Tag archive

triennale milano

Paolo Pellegrin, Confini di umanità: in mostra a Triennale di Milano

Persone in fuga dalla Libia durante gli scontri tra ribelli e forze armate pro Gheddafi. Valico di frontiera di Ras Jdir nei pressi di Ben Gardane. Tunisia, 2011. © Paolo Pellegrin/Magnum Photos

Triennale Milano presenta dall’8 novembre al 1 dicembre 2019 la mostra Paolo Pellegrin – Confini di umanità, organizzata con Bookcity Milano, Pistoia – Dialoghi sull’uomo, Fondazione CRPT.
L’esposizione, curata da Annalisa D’Angelo, realizzata per la X edizione del festival Pistoia – Dialoghi sull’uomo, arriva in Triennale in occasione di Bookcity Milano.
60 fotografie realizzate in Algeria, Egitto, Kurdistan, Palestina, Iraq, Usa, che sviluppano, spesso per sottrazione e opposizione, il tema dell’impervio percorso della convivenza oggi, conducendoci lungo i “confini dell’umanità”, documentando lo sforzo continuo necessario per convivere. Completa l’esposizione un montaggio di video realizzati da Paolo Pellegrin in America sulle linee razziali che ancora dividono gli Stati Uniti, confini invisibili ma ancor più insormontabili di quelli fisici. “Ci sono due modi di comunicare: c’è un tipo di fotografia che si rivela completamente, è un’immagine che parla, dice cose forti e chiare, è molto leggibile, ma è un’indagine finita, è la versione dei fatti del fotografo” dichiara Pellegrin. “L’altra, quella che mi interessa di più, è una fotografia non finita, dove chi guarda ha la possibilità di cominciare un proprio dialogo. È un invito: io ti porto in una direzione, ma il resto del viaggio lo fai tu”.

Diarios de Frida. Viva la Vida: Frida Kahlo approda in Triennale

Frida Kahlo approda in Triennale, tappa di un viaggio artistico della compagnia sempre più itinerante e necessario.
Diarios de Frida. Viva la Vida” si inserisce a pieno titolo all’interno di “PosSession” un progetto dedicato alla detenzione femminile e al lavoro di recupero fatto in carcere attraverso l’arte, che si snoda sia in questo luogo fuori da San Vittore che all’interno. La mostra fotografica in Triennale (aperta fino al 28/07 di cui vi abbiamo parlato in un nostro articolo, per leggerlo clicca qui ) raccoglie gli scatti di Cinzia Pedrizzetti realizzati nell’ambito del progetto teatrale “Diarios de Frida” che la compagnia CETEC Dentro/Fuori San Vittore, sotto la direzione artistica di Donatella Massimilla, porta avanti da 25 anni. «Per me questo carcere è una casa. Ci piace stare in un quartiere invisibile che è però al centro della città e che diventa un crocevia di sguardi, culture e nazionalità. Noi rappresentiamo un modello a livello internazionale rispetto a come il teatro e l’arte possano contribuire alla trasformazione. Le mura di San Vittore hanno i ricordi e la memoria di tante attrici che ora si sono reinserite ma non hanno voluto interrompere il legame con noi», afferma la regista.
«Guardami perché quello che vedono i vostri occhi in me è il riflesso di voi stessi… Ho solo più coraggio nel mostrare ciò che voi non riuscite, la mia forza di volontà rimane libera e con la sua perseveranza vorrei vi aiutasse a vivere più liberi e meno prigionieri di voi stessi», così scrive Elena, una delle Fride recluse, in una pagina del suo diario.
L’appuntamento del 23 luglio nel giardino di Triennale sarà preceduto da un workshop (h 19) in cui le stesse attrici detenute fotograferanno i visitatori della mostra e gli spettatori intervenuti.

“Diarios de Frida. Viva la Vida” – 23 luglio h 21, ingresso libero
Per informazioni: organizzazionecetecedge@gmail.com

PosSession: la vita delle detenute del carcere di San Vittore in fotografia

Fotografie di Cinzia Pedrizzetti

PosSession è un progetto dedicato alla detenzione femminile e al lavoro di recupero fatto in carcere attraverso l’arte.
Triennale Milano e la Casa Circondariale di Milano “San Vittore” presentano due mostre – rispettivamente in Triennale e a San Vittore – che narrano l’universo femminile dentro e fuori il carcere, coinvolgendo la città in un percorso di immagini, eventi e spettacoli teatrali. La mostra fotografica in Triennale raccoglie gli scatti di Cinzia Pedrizzetti che ha ritratto le detenute: da una parte rappresentate con i loro abiti quotidiani, interpretando se stesse, dall’altra con i costumi di scena, interpretando i personaggi di una pièce teatrale. Durante la permanenza nel carcere di San Vittore, le detenute hanno infatti preso parte a un laboratorio teatrale ispirato dai diari di Frida Kahlo, dove alcuni passaggi sono stati riscritti e reinterpretati dalle detenute stesse. Il laboratorio teatrale è stato organizzato da Cetec e dalla regista Donatella Massimilla.

Raffles presenta il nuovo Master in Fotografia: nuove storie, nuove visioni

Dieci mesi straordinari.
Dieci professionisti della fotografia internazionale.
Dieci occasioni uniche per imparare direttamente dai protagonisti.

È arrivato il nuovo Master di Raffles Milano: dieci professionisti della fotografia internazionale in aula, uno al mese, con le loro figure chiave. Il 20 e 21 maggio alla Triennale di Milano saranno presentati i corsi dai Course leader, dai docenti e dai migliori professionisti.

Imparare direttamente dai protagonisti vuol dire acquisire le visioni e i metodi più avanzati. A differenza dei Master tradizionali, i Master Raffles Milano portano in aula saperi in azione grazie a 10 professionisti ai vertici del mercato che si alternano in aula nell’arco dei dieci mesi. Sabato 20 maggio alle ore 17 il course leader Denis Curti presenterà il Master. Tra i docenti di progetto Giovanni Gastel, Renier Opoku, Ferdinando Scianna, Lady Tarin, Erik Kessels e molti altri nomi illustri della fotografia italiana e internazionale.

Per maggiori informazioni sul Master clicca qui.

Partecipa all’evento THINK UP DAYS del 20 e 21 maggio!



[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’ferdinando scianna’ unit=’list’]

0 0,00
Go to Top