Tag archive

torino - page 3

A Torino la prima edizione di Borgo Po Photo Festival

BORGO PO PHOTO FESTIVAL – 18 giugno 2017. Torino, Piazza Gran Madre di Dio



Ideazione e direzione artistica: Daniela Foresto

Borgo Po Photo Festival terrà la sua prima edizione il 18 giugno 2017 a Torino, in Piazza Gran Madre di Dio.
La fotografa torinese Daniela Foresto, ritrattista con galleria THE PORTRAIT al civico 7, fortemente ispirata da festival fotografici internazionali come Arles, ha invitato 20 fotografi professionisti che esporranno un loro progetto particolarmente rappresentativo del loro percorso artistico.


© Elena Givone

Arriveranno fotografi da Milano, Genova, Bologna e Torino.
Saranno presenti: Franco Turcati, Enzo Isaia, Mauro Talamonti, Daniele Ratti, Elena Givone, Max Tomasinelli, Candido Baldacchino, Maurizio Galimberti, Simone Mussat Sartor, Enrico Magri, Claudio Cravero, Bruna Vangi, Pierfranco Fornasieri, Neige De Benedetti, Piero Mollica, Gabriele Corni, Giampiero Turcati, Riccardo Bandiera, Patrizia Mussa e Ivano Piva.


© Franco Turcati

Verrà presentato un laboratorio di tecniche antiche, quali la stampa in siderotipia e la ripresa al collodio umido, per produrre fotografie.
La giornata sarà documentata da Max Judica Cordiglia che realizzerà un memories film dell’evento.
Ad accompagnare il tutto le meravigliose musiche dal vivo del Quartet italo francese – Marco Nieloud Quartet.


Orari: 9-18
Telefono: 335-7716039
e-mail: d.foresto@danielaforesto.com
Borgo Po Photo Festival


[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’gianni berengo gardin’ unit=’list’]

Women in Bali di Bruna Rotunno in mostra a Torino

© Bruna Rotunno - Looking East(2010)
WOMEN IN BALI
mostra fotografica di Bruna Rotunno
a cura di Gigliola Foschi

in collaborazione con
MAO Museo d’Arte Orientale
21 luglio – 10 settembre 2017


© Bruna Rotunno – Looking East(2010)

WOMEN IN BALI è un progetto fotografico tra arte e reportage, un viaggio per immagini nel cuore di Bali e un omaggio all’energia di tutte le donne che vi abitano. Bruna Rotunno racconta l’universo femminile e la potenza creatrice della natura, nell’isola dove l’acqua è ancora venerata come sacra origine della vita e come elemento di purificazione.

La mostra è realizzata in collaborazione con il Museo d’Arte Orientale di Torino, il più giovane e tra i più importanti in Italia e tra i maggiori in Europa per la conoscenza e lo studio dell’arte orientale. Il Museo ha avviato da tempo un programma di mostre temporanee per approfondire tematiche che non sono presenti nelle esposizioni permanenti e per presentare al pubblico altri aspetti della straordinaria ricchezza e originalità delle culture orientali. Il MAO quindi, oltre a essere un importante istituto culturale per la conoscenza dell’arte orientale vuole rappresentare per il pubblico italiano ed europeo una finestra sull’affascinante e complesso mondo delle culture dell’Asia.


© Bruna Rotunno – Gold Ayung (2009)

In questo lavoro durato 8 anni – nato da una grande attrazione per l’isola, visitata per la prima volta 20 anni fa – la fotografa ha costruito un racconto per immagini, dove ogni gesto e ogni personaggio traduce l’essenza di un luogo unico, caratterizzato da una costante armonia. Partendo dalla mitologia balinese, fondata sul culto dell’acqua – la Holy Water, la Grande Madre, simbolo di creazione e purificazione – nelle fotografie viene così mostrato il fluire del lato femminile dell’isola. A esso si lega il sacro, il rito, la creatività, l’arte, la musica e la danza, raccontati attraverso i gesti quotidiani delle donne balinesi. Sono loro le artefici delle offerte e dei fantastici addobbi sacri, creati per attrarre l’attenzione e la benevolenza delle divinità. In questa ‘isola teatro’ – come viene definita Bali – dove la bellezza si rivela una qualità fondamentale della vita, le donne si muovono con grazia ed eleganza, danzano e lavorano in un universo dove anche le risaie, le lussureggianti piante tropicali e le pietre sono animate dalla Shakti, l’energia divina femminile.


