in fotografia.
  • Advertising e corporate.
  • Beauty e ritratto.
  • Centralità dello storytelling.
  • Organizzazione e curatela di mostre ed eventi.
  • Costruzione del portfolio.
  • Tecnologia digitale al servizio della creatività.

Raffles Milano, il Master di fotografia: docenti di progetto

Imparare direttamente dai protagonisti vuol dire acquisire alla fonte le visioni e i metodi più avanzati. A differenza dei Master tradizionali, i Master Raffles Milano portano in aula saperi in azione grazie a 10 professionisti ai vertici del mercato che si alternano in aula nell’arco dei dieci mesi.

Raffles Milano, il Master di fotografia: Docenti di metodo

Ci sono conoscenze e abilità anche teoriche che non si imparano in corsa e richiedono un approfondimento ad hoc. Non si sa quando potranno servire, ma una cosa è certa: serviranno.

Contest Auto firmato Spreafotografia

Il nuovo contest di Spreafotografia è dedicato all’auto

Il nuovo contest di Spreafotografia è dedicato all’automobile: utilitaria, city car, sportiva,
di lusso, c’èsolo l’imbarazzo della scelta. Hai tempo fino al 15 aprile per caricare le tue foto sul sito www.spreafotografia.it/contestauto. Che la macchina sia tua o meno, individua la location, posiziona le luci e rendila protagonista per un giorno!

La partecipazione ai contest è gratuita e aperta a tutti i fotografi e fotoamatori purchémaggiorenni. Sono ammesse fotografie, in alta risoluzione ( massimo 3MB ) sia b/n che a colori, con inquadrature sia verticali che orizzontali, ma solo in formato JPEG, PNG e GIF, purchénon esulino dal tema in oggetto. Non sono ammesse foto realizzate interamente tramite software o ritoccate ed elaborate in maniera sostanziale, né quelle non conformi al regolamento. Le fotografie saranno visibili online e quelle selezionate dalla redazione saranno pubblicate anche sulle riviste.

Ecco come fare:

1 Collegati al sito www.spreafotografia.it Inserisci i tuoi dati d’accesso (se non l’hai ancora fatto,iscriviti premendo REGISTRATI e compilando i campi nel modopiùcompletopossibile) e clicca sul pulsante Carica Foto.

2 Fai clic su Seleziona foto e scegli quella che vuoi pubblicare.Indica la Categoria, inserisci il Titolo e scrivi una Descrizione, la piùpossibile dettagliata, dello scatto (come l’hai realizzato, l’idea che c’èdietro, eccetera). Compila il modulo dati EXIF (il sistema, di solito, puòfarlo al posto tuo, basta spuntare la casella Dati Exif Automatico e metti i TAG).

Sprea Fotografia: è nuovo record!

Condividi le tue immagini e partecipa ai concorsi

Per il secondo mese consecutivo il portale Spreafotografia.it ha conquistato un record superando i 14 milioni totali di visite alle fotogallery degli utenti con una media di 500.000 pagine viste ogni mese per la sezione news. In 30 giorni sono state creati 210 nuovi profili personali completi di gallery.

Continua a caricare, condividere e commentare i tuoi scatti. Come di consueto la nostra redazione selezionerà i più originali e tecnicamente apprezzabili per la pubblicazione sulle pagine della rivista.

Seguici ogni giorno online, su Spreafotografia.it, sono in arrivo novità straordinarie!

Spreafotografia ha raggiunto cifre eccezionali: 38.008 immagine caricate, 12.788 profili di utenti e 14.240.773 viste totali!

Crea la tua gallery personale cliccando qui!

Olympus PEN-F

Una fotocamera con prestazioni così elevate non è mai stata così bella, alla vista e al tatto: la PEN-F è l’esatta definizione di stile e sostanza in fotografia. Un oggetto esclusivo prodotto dalla maestria artigianale e destinato a diventare un’icona.

Allegato di posta elettronica

I creatori della nuova PEN F hanno preso a cuore questo progetto e affiancato alle sue ottime credenziali ottiche una tangibile miscela di tradizione, design contemporaneo e genuina innovazione che fornisce alla fotocamera la più elusiva e coinvolgente delle qualità: l’intuizione.

È una fotocamera pensata per coloro che sanno apprezzare le cose più belle della vita. Proprio così, la PEN F offre possibilità fotografiche di livello eccezionale ma la sua vera anima aspira a molto di più apoteksv.se.

Il design
Tutti coloro che amano il design autentico capiranno immediatamente che la PEN-F una fotocamera che gli altri afferrano con bramosia quando gli si permette di farlo e che tendono a restituire malvolentieri. I suoi progettisti hanno fatto tutto il possibile affinché la sensazione tattile risulti piacevole quanto il suo aspetto, senza che sia visibile neppure la testa di una singola vite. E’ un oggetto da collezionisti e, sebbene piacerà sicuramente anche a chi non sa resistere al richiamo esercitato dalle novità, il suo successo è destinato a durare nel tempo.

Allegato di posta elettronica1

Il formato
Siamo in presenza di qualcosa che vede la luce una volta ogni generazione,destinata a piacere a coloro che possiedono un’inclinazione fotografica e ancora di più a tutti coloro che hanno ricevuto in dono una percezione visiva o una consapevolezza superiore alla media. Naturalmente la nuova PEN-F è una fotocamera ad obiettivi intercambiabili, come ogni altra PEN. Adotta il formato Micro Quattro Terzi e questo significa che risulta più compatta e più leggera delle ingombranti fotocamere reflex digitali pur essendo comunque in grado di offrire una qualità d’immagine paragonabile se non addirittura superiore.

PEN-F

PEN-F

CARATTERISTICHE PRINCIPALI:

> Apparecchio da collezionisti grazie al design iconico, alla qualità costruttiva e ai materiali e alle finiture di gran pregio

> Stabilizzazione dell’immagine su 5 assi allo stato dell’arte e nuovo sensore Live MOS da 20 Megapixel per scatti spontanei eccezionali a bassi ISO con disturbo limitato e gamma dinamica più estesa

> Mirino elettronico per scatti “street” come con una fotocamera a telemetro, con anteprima in tempo reale delle impostazioni, funzione Focus Peaking e ingrandimento dei particolari sul mirino OLED ad alta risoluzione da 2,36 milioni di punti

> Ghiera Creative Dial per accedere agli Art Filter integrati e alle nuove opzioni creative Colour Profile Control, Monochrome Profile Control e Colour Creator

> Funzione Eye Detect AF e selezione del punto di messa a fuoco tramite touchscreen per rendere ancora più rapida la messa a fuoco

> Wi-Fi integrato per condividere le immagini utilizzando uno smartphone compatibile e l’app gratuita OI.Share

> Più veloce delle reflex digitali, miglior tempo di risposta della categoria* grazie al Fast AF e alla velocità di elaborazione

> Compatibile con l’intera gamma dei pregiati obiettivi M.ZUIKO e degli accessori PEN-F

ULTERIORI CARATTERISTICHE:

> Monitor LCD Vari-angle ad elevata risoluzione per scattare comodamente anche da angolazioni complesse

> Processore True Pic VII con modalità High Res Shot da 50 Megapixel

> Ghiera delle modalità personalizzabile per la regolazione rapida delle impostazioni preferite

> Filtro Supersonic Wave Filter per la pulizia automatica del sensore senza la necessità di ulteriori programmi di pulizia

> Scatto in sequenza ad alta velocità (10 fotogrammi al secondo)

> 1/8000 di secondo e sensibilità equivalente a 80 ISO per scattare in condizioni di elevata luminosità

> Area di lettura esposimetrica spot AF legata al punto AF (come richiesto dai fotografi) utilizzato per esposizioni corrette in qualsiasi situazione

ID: 22331

ANTEPRIMA N PHOTOGRAPHY

Non perdetevi il prossimo numero di Nphotography!
In anteprima per voi… tutto sulla nuovissima e rivoluzionaria Nikon D5!
Nikon-D5_touch_web
Nikon-D5-oculare_web
Beppe-Maio-D5_4_web

FUJI: NOVITÀ DI PRODOTTO

X-Pro2, la nuova la nuova ammiraglia della serie X vanta un “Hybrid Viewfinder” e nuovo sensore X-Trans III da 24MP.
X-E2S dal design stile telemetro che unisce grandi prestazioni alla facilità di utilizzo.
X70 il modello più piccolo, leggero e innovativo della serie X.
FinePix XP90, la fotocamera ideale per le vacanze e le attività ricreative all’aperto.
EF-X500 il nuovo flash a slitta.

Firmware 4.00 per Fujifilm X-E2 che potenzia il sistema AF per un’eccellente messa a fuoco dei soggetti in movimento oltre a tante altre migliorie funzionali.