© Bruna Rotunno – Materic Water #1. Pantai Saba (2012)

Oltre a offrire un racconto di vita sulle donne balinesi, Bruna Rotunno ha concentrato la sua attenzione sulle tante donne straniere che, attratte dalla bellezza e dalla spiritualità dell’isola, hanno deciso di stabilirvisi per creare una nuova comunità femminile e sviluppare progetti di natura etica, sociale, artistica ed educativa, spesso all’insegna dell’eco-femminismo e della sostenibilità. Tra le tante, l’americana Robin Lim, con la sua Bumi Schat Foundation, che ha aiutato a far nascere più di 5000 bambini, riducendo l’alto tasso di mortalità.  L’indonesiana Sri Adnayani Oka ha fondato una banca di microcredito per aiutare i poveri, l’irlandese Nattalia Sinclaire che ha aperto sull’isola una scuola Montessori e l’inglese Mary Northmore che, con la sua non-profit Smile Foundation, finanzia operazioni per correggere malformazioni congenite nei bambini.

Il percorso espositivo è composto da 80 fotografie e da uno short movie su Bali girato dall’autrice, The Island of Healing. Completano la mostra un gruppo di piccole sculture in legno femminili degli anni Cinquanta e alcuni oggetti legati alla cultura di Bali, prestito della collezione Mariangela Faradella (Milano).

MAO Museo d’Arte Orientale

Via San Domenico 11, Torino


[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’steve mccurry’ unit=’list’]

Night Games di Stefano Cerio in mostra a CAMERA

Mirabilandia Ravenna, 2017

Una suggestiva selezione di scatti notturni dei parchi divertimento, tratta dal lavoro fotografico di Stefano Cerio NIGHT GAMES, in mostra dal primo giugno al 30 luglio, nella Project Room del Centro di Via delle Rosine 18 a Torino.


Mirabilandia Ravenna, 2017

Con la serie Night Games, Stefano Cerio prosegue la sua ricerca, apparentemente oggettiva, sui luoghi e sulle macchine del consumo del divertimento di massa, avviata con lavori quali Aqua Park (2010), Night Ski (2012) e Chinese Fun (2015).
In mostra, 12 spettacolari immagini, di cui 8 di grande formato – oltre un metro di altezza per quasi un metro e mezzo di larghezza – e 4 di misure più contenute, che ben rappresentano la poetica di Cerio.

Cosa succede in un parco dei divertimenti quando si spengono le luci? Cosa succede di notte nei parchi per bambini?
Nel suo lavoro, Stefano Cerio offre alcune risposte a tali interrogativi e suggestive testimonianze visive, esplorando il tema dell’intrattenimento, del divertimento, della distrazione e lasciando che sia la realtà da lui immortalata a parlare, a raccontarsi.

Un’indagine sul tema della rappresentazione, tra oggettività e suggestione, reale e posticcio. 


Info:

Date: 1 giugno – 30 luglio 2017

Luogo: CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia
Via delle Rosine 18, 10123 Torino
Tel: 01.10.88.11.50
Email: camera@camera.to
Web: www.camera.to


[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’stefano cerio’ unit=’list’]

La domenica a CAMERA per bambini e famiglie!

Venice. Italy. 1989 © Martin Parr/Magnum Photos

In occasione della mostra L’Italia di Magnum CAMERA propone ogni domenica appuntamenti dedicati a bambini e famiglie. Laboratori ideati per avvicinare i più piccoli al linguaggio universale delle immagini attraverso il gioco e la sperimentazione.