FUJIFILM Camera Remote l’applicazione per controllo remoto per scattare foto e visualizzare le immagini e filmati direttamente nella macchina fotografica.

  • Fujifilm X-Pro2

09_X-Pro2_BK_FrontLeft_35mmF1.4-r67

X-Pro2 è la nuova ammiraglia a ottica intercambiabile della Serie X di Fujifilm che col suo un sensore X-Trans CMOS III da 24,3 MP e un processore di immagine X Pro Processor aggiornati si rivolge al fotografo professionista e agli amatori evoluti. Capace di affrontare qualsiasi situazione di scatto, in primis street reportage sport e moda, anche grazie al parco ottiche della gamma FUJINON che vanta 21 obiettivi: da un ultra grandangolare a un super teleobiettivo, compresi cinque luminosi obiettivi a focale fissa. Il corpo, realizzato in lega di magnesio, è sigillato in circa 61 punti per proteggerlo da spruzzi e polvere fa in modo che Fujifilm X-Pro2 possa essere utilizzata ovunque senza doversi preoccupare delle condizioni climatiche, con temperature fino a -10°C.

Fujifilm X-Pro2 sarà in vendita dal mese di febbraio 2016 al prezzo indicativo suggerito al pubblico di 1829,99 euro Iva inclusa.

  • Fujifilm X-E2S

X-E2S_silver_front-r52

È dotata di un corpo robusto compatto e leggero con un mirino Real-Time per un notevole ingrandimento La nuova X-E2S eredita la funzionalità e il design telemetro-style dell’originale X-E2 e aggiunge nuove caratteristiche che comprendono una migliorata impugnatura, un otturatore elettronico e una più intuitiva GUI (Graphic User Interface) che migliorano l’esperienza utente. Discreta e silenziosa, è il secondo corpo macchina da portare sempre con sé, infatti, restituisce scatti di qualità anche a ISO molto elevati, grazie al sensore di cui è dotata, APS-C X-Trans™ CMOS II di Fujifilm da 16,3 megapixel e al processore d’immagine EXR Processor II.

Fujifilm X-E2S sarà in vendita da febbraio 2016 al prezzo indicativo e suggerito al pubblico di 719,99 Iva inclusa in versione solo corpo e di 1019,99 Iva inclusa on versione kit con l’obiettivo XF18-55mm.

  • Fujifilm X70

x70_front side_silver-r52

Dedicata a chi desidera sempre avere un’ottima fotocamera in tasca o in borsa, poco ingombro alte prestazioni, per chi inizia a fotografare e vuole uno strumento diverso dallo smartphone e per tutti gli appassionati di fotografia che preferiscono viaggiare con un corpo macchina leggero ma affidabile, Fujifilm X70 è dotata del sensore APS-C X-Trans CMOS II e del processore d’immagine EXR Processor II. Inoltre, è il primo modello della serie X a offrire un display touch screen, LCD da 3 pollici con 1,04 milioni di pixel e un ampio angolo di visione, che ruota di 180 gradi, per scattare fato dall’alto o dal basso e realizzare selfie perfetti.

Fujifilm X70 sarà disponibile dal mese di febbraio 2016 al prezzo indicativo e suggerito al pubblico di 719,99 euro Iva inclusa.

  • Fujifilm FinePix XP90

XP90

Ideale per lo snowboard, lo sci, la mountain bike e le altre attività ricreative all’aria aperta, FinePix XP90*2 . È quindi impermeabile fino a 15m, in grado di resistere a cadute fino a 1.75m*3, rimane operativa con temperature fino a -10°C ed è resistente all’intrusione di polvere o sabbia. Un’ulteriore protezione dalle intemperie è offerta dal meccanismo di doppia chiusura che impedisce l’apertura accidentale del vano batteria/scheda di memoria. Sono presenti un grip anteriore e un appoggio per il pollice che garantiscono una sicura presa della fotocamera

Fujifilm XP90 sarà disponibile dal mese di febbraio 2016 al prezzo indicativo e suggerito al pubblico di 219,99 euro Iva inclusa.

  • Fujifilm Flash EF- X500

Il design di dimensioni ridotte e di qualità è stato studiato per integrarsi alla perfezione con lo stile compatto e leggero delle fotocamere della Serie X. Sincronizzazione High-speed (FP) che supporta l’otturatore da 1/8000 sec. della FUJIFILM X-Pro2.

La funzione Auto TTL con flash multipli scatenerà la vostra creatività permettendovi di controllare qualsiasi condizione di luce.