La domenica alle ore 17.00 è sempre prevista la visita guidata alla mostra, gli accompagnatori potranno partecipare al laboratorio o in alternativa affidare i bambini ai nostri mediatori e visitare la mostra.


21 maggio – Cartoline dal mondo

Cosa ci racconta la fotografia di un luogo? Sicuramente del paesaggio ma anche di usi e costumi. Portare con sé un’immagine dei luoghi visitati è una pratica antica che affonda le sue radici nei viaggi del Grand Tour o più di recente in quella di spedire cartoline dai luoghi di vacanza. Ma in cosa la fotografia di reportage è differente dalla cartolina? I bambini lo scopriranno realizzandone una prendendo spunto da entrambi i riferimenti.


INFORMAZIONI
Orario laboratorio
: 16.30
Durata: 90 minuti
Età: dai 5 anni in su
Numero massimo partecipanti: 15
Costo: 4€ a bambino | per un accompagnatore ingresso ridotto alla mostra o gratuito per i possessori della tessera Abbonamento Musei Torino Piemonte

Per maggiori informazioni e prenotazioni clicca qui.


[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’cartier bresson’ unit=’list’]

I giovedì in CAMERA: Ritratti per tutti | 11 maggio 2017

André-Adolphe-Eugène Disdéri 1819 - 1889

Nella seconda metà dell’Ottocento, grazie all’invenzione della carte de visite ad opera di André Disdéri, il ritratto diviene una pratica accessibile a tutti e le piccole stampe in serie montate su cartoncino un oggetto di culto e collezionismo famigliare. Mentre lo straordinario successo della pratica di Disdéri favorisce il sorgere di studi di professionisti, l’album fotografico diventa un ‘must’ in Europa e negli Stati Uniti. Qualche decennio più tardi, grazie allo sviluppo tecnico firmato Kodak, la fotografia diventa ‘istantanea’ e passa nelle mani dei dilettanti, che scattano immagini informali ad amici, parenti e conoscenti, diffondendo per la prima volta la pratica dell’autorappresentazione e della narrazione personale. Con quale impatto sulla storia e il futuro della fotografia fino ad oggi?


Andre-Adolphe-Eugene Disderi 1819 – 1889

Ingresso: 3 €
Ingresso incontro + mostra: 10 € intero | 6 € ridotto

E’ richiesta la prenotazione: camera@camera.to
(fino ad esaurimento posti)

Clicca qui per maggiori informazioni


[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’giovanni gastel’ unit=’list’]

Erik Kessels protagonista a Camera Torino

Erik Kessels, 24 Hours of Photos, Installation view, detail

Arriva a Camera “The Many Lives of Erik Kessel”, la prima mostra retrospettiva dedicata al lavoro fotografico dell’artista, designer ed editore olandese Erik Kessels.


Erik Kessels, 24 Hours of Photos, Installation view, detail

Aperta la pubblico dal primo giugno al 30 luglio, “The Many Lives of Erik Kessels” attraversa la carriera fotografica dell’autore lungo un articolato percorso che include centinaia di immagini.

Ventisette sono in totale le serie presentate, oltre a numerosi libri e riviste pubblicati dall’ormai celebre casa editrice dello stesso Kessels e da altri editori. In un percorso non-lineare e senza cronologia, si ritrovano lavori monumentali, serie più intime e private, autentiche icone dell’intero universo della ‘fotografica trovata,’ così come produzioni recenti e ancora inedite.

A cura di Francesco Zanot.

Co-prodotta con NRW-Forum, Düsseldorf, l’esposizione è accompagnata da un libro di 576 pagine pubblicato per questa occasione da Aperture, New York, con testi di Hans Aarsman, Simon Baker, Erik Kessels, Sandra S. Phillips e Francesco Zanot.


[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’erik kessels’ unit=’list’]

I giovedì in Camera: Susan Meiselas. Fotografia e impegno civile

© Susan Meiselas/Magnum Photos. Sandinista National Liberation Front, Masaya, Nicaragua 1978

Il mese di maggio a CAMERA inizia con un appuntamento imperdibile del ciclo “I giovedì in CAMERA”: l’incontro pubblico con la fotografa Magnum SUSAN MEISELAS.


© Susan Meiselas/Magnum Photos. Sandinista National Liberation Front, Masaya, Nicaragua 1978

Accompagnandosi con una proiezione di immagini tratte da numerosi progetti, Susan Meiselas racconta la sua carriera di fotografa, fondata sull’impegno civile e una costante necessità di approfondimento. Nata nel 1948 a Baltimora, dopo un master all’Università di Harvard, Susan Meiselas realizza un lungo lavoro sulle spogliarelliste che si esibiscono in occasioni di alcuni piccoli festival nel nordest degli Stati Uniti, grazie al quale entra a fare parte dell’agenzia Magnum nel 1976 e, successivamente, espone al Whitney Museum di New York. I suoi straordinari lavori sulla guerra civile in Nicaragua, la drammatica storia del Kurdistan e un club di sadomasochismo a Manhattan, insieme a saggi visivi e preziose raccolte di informazioni, sono solo alcuni tra quelli che verranno presentati in questa imperdibile occasione.


4 maggio 2017, ore 19.00

CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia – Via delle Rosine 18, Torino

Intervengono:
Susan Meiselas, fotografa Magnum Photos
Francesco Zanot, curatore CAMERAIngresso: 3 €
Ingresso incontro + mostra: 10 € intero | 6 € ridottoÈ richiesta la prenotazione: camera@camera.to (fino a esaurimento posti)


[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’susan meiselas’ unit=’list’]

CAMERA Torino

di Alessandro Curti


Andiamo a Torino, per visitare l’osservatorio sulla fotografia nazionale e internazionale.

Duemila metri quadri in pieno centro a Torino, tra piazza Vittorio e piazza Castello e a due passi dalla Mole Antonelliana, totalmente dedicati alla fotografia, alla ricerca e alla condivisione delle immagini.
Un Centro giovane – ha aperto nel 2015 – dinamico e capace di realizzare un’offerta culturale stimolante e all’avanguardia, con un occhio sempre aperto sul panorama internazionale e contemporaneo.



Didattica
Un programma rivolto a tutte le fasce d’età e di formazione si propone di favorire lo sviluppo della conoscenza fotografica e della divulgazione dell’arte come strumento critico autonomo e personale.
Workshop, incontri e corsi tenuti da fotografi professionisti e affermati garantiscono un’ampia scelta per tutti i gusti.
CAMERA organizza anche laboratori per bambini e per famiglie.

Archivio
Il centro torinese si sta impegnando con determinazione per portare avanti un progetto, realizzato in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali, per censire gli archivi fotografici presenti sulla scena contemporanea.
Attraverso l’utilizzo del software ABACVM, che consente una rapida gestione web e facilita l’organizzazione e l’accesso alle immagini digitali, CAMERA sostiene e valorizza il patrimonio fotografico italiano.

Mostre
CAMERA organizza ogni anno tre esposizioni principali e altre complementari, che prendono in considerazioni sia artisti affermati accompagnati da giovani fotografi emergenti.
Fino al 21 maggio è possibile visitare L’Italia di Magnum. Da Henri Cartier-Bresson a Paolo Pellegrin, un omaggio a Magnum Photos, la più storica e autorevole agenzia fotografica del mondo – e partner istituzionale di Camera – in occasione del 70° anniversario dalla sua fondazione.


Venice. Italy. 1989 © Martin Parr/Magnum Photos

I giovedì in CAMERA
In occasione delle mostre, lo staff dello spazio realizza un ciclo di incontri, conversazioni e proiezioni in compagnia di esperti, che offrono approfondimenti culturali. Il programma dei giovedì in CAMERA è consultabile sul sito camera.to.