La resistenza agli agenti atmosferici e alla polvere lo rendono il compagno perfetto di FUJIFILM X-T1 e X-Pro2, che hanno lo stesso livello di protezione.

  • Firmware 4.00 per Fujifilm X-E2

Un nuovo aggiornamento gratuito del firmware per Fujifilm X-E2 che verrà reso disponibile il 4 febbraio 2016. Il firmware introduce un nuovo sistema AF con prestazioni dell’autofocus migliorate, così come una serie di altri migliorie che riflettono le richieste degli utenti.

  • Fujifilm Camera Remote

FUJIFILM Camera Remote è un’applicazione che può comandare le fotocamere digitali senza fili tramite controllo remoto per scattare foto e visualizzare le immagini e filmati direttamente nella macchina fotografica per poi trasferirli sullo smartphone o tablet. Inoltre, è anche possibile aggiungere all’immagine informazioni sulla posizione acquisita dal dispositivo smartphone o tablet.

FUJIFILM Camera Remote è ora un’applicazione unificata e ottimizzata che supporta tutte le funzioni di FUJIFILM Camera App e FUJIFILM Photo Receiver e tutte le fotocamere digitali FUJIFILM con wireless integrato. Sia che si utilizzi la serie FinePix o la serie X, una sola applicazione è ora tutto ciò che serve.

NOVITA' LEICA: Obiettivi Leica M di nuova generazione

Una nuova generazione per tre obiettivi Leica M:
il Leica Summicron-M 35 mm f/2 ASPH., il Leica Summicron-M 28 mm f/2 ASPH. e il Leica Elmarit-M 28 mm f/2.8 ASPH. offrono prestazioni superiori.

Wetzlar, 14 gennaio 2016. Leica Camera AG presenta tre modelli di nuova generazione per gli obiettivi Leica M Summicron-M 35 mm f/2 ASPH., Leica Summicron-M 28 mm f/2 ASPH. e Leica Elmarit-M 28 mm f/2.8 ASPH., dalle prestazioni ulteriormente affinate: la qualità d’immagine dei tre obiettivi è stata migliorata ottimizzando gli schemi ottici. Un’altra novità è costituita dalla costruzione ancora più robusta: a differenza dei modelli precedenti, questi tre obiettivi dispongono di un paraluce rettangolare completamente metallico con fissaggio a vite e anello frontale a protezione della filettatura sull’obiettivo per quando non si usa il paraluce. Anche il tappo anteriore è ora realizzato in metallo.

Come per tutti gli obiettivi Leica, questo classico trio di obiettivi per la fotografia di reportage Leica unisce l’eccellenza ottica e tecnica “Made in Germany”. La combinazione tra la tecnologia allo stato dell’arte, i materiali più pregiati e la meticolosa costruzione manuale assicura una qualità costante e li rende prodotti affidabili, che mantengono il loro valore nel tempo.

Leica Summicron-M 2_28_ASPH_front
Leica Summicron-M 28 mm f/2 ASPH.
Leica Summicron-M 2_35_ASPH_front_black
Leica Elmarit-M28_ASPH_front Leica M Summicron-M 35 mm f/2 ASPH.

Il Summicron-M 28 mm f/2 ASPH. e l’Elmarit-M 28 mm f/2.8 ASPH. di nuova generazione saranno disponibili dalla fine di gennaio: Il Summicron-M 35 mm f/2 ASPH. sarà disponibile da febbraio in finitura nera e, per la prima volta, anche in anodizzatura argento.

Il luminoso obiettivo a focale fissa Summicron-M 35 mm f/2 ASPH. colpisce per la superiore resa dell’immagine e il bokeh inconfondibile. Nonostante l’elevata luminosità e l’eccezionale qualità d’immagine, le sue dimensioni sono sorprendentemente compatte. Insieme a questo obiettivo, ogni Leica M si presenta come strumento fotografico eccezionalmente compatto ed elegante. Il Summicron-M 35 mm f/2 ASPH. di nuova generazione vanta ora un diaframma con undici lamelle. Si crea così un’apertura circolare che riproduce in modo particolarmente armonioso le aree fuori fuoco poste dietro e davanti ai soggetti. Ne risultano immagini nitidissime di elevato contrasto, quasi totalmente esenti da distorsione e caratterizzate da un bokeh meraviglioso a tutte le distanze e con tutti i valori di diaframma, a partire dall’apertura massima.