Info:
Indirizzo: Via delle Rosine 18, 10123 Torino
Orari: lunedì-domenica 11-19
martedì chiuso
giovedì 11-21
Tel: 011.08.81.150
E-mail: camera@camera.to
Web: camera.to


[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’ferdinando scianna’ unit=’list’]

L’Italia di Magnum in mostra a CAMERA Torino

Venice. Italy. 1989 © Martin Parr/Magnum Photos

Ha inaugurato il 3 marzo la mostra L’Italia di Magnum. Da Henri Cartier-Bresson a Paolo Pellegrin, un omaggio a Magnum Photos, la più storica e autorevole agenzia fotografica del mondo – e partner istituzionale di Camera – in occasione del 70° anniversario dalla sua fondazione.


Venice. Italy. 1989 © Martin Parr/Magnum Photos

La mostra si compone di oltre duecento immagini che raccontano, con un linguaggio tra fotogiornalismo e arte, gli eventi, i personaggi e i luoghi dell’Italia dal dopoguerra a oggi, in un affascinante intreccio di fotografie iconiche e di altre meno note. Attraverso lo sguardo di venti fra i più grandi maestri della fotografia internazionale, la mostra si articola in un percorso cronologico, organizzato per decenni.

A cura di Walter Guadagnini con Arianna Visani

fino al 21 maggio 2017


CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia
Via delle Rosine 18, – 10123 Torino
+39.011.0881150, camera@camera.to

Orari di apertura:
Lunedì 11.00 – 19.00
Martedì chiuso
Mercoledì 11.00 – 19.00
Giovedì 11.00 – 21.00
Venerdì 11.00 – 19.00
Sabato 11.00 – 19.00
Domenica 11.00 – 19.00


[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’henri cartier bresson’ unit=’list’]

I giovedì in CAMERA: Ferdinando Scianna e Walter Guadagnini | 13 aprile 2017

Il secondo giovedì di aprile degli incontri a Camera vede come protagonista Ferdinando Scianna, fotografo della scuderia Magnum di fama mondiale che viene così descritto dal conterraneo Leonardo Sciascia: “È il suo fotografare, quasi una rapida, fulminea organizzazione della realtà, una catalizzazione della realtà oggettiva in realtà fotografica: quasi che tutto quello su cui il suo occhio si posa e il suo obiettivo si leva obbedisce proprio in quel momento, né prima né dopo, per istantaneo magnetismo, al suo sentimento, alla sua volontà e – in definitiva – al suo stile”.

13 aprile 2017, ore 19.00

© Ferdinando Scianna/Magnum Photos ITALY, Milano -Arcore: Italian politician Silvio Berlusconi

Intervengono
Ferdinando Scianna, fotografo Magnum Photos
Walter Guadagnini, Direttore di CAMERA

Ingresso: 3 €.
Omaggio per i visitatori delle mostre nella data dell’incontro.

È richiesta la prenotazione: camera@camera.to
(fino ad esaurimento posti)

Clicca qui per maggiori informazioni


[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’ferdinando scianna’ unit=’list’]

 

Robert Mapplethorpe in mostra a Torino

di Alessandro Curti


Alla Galleria Franco Noero di Torino arriva per la prima volta la personale dell’artista statunitense, fra i più discussi e controversi fotografi dell’avanguardia americana, realizzata in collaborazione con la Robert Mapplethorpe Foundation.
Pioniere di un linguaggio artistico inedito e toccante, ha cambiato la maniera di interpretare la fotografia e lo sguardo sul corpo umano.
In mostra i celebri scatti in bianco e nero, i ritratti, i nudi maschili e femminili, le nature morte e le riflessioni su sessualità e intimità: una panoramica completa sul lavoro di Mapplethorpe che racchiude tutte le tematiche principali della sua opera.


Selfportrait 1986 Robert Mapplethorpe © The Robert Mapplethorpe Foundation
Selfportrait 1986 Robert Mapplethorpe © The Robert Mapplethorpe Foundation

Info:
Indirizzo: Galleria Franco Noero, via Mottalciata, 10/B, 10154 Torino
Orari: martedì-venerdì 15-19
lunedì e sabato 11-19
Tel: 011882208
E-Mail: info@franconoero.com
Web: www.franconoero.com

fino all’11 febbraio

 

[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’Robert Mapplethorpe’ unit=’list’]

0 0,00
Go to Top