Prestazioni elevate e alta luminosità caratterizzano anche il grandangolare Summicron-M 28 mm f/2 ASPH. La sua fantastica luminosità lo rende particolarmente versatile e fornisce una brillante resa dell’immagine anche nelle condizioni di luce più impegnative. Già alla massima apertura, il Summicron-M 28 mm f/2 ASPH. fornisce ricchezza di contrasto, una riproduzione ben differenziata anche delle strutture più fini, un bokeh morbido e progressivo abbinato ad altissima risoluzione. Si ha così il massimo della qualità d’immagine fino agli angoli estremi di ciascuna fotografia. Le migliorie introdotte nello schema ottico di questa nuova generazione hanno reso possibile prestazioni ottiche ancora superiori sull’intero campo dell’immagine. La significativa riduzione della curvatura di campo garantisce una migliore risoluzione dei dettagli da un angolo all’altro di ogni immagine.

L’Elmarit-M 28 mm f/2.8 ASPH. è l’obiettivo più compatto nell’intero catalogo degli obiettivi Leica M. Grazie alle dimensioni compatte e al peso contenuto, questo obiettivo è particolarmente apprezzato dai fotografi di street e reportage. Rispetto al modello precedente, l’obiettivo di nuova generazione riduce sostanzialmente la curvatura di  campo, migliorando così notevolmente la resa dell’immagine con una più alta risoluzione complessiva e un’eccezionale risolvenza dei dettagli fini. L’Elmarit-M 28 mm f/2.8 ASPH. è praticamente esente da distorsione, dall’infinito alla minima distanza di messa a fuoco di 0,7 metri, con un’interferenza quasi impercettibile nel mirino delle fotocamere M.

NUOVE FOTOCAMERE CANON

Canon presenta due nuove fotocamere bridge compatte superzoom: PowerShot SX540 HS e PowerShot SX420 IS. PowerShot SX540 HS vanta incredibili capacità in condizioni di scarsa luminosità e pieno controllo creativo per ottenere il meglio dal suo potente obiettivo ultra-grandangolare con zoom ottico 50x. PowerShot SX420 IS offre un notevole obiettivo zoom 42x, sensore da 20 megapixel coadiuvato da un processore DIGIC 4+ e una serie di semplici funzioni creative automatiche, oltre a Wi-Fi con Dynamic NFC per una facile condivisione.

Accedi alla versione integrale del comunicato, scarica le immagini e le schede tecniche

Sebastião Salgado – Palazzo Ducale Genova

GENESI – SEBASTIÃO SALGADO – GENOVA PALAZZO DUCALE

salgado

Genesi è l’ultimo grande lavoro di Sebastião Salgado, il più importante fotografo documentarista del nostro tempo indegenerique.be.
Uno sguardo appassionato, teso a sottolineare la necessità di salvaguardare il nostro pianeta, di cambiare il nostro stile di vita, di assumere nuovi comportamenti più rispettosi della natura e di quanto ci circonda, di conquistare una nuova armonia.
Il mondo come era, il mondo come è. La terra come risorsa magnifica da contemplare, conoscere, amare. Questo è lo scopo e il valore dell’ultimo straordinario progetto di Sebastião Salgado.
In mostra oltre duecento fotografie eccezionali: dalle foreste tropicali dell’Amazzonia, del Congo, dell’Indonesia e della Nuova Guinea ai ghiacciai dell’Antartide, dalla taiga dell’Alaska ai deserti dell’America e dell’Africa fino ad arrivare alle montagne dell’America, del Cile e della Siberia.
Genesi è un viaggio fotografico nei cinque continenti per documentare, con immagini in un bianco e nero di grande incanto, la rara bellezza del nostro principale patrimonio, unico e prezioso: il nostro pianeta.

Progetto di Contrasto e Amazonas, organizzazione Civita.

Sede
Palazzo Ducale, Sottoporticato
Piazza Matteotti, 9
16123 Genova
Date
dal 27 febbraio al 26 giugno 2016
Sottoporticato
Orari
lunedì 14 – 19
da martedì a domenica 10 – 19
La biglietteria chiude un’ora prima

Biglietti

Intero con audioguida 11 €
Ridotto con audioguida 9 €
Gruppi dal lunedì al venerdì 9 €
Ridotto giovani fino a 27 anni compiuti, con ingresso il venerdì (ad eccezione dei festivi) 5 €
Ridotto speciale scuole e bambini dai 6 ai 14 anni € 4

1 2 3 10
0 0,00
Go to Top